Lavorare nella green-economy

lavorare greeneconomy

Chi ha una certa passione per l’ambiente può monetizzare la sua propensione lavorando nel settore della green-economy. Ma quali sono i lavori più richiesti nel campo della sostenibilità ambientale? In un periodo di crisi economica e piena recessione, non manca la richiesta di figure professionali legate al riutilizzo dei materiali, al taglio degli sprechi e all’efficienza energetica. 

In base a uno degli ultimi rapporto dell’International Labour Organization sul settore della green economy, la transizione dall’era del petrolio all’economia verde potrebbe generare dai 15 ai 60 milioni di nuovi posti di lavoro nell’arco del prossimo ventennio. Tra i settori più promettenti della green economy c’è quello dell’efficienza energetica che spazia dalla bio-edilizia fino alle energie rinnovabili. In questo contesto le figure professionali ricercate sono i professionisti dell’edilizia verde, progettisti, installatori e rivenditori di impianti fotovoltaici, ingegneri e supervisori di turbine eoliche e ricercatori da inserire nel settore dei biocarburanti e della mobilità sostenibile.

Abbiamo appena citato alcune figure professionali della green economy, ma quali sono i compiti che questi personaggi dovranno assolvere? Iniziamo con i professionisti dell’architettura sostenibile: servono figure capaci di abbinare l’efficienza energetica all’estetica, così un designer può specializzarsi nel campo dei sistemi fotovoltaici per proporre un metodo integrativo poco invasivo. Altre buone prospettive sono per i management della programmazione energetica che dovranno tagliare tutti gli sprechi legati alla materia, all’elettricità o all’acqua.

Tra le figure professionali più classiche spiccano gli addetti alla tutela del patrimonio boschivo e gli operatori dell’industria forestale: fino agli anni ’60-’70 lavorare in questo campo significava entrare a far parte del Corpo Forestale dello Stato, essere assunti nell’industria del legno o nel settore delle sistemazioni idraulico forestali. Oggi lavorare in questo settore della green economy significa trovare impiego nella certificazione dell’utilizzo efficiente delle masse legnose, nella gestione delle foreste certifica e nella conservazione della biodiversità.

Pubblicato da Anna De Simone il 26 novembre 2013