Euryops pectinatus: coltivazione

Euryops pectinatus

Eurypos, una bella margherita gialla che ci sarà capitato spesso di ammirare sena poterla chiamare per nome. Eccola, è lei. Ne esistono varietà diverse ma il suo giallo inconfondibile e la sua semplice eleganza sono difficili da confondere e anche da dimenticare. Vediamo se e quando è possibile ospitarla in giardino o sul balcone. Oppure in una aiuola della nostra città.



Euryops pectinatus

Le origini di questo fiore sono africane e di solito si consiglia di coltivarlo in aree vicino al mare. Le foglie che spuntano all’inizio della primavera sono di un verde che tende all’argenteo, mentre i fiori sono di un giallo molto intenso.

La fioritura dell’Euryops pectinatus è piuttosto lunga ed è anche per questo che si tratta di una pianta apprezzata e “comoda” per creare macchie di colore persistenti. I fiori hanno la particolarità di crescere anche in inverno e per alcune specie come la Abrotaanifolius e la Evansii, durano fino a giugno.

Euryops pectinatus: coltivazione

Il terreno leggero, sciolto, con torba di sfagno, terriccio di foglie, sabbia o argilla espansa, è il migliore per questa pianta che preferisce quello ben drenato. E’ semirustica e va tenuta in posti molto ben soleggiati perché è sensibile al gelo.

Se abitiamo in regioni dove la stagione invernale è minore di 15 gradi, in inverno è meglio tenere al riparo questa pianta dai fiori gialli. Il periodo per concimarla va da aprile all’autunno, poi non serve.

Euryops pectinatus

Euryops: potatura

Tende a diventare lunga, sempre più lunga, e se non la si ferma, non è detto che non possa iniziare a creare fastidio alle piante accanto oppure ad un vialetto, se la abbiamo lì sistemata come decorazione. Meglio quindi potarla a fine fioritura in modo che mantenga anche una forma decorosa. Ricordiamo di non esagerare con l’acqua in inverno mentre in estate va tenuta innaffiata con regolarità.

Euryops pectinatus

Euryops: fioritura

E’ il fiore giallo che conquista, con la sua forma semplice ed essenziale ma non per questo meno elegante. L’Euryops pectinatus è un arbusto sempreverde, può essere alto anche un metro e mezzo e largo un metro, le sue foglie sono verde bottiglia, non troppo piccole e con una forma frastagliata.

Da luglio a settembre spuntano i fiori gialli e molto grandi. Nel Sud questa pianta vive sempre all’aperto, potendo contare su temperature sempre miti, al Nord invece è necessario metterla al riparo nella stagione del gelo, oppure possiamo scegliere di tagliarla a 10 cm d’altezza e pacciamarla.

Per farla fiorire al top, posizioniamola al sole, all’ombra produce poco, a mezz’ombra possiamo ottenere dei discreti risultati.

Euryops pectinatus

Euryops pectinatus: margherita gialla

Noto a tutti, anche a chi ne conosce il vero nome, come margherita gialla, l’Euryops pectinatus può essere un ospite in giardino ma anche sui terrazzi, meglio se orientati in modo da avere molto sole. Sui balconi la si sistema dove c’è luce e vento, in giardino spesso viene usata per decorare le aiuole oppure per fare da bordura. Se la teniamo in vaso, dobbiamo pensare che debba avere un diametro minimo di 30 cm.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Ti potrebbe interessare:

Pubblicato da Marta Abbà il 12 giugno 2017