Karkadè, proprietà e benefici

karkadè proprietà benefici

Karkadè, proprietà e benefici: rimedi naturali per mal di gola, tosse, raffreddore, ipertensione e un vero alleato nella cura di pelle e capelli.

Il karkadè è una pianta della famiglia delle Malvaceae, è ricca di polifenoli e per questo ritenuta un ottimo rimedio naturale contro i malanni stagionali quali mal di gola, tosse e raffreddore.

Il karkadècarcadè, è costituito dal calice carnoso del fiore dell’Hibiscus sabdariffa, da questa pianta si produce una bibita fresca e dissetante, dal sapore aspro e dal colore rosso intenso.

Karkadè, proprietà e benefici: le virtù del carcadè si sfruttano prevalentemente usando la pianta per la preparazione di infusi e tisane.

Karkadè, dove si compra

Nelle regioni in cui il karkadè è consuetamente coltivato come il Senegal, il fiore viene raccolto e usato in due differenti fasi di maturazione; abbiamo così carcadè verde e cacadè rosso. Mentre il karkadè verde è usato solo a km zero (nelle località in cui si trova la stessa coltivazione), il karkadè rosso è molto diffuso in tutto il mondo, Europa e Italia inclusi.

karkadè

Potete comprare i fiori di Hibiscus sabdariffa essiccati nelle erboristerie più fornite o sfruttando la compravendita online. Per praticità vi segnaliamo la pagina di Amazon dedicata agli infusi e alle tisane di Karkadè: infusi di Karkadè su Amazon.

Come preparare il karcadè

Vi basterà mettere in infusione un cucchiaio rado si karkadé in una tazza d’acqua bollente. Come procedere?

  1. – Portate a ebollizione una tazza d’acqua.
  2. – Versate i fiori nell’acqua bollente e spegnete il fuoco.
  3. – Coprite e lasciate in infusione per 10 minuti.
  4. – Filtrate l’infuso e servite.

Il karkadè può essere servito ancora caldo o freddo. Se preferite la versione fredda (magari da portare in spiaggia) ricordate che, prima di trasferire l’infuso nel frigorifero, questo dovrà essere fatto raffreddare a temperatura ambiente.

Potete arricchire il karkadè con una spolverata di cannella, noce moscata, vaniglia e altre spezie a piacere. Potete addolcirla con zucchero, miele oppure, per una versione dolce ma a zero calorie, con del dolcificante naturale a base di stevia.

Karkadè, proprietà e benefici

L’Hibiscus sabdariffa è una pianta perenne del genere Hibiscus e della famiglia delle Malvacee. E’ diffusa in Adrica e in Asia ed è molto coltivata per i suoi fiori. Dall’Hibiscus sabdariffa, essiccando i calici dei fiori, si ricava la bevanda famosa come carcadè. Ecco i benefici e le proprietà del karkadè:

Proprietà digestive

L’infuso di fiori di Hibiscus sabdariffa (karcadè) aiuta la digestione e regolarizza la funzione epatica.

Proprietà lenitive per pelli e cuoio capelluto infiammato

Per uso esterno, per la presenza dei polifenoli e delle mucillagini, ha una azione lenitiva molto utile in caso di cute infiammata o problemi al cuoio capelluto. Potete realizzare degli impacchi da tenere in posa per il tempo necessario a provare sollievo.

Proprietà antinfiammatoria

È una bevanda antinfiammatoria e vitaminizzante, supporta le funziona gastrointestinali, inoltre, la presenza di antociani la rendono un buon mezzo preventivo per le malattie a carico del apparato cardiovascolare.

Proprietà lassative

Favorendo le funzioni gastro-intestinali, può essere usato come buon rimedio naturale per contrastare la stipsi cronica.

Proprietà astringenti

E’ dotato di spiccate capacità astringenti che aiutano a combattere disidratazione e sete.

Utile in estate: oltre a essere fortemente dissetante, si afferma che questa bevanda sia dotata di spiccate capacità regolatrici della pressione sanguigna.

Curiosità: il karkadè è noto come tè di ibisco, tè dell’Abissinia e tè degli italiani. Il nome tè degli italiani è legato alla sua diffusione in Italia a seguito delle sanzioni economiche dettate dalla Guerra d’Etiopia: poiché i prezzi del tè erano arrivati alle stelle, in Italia iniziò a diffondersi il tè di ibisco come degno sostituto.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 1 giugno 2016