Ibisco, malattie e cure

ibisco malattie cure

Ibisco, malattie e cure: le più comuni malattie dell’hibiscus e tutte le istruzioni per una corretta coltivazione. Cure e consigli per il rinvaso.

L’ibisco può essere coltivato in vaso, come pianta da balcone, oppure in giardino, in piena terra. Coltivato in vaso o in piena terra, se ben bagnato, l’ibisco regala splendide fioriture. Il terreno di coltivazione deve essere fresco ma mai impastare le dita al tatto.

Se coltivato in vaso, il contenitore deve avere un’altezza superiore ai 25 cm perché le radici necessitano di svilupparsi in profondità.

Come rinvasare l’ibisco

Al momento del trapianto, usate un terriccio ricco. Se non usate terriccio specifico, ricordate di fertilizzarlo con un concime ad alto tenore di fosforo e di potassio, microelementi indispensabili per rinforzare la struttura della pianta. Per tutte le istruzioni sul trapianto dell’ibisco in vaso, vi invito a leggere la mia guida alla pagina “Ibisco, rinvaso e coltivazione“.

Ibisco, malattie e cure

Per scongiurare la comparsa di malattie, ricordatevi di sfoltire la vegetazione se troppo fitta. Le frequenti bagnature possono saturare eccessivamente l’aria di umidità che, concentrandosi nel sottochioma, può ristagnare e favorire l’attacco di muffe e funghi.

Ibisco con foglie gialle e bianche

Soprattutto se coltivata in vaso, la pianta di ibisco, può presentare il problema delle foglie gialle. Tale problema insorge se irrigate la pianta di ibisco con acqua del rubinetto. L’ibisco, così come molte altre piante coltivate in vaso, teme molto la clorosi e non dovrebbe essere bagnata con acqua calcarea (acqua del rubinetto dall’eccessiva durezza).  L’acqua del rubinetto è ricca di calcare e causa clorosi ferrica che si manifesta con l’ingiallimento fogliare.

Come curare l’ibisco con foglie gialle? Ecco diverse soluzioni:

  • Irrigate con acqua piovana.
  • Aggiungete un cucchiaino di aceto nell’annaffiatoio e lasciate riposare l’acqua per almeno 12 – 24 ore. Quando irrigate, non usate l’acqua che si trova sul fondo dell’annaffiatoio.
  • Distribuite sul terreno del ferro chelato.

Un concime tipo sangue di bue può aiutarvi a mantenere le piante di ibisco vigorose e sane.

Afidi sull’ibisco

In estate non è raro assistere ad attacchi da parte degli afidi proprio sull’hibiscus. Gli afidi sono i parassiti più comuni e se hanno attaccato il vostro ibisco, probabilmente finiranno anche sulle altre vostre piante da balcone.

Gli afidi si insediano sulla vegetazione e succhiano la linfa fino a far seccare interamente i nuovi germogli. Il rimedio naturale più rapido per eliminare gli afidi dall’ibisco prevede l’asportazione meccanica: potete rimuovere gli afidi con le mani indossando un paio di guanti.

Per infestazioni più serie, potete impiegare un prodotto spray specifico da irrorare sulle foglie insistendo, anche, sulla pagina inferiore delle foglie.

Dopo il trattamento spray, gli afidi morti resteranno attaccati alle foglie ma, passando una spugna asciutta, cadranno via con estrema facilità. Se l’ibisco è molto grande potete spazzare via gli afidi morti dalle foglie usando l’irrigazione a pioggia. Solo gli afidi ancora vivi riusciranno a trattenersi sulle foglie. Se vi sono altre piante in balcone o giardino, eseguite un trattamento preventivo per evitare ulteriori attacchi parassitari.

Ibisco che non fiorisce

Se il vostro ibisco è prospero e ricco di foglie ma non fiorisce, probabilmente avete esagerato con il concime azotato. Sospendete le concimazioni per uno o due mesi e riprendete diminuendo sensibilmente le dosi.

Ibisco con foglie che avvizziscono

Se le foglie gialle avvizziscono velocemente o ingialliscono per disseccamento, probabilmente la pianta è esposta a correnti d’aria ed è danneggiata dal gelo. Spostate la pianta in una posizione più idonea e organizzate delle protezioni durante la stagione invernale.

Cocciniglia sull’ibisco

Se appaiono macchie brune sulla pagina inferiore delle foglie, potrebbe essere il sintomo della presenza di cocciniglia. Usate una lente di ingrandimento per osservare la pianta e individuare eventuali cocciniglie. Un rimedio naturale molto pratico per curare l’ibisco dalle infestazioni di cocciniglia, usate un batuffolo di cotone imbevuto in alcool per tamponare le parti della pianta infestate. Potete lavare la pianta con uno spruzzino riempito con acqua e sapone di Marsiglia.

Pubblicato da Anna De Simone il 14 agosto 2016