Fustellatrice: a cosa serve e prezzi

Fustellatrice

La fustellatrice è un attrezzo per gli amanti del fai da te, oppure per bambini, ce ne sono dei modelli anche adatti ad un utilizzo a livello industriale ma non è di quelli che vogliamo parlare. Restiamo nell’ambito del fai da te quotidiano, di chi per mestiere non usa la fustellatrice ma ce l’ha in casa o la vuole acquistare per effettuare alcuni lavoretti in casa. Per hobby, ad esempio, oppure per proporre un gioco creativo al proprio figlio o nipote, o fratello.



La fustellatrice è senza dubbio uno di quegli strumenti molto particolari e di nicchia, non c’è una vastissima scelta come potrebbe essere invece per un paio di forbici o per una macchina da cucine. Tra i modelli destinati ad un uso non industriale troviamo quelli per adulti e quelli prettamente per bambini, sempre molto semplici da usare e nemmeno molto grandi o costose.

Fustellatrice: a cosa serve

Il fai da te, okay, ma per fare cosa? Non abbiamo ancora detto nella pratica a cosa serve una fustellatrice. Si tratta di una macchina particolare, semplice ed intuitive da usare, anche per i bambini. Serve per ritagliare velocemente e con grande facilità diversi tipi di sagome e figure. Può essere piccola, tanto da poter essere maneggiata con agio dai bambini, oppure più grande, ma in ogni caso e al di là della dimensione, essa fa in modo che le figure ritagliate abbiano tutte contorni perfetti e risultino tutte uguali, una dopo l’altra. Altrimenti useremmo un semplice paio di forbici, non vi pare?

Non si parla solo di carta, inoltre, nel caso della fustellatrice, e nemmeno di cartoncino o di materiali simili, Quando si è muniti di tale strumento si può spaziare davvero pensando di tagliare e ricavare forme anche da pezzi di stoffa, feltro, pannolenci, sottili lamine metalliche, sughero o altri materiali.

Un classico esempio in cui la fustellatrice può essere utile è quando si realizzano in casa dei biglietti di auguri creativi oppure se si stanno creando in casa delle bomboniere, A scuola si usa spesso per i classici lavoretti o per fare dei lavori artistici in classe che richiedono anche delle creazioni che vadano oltre al disegno con pastelli e pennarelli.

Anche a Natale e a Pasqua la fustellatrice è davvero quel che ci vuole per chi realizza in casa tutti gli addobbi e i segnaposti e vuole farlo con impegno e originalità. Oltre che ad incidere, questo strumento può servire anche a embossare vari tipi di materiale proprio con un’apposita “fustella” che fa un effetto in rilievo molto simile a qualcosa di ricamato, per via del gioco di ombre e luci che ne segue.

Fustellatrice: macchina

Su Amazon uno dei modelli di fustellatrici che va più a ruba è quello della Sizzix chiamato “Big Shot Plus”. Lo troviamo a 180 euro compreso di “Starter Kit”, davvero uno strumento potente e allo stesso tempo molto semplice ed intuitivo da utilizzare. E’ questo il bello del modello che vi sto consigliando e il motivo per cui va così a ruba.

Se avete l’abitudine del fai da te, conviene effettuare questo investimento, è importante avere uno strumento agile e sicuro come questo. Se vediamo come è fatti, ha due rulli che comprimono la forma prescelta che si vuole ritagliare. Grazie alla pressione esercitata da questi, ecco che si taglia il materiale che può essere carta o altro. Oltre ai tagli, la macchina della Sizzix fa anche delle embossature di vario formato a seconda dei casi e delle esigenze. Il kit per partire ad usarla è davvero molto ricco e utile, comprende alcune formelle, tappetini e cartoncini per fare subito delle prove ed impratichirsi.

Fustellatrice macchina 

Fustellatrice economica

Quando si resta nell’ambito di strumenti per un utilizzo domestico si resta anche bassi coi prezzi e anche ridotti nelle dimensioni. Le fustellatrici che possiamo desiderare per i nostri lavoretti sono oggetti che possono essere riposti nello sgabuzzino senza bisogno di fare sforzi per fare loro spazio e non prevedono l’impiego della tecnologia digitale.

Esistono diversi modelli ma nemmeno troppi, visto che non tutti sanno nemmeno che esiste e di certo non è la prima cosa che si pensa di acquistare. Se si decide di acquistarne una è bene sapere che ci sono tre tipologie di fustellatrici esistenti ma la più comune è quella a pressione, detta Punch, semplice ed economica, utilizzabile anche dai bambini o da principianti del fai da te. Su Amazon possiamo acquistare uno dei modelli più noti e ben recensiti, quello della Artemio, al costo di 13 euro. Con uno strumento del genere puoi creare anche con la plastica e la stoffa.

Fustellatrice: modelli

Fustellatrice: modelli

Oltre alle fustellatrici a pressione, vediamo che altre tipologie possiamo incontrare mentre cerchiamo quella che fa al caso nostro. Ci sono quelle elettriche, ad esempio, che sono ottime anche per tagliare ad esempio materiali più ostici come il vinile, il cartoncino, il feltro e la stoffa. Rispetto ad altri modelli, questo è più potente ed efficace, può funzionare con certi spessori che altre fustellatrici non riescono ad affrontare. La pecca di questo tipo di strumento è che spesso non prevede l’opzione di realizzare effetti di embossing che i decoratori invece ritengono essenziali perché permettono di riprodurre effetti di texture molto accattivanti.

Per uso hobbistico semi professionale il modello più diffuso sul mercato è quello manuale che ha prezzi ridotti ed è il preferito da chi ha bisogno di uno strumento da usare in casa per la realizzazione di lavori artistici di vario tipo. In questo caso il taglio avviene tramite una pressione esercitata sul materiale che si desidera lavorare, attraverso una fustella e per mezzo di rulli.

Fustellatrice: prezzi

Al variare dello strumento possono cambiare molto anche i prezzi, anche se restiamo sempre nell’ambito di fustellatrici per uso non professionale e non industriale. Si passa dalle 10 euro del modello per bambini, leggero e agile, alle 100 e passa euro delle fustellatrice con tante funzioni e capaci di tagliare molte varietà di materiali.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 3 settembre 2018