Incentivi fotovoltaico e bonus eternit

Incentivi fotovoltaico e bonus eternit

In fondo alla presente pagina troverete l’aggiornamento 2014 sulla questione Incentivi fotovoltaico e bonus eternit.

Cosa accadeva fino a qualche anno fa
Nonostante la crisi, anche per il 2012 sono disponibili gli incentivi statali a favore di chi sceglie di installare pannelli solari. Con il 2012 si assisterà ad una vera corsa agli incentivi per il fotovoltaico in quanto, il quarto Conto Energia che regola i meccanismi incentivanti, ha confermato l’applicazione di incentivi decrescenti per coloro che vogliono installare un impianto fotovoltaico, infatti gli incentivi diminuiranno fino al 31 dicembre 2016. Ad esempio, gli impianti sugli edifici che hanno una potenza tra 1 e 3 kW installati entro il primo settembre del 2012, avranno incentivi con una tariffa di 0,274 euro mentre nel secondo semestre del 2012, gli ecoincentivi per il fotovoltaico scenderanno a 0,252 euro. In entrambi i casi tariffe più basse rispetto quelle iniziali, pari a 0,387 euro.

Gli incentivi per il fotovoltaico saranno concessi entro una soglia di 23 mila Mwp e nel caso in cui si adopereranno moduli fotovoltaici non assemblati in Europa, occorrerà inserire informazioni aggiuntive nell’Attestato di controllo del processo produttivo. Se ad ospitare i pannelli solari sarà un fabbricato rurale, questo potrà essere accatastato direttamente come edificio sul quale installare pannelli fotovoltaici, in ogni caso l’accatastamento dell’edificio dovrà essere fatto in un periodo precedente a quello della messa in esercizio dell’impianto fotovoltaico.

In aggiunta agli ecoincentivi vi è il cosiddetto “bonus eternit“, questo premio è assegnato a chi sostituisce tetti in amianto con pannelli fotovoltaici. L’unica condizione per ottenere il bonus eternit è che l’amianto deve essere smaltito contestualmente all’installazione dell’impianto fotovoltaico; ovviamente la rimozione dell’eternit dovrà essere totale e l’intera superficie dove prima vi era l’amianto, dovrà essere ricoperta da pannelli solari: la superficie dell’impianto fotovoltaico dovrà essere pressoché identica a quella bonificata, il margine di tolleranza è del 10%. Per fare domanda al bonus eternit bisognerà mostrare la documentazione fotografica che riprende il tetto “prima” e “dopo” l’intervento.

Cosa accade oggi
Aggiornamento 2014 su Incentivi fotovoltaico e bonus eternit
Dal 2014, sembra che lo Stato abbia dimenticato la necessità di incentivare la bonifica dei tetti in amianto, anche a livello di salute pubblica. Non sono più presenti bonus eternit diretti così come descritti nel 2012. Gli utenti, però, potranno contare su un altro modello di “incentivi”, meno diretti ma comunque efficaci, si tratta delle detrazioni fiscali al 65% sugli interventi di rimozione dell’amianto. Per sapere come procedere per accedere alle detrazioni fiscali oggi in vigore, vi rimandiamo all’articolo: bonus rimozione amianto.

Ti potrebbe interessare anche il nostro articolo: “Spalma Incentivi: le ragioni di Assorinnovabili“.

Pubblicato da Anna De Simone il 21 maggio 2014