Dispersioni elettriche, come individuarle

dispersioni elettriche

Dispersioni elettriche: informazioni sulla ricerca e la verifica degli effettivi consumi e le dispersioni di elettricità.

Le dispersioni elettriche consistono nella perdita della carica elettrica da parte di un conduttore carico mal isolato.

In caso di dispersioni elettriche in casa aumenta vertiginosamente l’inefficienza dell’impianto elettrico, in altre parole si hanno perdite di elettricità che poi gravano sulla bolletta elettrica che diventerà irrimediabilmente salata.

La legge stabilisce che l’impianto elettrico domestico debba essere dotato di un sistema di protezione, l’interruttore differenziale, meglio noto come “salvavita”. Questo interruttore sospende in automatico il flusso di corrente elettrica nell’impianto in casa quando rileva una dispersione elettrica. A causa dell’interruttore differenziale, il primo sintomo delle dispersioni elettriche è proprio l’interruzione dell’erogazione della corrente elettrica da parte del contatore (salta la corrente e bisogna riattivarla dal contatore centrale).

Dispersioni elettriche, le cause

Quali sono le cause delle dispersioni di corrente elettrica in casa? Tra le cause più comuni (e anche più indolori da un punto di vista di riparazione) vi è la presenza di cavi elettrici non collegati bene, scoperti, interruttori o prese difettose.

Se avete da poco acquistato un elettrodomestico o semplicemente montato un nuovo lampadario, fate attenzione che il collegamento sia avvenuto a dovere. In genere, le cause delle dispersioni elettriche sono legate a:

  • un impianto troppo datato, trascurato e/o usurato
  • impianto elettrico senza la messa a terra
  • un impianto elettrico non a norma di legge
  • salvavita difettoso
  • cavi elettrici collegati male o che non sono stati stretti bene
  • cavi elettrici scoperti
  • prese, interruttori, deviatori o “trespine” difettosi
  • problemi nell’isolamento dell’impianto
  • guasto agli elettrodomestici (molto comuni sono le dispersioni elettriche del frigorifero o del forno).

La verifica delle dispersioni elettriche

La ricerca delle dispersioni elettriche è possibile sfruttando due strumenti, il multimetro digitale o la pinza amperometrica. In questo articolo vedremo come eseguire la verifica delle dispersioni elettriche sfruttando un multimetro digitale.

Questo strumento è facile da usare, è sicuro e si compra con pochi soldi: su Amazon, un Multimetro digitale intuitivo e pronto all’uso è proposto al prezzo di 18,04 euro con spese di spedizione gratuita. Per usare il multimetro appena indicato potete seguire le istruzioni qui elencate:

  • Accedete al quadro elettrico di casa e individua le leve del differenziale salvavita e termico per la protezione dei cavi.
  • Sul differenziale del salvavita premete il pulsante TEST per abbassare la prima leva, poi abbassate la seconda leva del termico. Questa procedura va eseguita senza abbassare le leve delle prese e dell’illuminazione.
  • Scollegate tutti gli utilizzatori dalle prese e chiudete eventuali bipolari, interruttori/deviatori di luce, in altre parole, staccate qualsiasi apparecchio elettrico della vostra casa.
  • Scollegate la spina dello scaldabagno.
  • Accedete nuovamente al quadro elettrico e smontate la maschera frontale utilizzando un cacciavite a croce.
  • Dal termico dovete scollegare il carico della fase per mezzo di un cacciavite.
  • Prendete il tuo Multimetro Digitale indicato in precedenza.
  • Inserite il cavo nero nella porta COM nera.
  • Inserite il cavo rosso nella porta 10A o 20A.
  • Spostate il selettore sul simbolo 10A o 20A.
  • Nel display del Multimetro Digitale deve esserci il simbolo ~ corrente alternata.
  • Mettete in serie il tester collegando il puntale nero COM sul cavo fase del carico di casa e poi collegate il puntale rosso direttamente al termico.
  • A questo punto, consenti il collegamento elettrico sollevando per prima la leva del differenziale del salvavita e poi la leva del termico.
  • Attendete qualche secondo affinché il tester completi la sua lettura.

La lettura vi dirà se in casa vi sono dispersioni di elettricità. Le ipotesi sono due:

Se tutto è ben isolato, sul display del Multimetro digitale dovreste leggere un valore pari a 00.00 con dispersione nulla. In caso di dispersioni termiche dovrete munirvi di una Pinza Aperometrica per rintracciare la dispersione di casa. Così come il multimetro digitale, anche la Pinza Aperometrica è di facile impiego e accessibili, buoni modelli si acquistano con 15 euro.

Se il Multimetro digitale segna 00.00 e non riuscite a spiegarvi come mai il contatore salta e del perché delle bollette così salate… supponete che qualcuno potrebbe letteralmente rubare la vostra elettricità. Per tutte le informazioni vi rimandiamo alla pagina “furto di energia elettrica“.

Pubblicato da Anna De Simone il 31 dicembre 2015