Magnolia stellata: varietà e prezzo

Magnolia stellata

Magnolia stellata, un arbusto che cresce lentamente ma che da grandi soddisfazioni. Ha un fiore speciale, che sembra fragile ma in verità è potente e particolarmente bello, apprezzato in ogni dove. Arriva dal Giappone questa pianta appartenente alla famiglia delle Magnoliaceae, la sua terra natia è quella dell’isola di Honsu. Chi va a visitarla può trovare molti arbusti spontanei di magnolia da immortalare.



Magnolia stellata rosea

Fiorisce presto, questo arbusto, e lo fa sia in rosa sia in bianco. Quando è rosa è un rosa pallido ma che rispetta la forma caratteristica del fiore, quella che motiva il nome di magnolia stellata. I primi fiori spuntano tra marzo e aprile, quando sono rosa, si parla di magnolia stellata rosea, ma se il colore è particolarmente carico, allora siamo in presenza della varietà detta “Rubra”.

Magnolia stellata

Magnolia stellata bianca

Se non è rosea e non è rubra, allora la magnolia stellata è bianca. Al di là delle tinte dei fiori, il resto delle caratteristiche resta invariato e avremo foglie caduche, con forma ovale o ellittica, lunghe una decina di centimetri e larghe cinque, con bordo liscio e color verde intenso che diventa giallo – bronzo in autunno, prima della loro caduta.

Magnolia stellata: altezza

Questo arbusto può raggiungere anche elevate altezze anche se spesso lo si trova nei giardini alto un paio di metri. Dipende chiaramente dal clima in cui cresce, in generale ama stare in posizioni luminose e soleggiate.

Il freddo non danneggia particolarmente la magnolia stellata, sopporta anche le gelate se non particolarmente “cattive”. Se vogliamo però assicurarci che la nostra pianta cresca senza essere turbata dalla stagione invernale possiamo ricoprire il suo piede con della paglia o della corteccia di pino.

In Italia cresce bene nelle aree prealpine, meglio se la annaffiamo in modo abbondante nel suo primo anno di vita per poi tenere un ritmo di un paio di volte alla settimana. Terreno di tipo sub-acido, una concimazione a fine dell’inverno, qualche potatura per sistemare la forma al termine della fioritura, e la nostra magnolia stellata godrà di ottima salute. Meglio anche evitare che stia troppo sotto il sole e che i boccioli gelino se troppo al freddo.

Magnolia stellata: bonsai

In formato bonsai questa pianta non perde certo il proprio fascino, anzi, riesce ad entrare nelle case, oltre che nel cuore, di chi non ha un giardino in cui tenere un esemplare di grandezza standard. In versione bonsai, la magnolia stellata è particolarmente apprezzata perché mantiene la propria armonia nelle forme e nei colori.

Il tronco è irregolare, con corteccia grigia e liscia, la chioma e le singole foglie sono simili a quelle della magnolia “standard”. Per mantenere in salute questo bonsai è meglio sistemarlo all’aperto, al sole, innaffiandolo in modo abbondante soprattutto in estate. Gli insetti non attaccano spesso la magnolia stellata ma conviene prevenire con trattamenti appositi e togliersi il pensiero.

Magnolia stellata: prezzo

Chiaramente dipende dalle dimensioni della pianta che vogliamo acquistare ma un esemplare di dimensioni modeste che possiamo continuare a coltivare nel nostro giardino, on line è acquistabile anche a 16,80 euro.

Magnolia stellata: foto

Vedendo i risultati di chi, con pollice verde e devozione, ha fatto fiorire la magnolia, cederemo subito alla tentazione di emulazione comprandone una tutta per noi. Bianca o rosea?

Magnolia stellata

Magnolia stellata

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 11 aprile 2017