Farfalle rare

Farfalle rare

Farfalle rare e belle, ma non per forza, ci sono farfalle anche marroni e insignificanti che sono comunque rare, come analogamente certe farfalle rare per nulla sono bellissime e le possiamo osservare semplicemente facendo un giro nel parchetto più vicino a casa.  Le farfalle, bisogna sapere dove trovarle, soprattutto se sono farfalle notturne



Le farfalle sono centinaia di migliaia, esistono più di 250.000 specie, dalla più piccola Brephidium exilis, alla “gigante” Ornithoptera Alexandrae, la farfalla della Regina Alessandra. In mezzo ci sono tante farfalli comuni e alcune farfalle rare, da proteggere e da conoscere. Ad esempio la falena del genere Calyptra, nota per il suo potere di vampirizzare i mammiferi con la proboscide. Vive negli Urali, in Asia, e si ciba anche di sangue. Ci sono altri esempi meno truci, di farfalle rare, come quelle che percorrono grandi distanza come maratonete, le Vanessa Cardui, sorvolando anche la nostra Europa.

Farfalle rare

Vediamo alcuni esempi di specie considerate rare e allo stesso tempo interessanti da raccontare. C’è la Diaethria Clymena, ad esempio, che porta delle strisce bianche sulle ali che disegnano il numero 88. Davvero molto particolare, vive in Europa centrale e si nutre di frutta in decomposizione.

La Smeraldo, detta anche Papilio Palinurus, è tra le più colorate al mondo: sfoggia ali verdi con riflessi blu e gialli anche di 10 cm, vola dalle parti della Malesia dell’Indonesia e delle Filippine. In America del Sud troviamo la Civetta Gigante, rara e grande, ma che vive davvero poco, massimo 150 giorni.

Farfalle rare

Farfalle più rara del mondo

Come fare a gara tra chi è più rara, tra farfalle rare che ogni giorno lottano per la conservazione della propria specie? Di mese in mese cambiano i numeri e le condizioni ambientali, senza contare che l’habitat delle farfalle rare è spesso minacciato dalla presenza dell’uomo e dai danni che provoca.

Scura e marrone, ma tra le più rare, c’è la farfalla Foglia morta. Il suo vero nome è Kallima Inaco, è brava a camuffarsi ma purtroppo non è abbastanza per garantire lunga e prolifica vita. Questa farfalla è particolare, un po’ emblematica nella sua natura, perché se nella parte superiore delle ali è marrone, insignificante se non brutta, in quella inferiore nasconde colori brillanti, tra cui blu, bianco e arancio come una creatura tipica delle foreste tropicali dell’Asia in cui effettivamente vive.

Detta “Ali di vetro” la Greta Oto ha ali trasparenti che la rendono quasi invisibile a molti predatori, inoltre migra dal Messico o dalla Colombia, fino alla Florida coprendo distanze non banali. Ali trasparenti anche per la Sylphina Angel, Chotinea Sylphina, farfalla rara che vive poco lontano, in Sud America e si nutre di fiori ricchi di nettare.

Stessa zona, altra farfalla, sempre tra le rare: la Zebra Longwing, la farfalla ufficiale della Florida, ma che in verità vive in America del Sud e vive circa 6 mesi. Volando magari incrocia la Morfo blu, grande e blu, ovvio, con ali di anche 15 cm! Oltre al colore e alle dimensioni, particolare anche l’odore che rilascia dalle ghiandole quando viene minaccia.

Spostandoci in Asia del Sud, tra le farfalle rare troviamo la Peacock Pansy, (Junonia Almana), con i suoi grandi occhi impressi sulle ali che sono quasi ipnotici. Una specie messa in pericolo dagli insetticidi utilizzati contro le zanzare.

Farfalle più rara del mondo

Farfalla più rara d’Italia

In Italia ci sono parecchie farfalle, alcune anche rare, tra cui la Apollo (Parnassius Apollo), con il corpo bianco coperto da macchie a forma di occhio sulle ali. Oltre che nel nostro Paese, vola anche in Spagna e in Francia ma resta sempre rara, molto rara, tanto da essere considerata tra le specie di farfalla più minacciata in tutta Europa. Per una panoramica delle Farfalle italiane vi rimandiamo all’articolo dedicato

Farfalla più rara d'Italia

Farfalla rara malattia

Non è una farfalla, ed è più sgradevole della farfalla più orribile che si possa immaginare. Si chiama sindrome dei bambini farfalla ed è una malattia genetica rara che provoca una forte fragilità della pelle. Come quella delle ali di una farfalla. Chi ne soffre, spesso si tratta di bambini, si copre di mucose e bolle, vesciche e lesioni dovute al distacco della pelle.

Il problema sta soprattutto nel fatto che da questo, possono insorgere infezioni, possono seguire dolore, perdita di liquidi, squilibri nei parametri ematici, cicatrici e anche tumori della pelle.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 2 luglio 2018