Isolamento termico, i materiali dell’efficienza

isolamento termico

Un buon isolamento termico può migliorare l’efficienza energetica degli edifici. Tra le proposte del mercato esistono isolanti termici realizzati con materiali rigorosamente eco-compatibili e naturali, isolanti termici che sfruttano la bassa conducibilità dell’aria e di alcuni gas, e ancora, veri e propri sistemi a cappotto. Chi sta progettando una casa ecologica potrà trovare utile questo piccolo elenco di alcuni degli isolanti termici più quotati del mercato.

Duo Concept 
Il nome è dovuto alla sua strutturazione: due pannelli in lana di roccia, distanziati tra loro da una lastra grecata in alluminio che formano un’intercapedine ventilata. Il passaggio d’aria non solo garantisce un ottimo isolamento termico, riesce inoltre a prevenire la formazione di muffe ed umidità. Il materiale riesce a garantire un buon isolamento acustico termico dell’edificio soprattutto quando le capacità isolanti, traspiranti e protettive del Duo Concept vengono valorizzate con finiture per esterni a base di malta e intonachino.

NaturalWall 
Un pannello termoisolante in fibre di legno intonacabile che alla prestazioni coibenti per freddo e caldo, unisce traspirabilità per prevenire le muffe e isolamento acustico. Naturalwall può vantare la certificazione europea ETA, un’ottima soluzione per sistemi a cappotto termico.

Face Work
Chi preferisce una copertura in piastrelle e pietre non deve rinunciare all’isolamento termico. Face Work coniuga l’isolamento termico a cappotto con finuture con piastrelle o pietra.

Mapetherm
Sistema di isolamento a cappotto che prevede l’applicazione di pannelli termoisolanti con interposta una rete di rinforzo in fibra di vetro sulla successiva rasatura.

materiali impiegati per la produzione di isolanti termici sono svariati, si parla di sughero, lana di legno semplice o mineralizzata, fibra di legno, lana di vetro, lana di roccia, polistirene espanso, polistirene estruso, poliuretano espanso… L’isolamento termico di un edificio non riguarda solo soffitto e parete, gli infissi giocano un ruolo cruciale, è per questo che esistono finestre a doppio vetro.

Quando si parla di isolamento termico bisogna tenere in mette il cosiddetto “Fattore U”. Il fattore U rappresenta la trasmittanza termica che esprime la quantità di calore che nell’unità di tempo può attraversare un elemento di superficie di 1 metro quadrato in presenza di una differenza di temperatura di un grado tra l’interno e l’esterno. In altre parole, in Fattore U rappresenta il complesso degli scambi termici tra la superficie esterna di una parete e quella interna. Più il Fattore U di un materiale è elevato meno idoneo sarà quel materiale per l’impiego edile, al contrario, più basso sarà il valore U e maggiore sarà il suo isolamento termico.

Con i doppi vetri il valore U diminuisce drasticamente: un doppio vetro è costituito da due lastre con interposta un’intercapedine piena d’aria secca. I doppi vetri sfruttano la bassa conduttività termica dell’aria per coibentare casa.

Pubblicato da Anna De Simone il 14 novembre 2013