Lavatrice a vapore, come funziona

lavatrice a vapore come funziona

Lavatrice a vapore, come funziona e quali sono i modelli migliori sul mercato. Opinioni, prezzi e tutto ciò che c’è da sapere sulla funzione del lavaggio a vapore.

Il lavaggio a vapore è più delicato del classico lavaggio con acqua e anche ugualmente efficace: il vapore viene trattenuto tra le fibre tessili, le rinfresca in modo delicato e svolge le stesse funzioni del lavaggio con acqua.

Lavatrice a vapore, come funziona

Non è facile spiegare il funzionamento della lavatrice a vapore perché ogni produttore ha il suo modello. A fine descrittivo, vi forniremo un meccanismo di funzionamento generale.

Il lavaggio a vapore crea, nell’oblò della lavatrice, un’umidità fittissima e diffusa che, a temperatura controllata, penetra nelle fibre dei tessuti rendendo più efficace l’azione del detersivo.

Con il lavaggio classico, il detersivo può perdersi sulle superfici dei tessuti e delle stesse guarnizioni della lavatrice. Con la diffusione del vapore, anche il detergente si vaporizza penetrando nelle fibre così da eliminare lo sporco in modo più ottimizzato.

Come si svolge un lavaggio a vapore?
La lavatrice integra un tubo in grado di erogare acqua vaporizzata a temperatura e pressione controllata. Durante il classico lavaggio, se è stato impostato il programma “a vapore”, il vapore acqueo viene liberato nel cesto della lavatrice entrando in diretto contatto con la iancheria.

Il vapore ha un elevato potere igienizzante e, in base al produttore della lavatrice, sarà erogato per l’intero ciclo di lavaggio, per buona parte del ciclo di lavaggio o solo per un periodo intervallo di tempo.

Quando il vapore è erogato per la maggior parte della durata del ciclo di lavaggio, il cestello della lavatrice stesso viene igienizzato così da prevenire la formazione di cattivi odori e ostacolare la proliferazione dei batteri che inevitabilmente finirebbero sui nostri capi d’abbigliamento.

Solo con le alte temperature è possibile lavare a fondo un capo eliminando anche lo sporco e le macchie più difficili. Purtroppo non tutti i tessuti possono tollerare acqua ad alta temperatura ma il discorso cambia quando si tratta di acqua erogata in forma di vapore acqueo.

Lavatrice a vapore, come funziona?
In termini tecnici, il vapore viene creato da un generatore che contiene una resistenza elettrica. La resistenza riscalda solo piccole quantità d’acqua alla volta perché il fabbisogno idrico dell’intero lavaggio diminuisce. Con un solo litro d’acqua si possono generare più di 1000 litri di vapore! Con il suo funzionamento, la tecnologia a vapore previene la comparsa nei cattivi odori nella lavatrice.

Lavatrici a vapore, opinioni

Il lavaggio a vapore è più delicato del classico lavaggio con acqua. Il vapore acqueo penetra nelle fibre tessili senza danneggiarle (senza consumarle) e non ne altera la brillantezza dei colori. Le molecole del vapore riescono a penetrare nelle fibre con estrema facilità trascinando con sé anche il detergente, in questo modo si avrà una rimozione profonda delle macchie.

Il vapore restituisce capi più morbidi e meno sgualciti rispetto ai lavaggi tradizionali. Tra i migliori modelli presenti in commercio vi segnaliamo quello prodotto dalla LG. Parliamo della LG F14A8FDSA con classe energetica A+++. Questa lavatrice a vapore presente una centrifuga molto più silenziosa della media e restituisce capi lisci e morbidi. E’ caratterizzata da un ottimo rapporto qualità prezzo (se paragonata alla concorrenza con parità di funzioni e analoga classe energetica) e presenta consumi bassissimi.  La lavatrice a vapore LG si compra su Amazon con 659 euro, mentre nei negozi specializzati nella vendita di elettrodomestici si può trovare al prezzo di 750 euro. Per tutte le informazioni: LG F14A8FDSA Lavatrice a Vapore da 9 kg e classe energetica A+++. Grazie alle sue performance, la lavatrice a vapore segnalata offre bassi consumi sia in termini di corrente elettrica, sia in termini di acqua impiegata per ogni lavaggio.

Asciugatrice a vapore

Così come vi sono le lavatrici che hanno la funzione del lavaggio a vapore, in commercio si trovano anche le asciugatrici con una tecnologia affine. Nel caso delle asciugatrici a vapore, il vapore è più secco e non è diffuso in forma di umidità. Al contrario delle classiche asciugatrici, con quelle a vapore i capi non si sgualciscono così non bisognerà necessariamente stirare i capi dopo l’uso. L’asciugatrice a vapore è indicata anche per tessuti delicati come la seta e la lana e può tornare utile per le scarpe da ginnastica.

Pubblicato da Anna De Simone il 11 settembre 2016