Fragoline di bosco in vaso

coltivazione fragoline di bosco

Tutte le istruzioni alla coltivazione delle fragoline di bosco in vaso, per coltivare, in casa o sul balcone, tante piantine di fragole selvatiche.

Le fragoline di bosco o fragole selvatiche, sono indubbiamente tra i frutti più amati dagli italiani: sono dolci e succosi e… si fanno pagare. Al supermercato, infatti, una piccola confezione da 30 – 50 g di fragoline selvatiche si fa pagare anche più di 3 euro. Eppure, un paio di piante coltivate in vaso possono dare grandi soddisfazioni! Oggi scopriremo come coltivare le fragoline di bosco in vaso.

Nota bene, i termini fragole selvatiche e fragole di bosco, sono sinonimi e indicano quelle piccole fragoline mostrate nella foto in alto!

Dove coltivare fragoline di bosco in vaso?

Niente pieno sole, niente luogo extra-luminoso… le fragoline di bosco non vogliono questo! I vasi con le vostre piante di fragoline di bosco andranno posizionati in luoghi ombreggiati e umidi.

E’ possibile avviare una coltivazione di fragoline di bosco solo a patto che il luogo scelto sia particolarmente umido e posto in posizione dove i raggi del sole sono massicciamente filtrati. 

Come coltivare fragoline di bosco in vaso

La coltivazione si può avviare con piantine già sviluppate o mediante la semina. Non è difficile trovare, in commercio, sia piantine che semi di fragoline di bosco.

Se avete difficoltà nel reperire semi o piante, su Amazon, a questo indirizzo“, potete trovare una selezione di semi di fragole selvatiche ad alta germinabilità.

La varietà segnalata è molto produttiva e, anche se coltivata in vaso, necessita di spazio perché riesce a produrre getti pendenti lunghi fino a 150 cm così come mostrato nella foto in basso. Si tratta di fragole selvatiche molto aromatiche e dalla fioritura precoce.

Come e quando seminare le fragoline di bosco?

Per facilitare il tutto, seminate in contenitori alveolati (anche questi puoi trovarli tranquillamente presso garden center o su Amazon). Il periodo migliore per la semina coincide con la primavera o con la fine dell’estate in caso di coltivazione di fragoline di bosco in serra o in casa.

Per la germinazione e per garantirne la crescita, le fragoline di bosco dovrebbero essere poste a temperature comprese tra i 16 e i 22 °C.

Quando il seme avrà prodotto una piantina ben sviluppata, con 4 – 5 foglie, questa potrà essere trasferita in vaso.

Per ogni piante, scegliete un vaso da diametro di 30 – 35 cm. Se la coltivazione della fragola di bosco in vaso viene avviata a inizio primavera, la fioritura e la prima produzione dei frutti avverrà tra l’estate e l’autunno.

Per la coltivazione in vaso scegliete un terreno fertile, leggermente acido e arricchitelo con del concime specifico.

Come concimare le fragoline di bosco

Le fragole selvatiche vivono nei sottoboschi, dove il terreno è ricco di microrganismi, humus e materiale in decomposizione. Per questo motivo, evitate un concime universale. Tra i vari concimi presenti in commercio, personalmente utilizzo il fertilizzante “Neudorff”, si tratta di un concime molto completo che apporta anche microrganismi simbionti al terreno. E’ vero, le istruzioni sono in tedesco ma è facile da usare.

fragoline di bosco in vaso

Al momento della messa a dimora, aggiungete 100 g di concime da mescolare al terriccio di ogni vaso. Verso la metà di maggio (per migliorare e sostenere la fioritura che avverrà verso giugno), aggiungete ulteriori 20 grammi interrandoli superficialmente nel vaso.

Questo concime è proposto su Amazon al prezzo di 12,91 euro per il sacco da 2,5 kg (vi sono anche confezioni più piccole). Per tutte le informazioni vi rimando alla pagina Amazon: Neudorff. Il concime segnalato è naturale al 100% e ammesso in agricoltura biologica.

A prescindere dalla marca/concime che sceglierete, al momento dell’acquisto assicuratevi comunque di prendere un concime specifico per frutti di bosco, che non solo possa apportare una porzione bilanciata di azoto, fosforo e potassio (NPK 7 – 3 – 10), ma che vada ad aggiungere anche microrganismi simbionti che migliorano l’assorbimento di nutrienti da parte dell’apparato radicale delle piante.

Come irrigare le fragoline di bosco

Le piante di fragole selvatiche sono abituate a un terreno a reazione acida, vivono nei sottoboschi e… per l’irrigazione dovreste evitare l’acqua del rubinetto se è calcarea. Se irrigate con acqua del rubinetto, sarete costretti a compensare con qualche concimazione in più. Se ne avete la possibilità, nell’ideale dovreste irrigare con acqua piovana o al massimo con acqua distillata, prelevata magari dallo scarico del condizionatore.

Consiglio: per mantenere l’ambiente umido, nel sottovaso, disponete delle piccole palline di argilla da mantenere costantemente bagnate.

Pubblicato da Anna De Simone il 15 novembre 2017