Cura dei denti con sistemi naturali

Cura dei denti

Esistono sistemi naturali per la cura dei denti? Con tutto il rispetto per i dentifrici in commercio, alcuni ottimi altri un po’ meno, quel che vogliamo capire è cosa si usava prima che arrivassero le varie paste dentifricie, e se nelle pratiche naturali di una volta per la cura dei denti ci sono cose ancora valide. La risposta è sì, e di seguito vediamo il perché.

Il più antico sostituto del dentifricio si chiama ‘sale’. Lo stesso che si usa in cucina, ovviamente fine e preferibilmente integrale perché, a differenza di quello raffinato, il sale integrale contiene ancora diversi minerali. Per una buona cura dei denti intingete lo spazzolino umido nel sale e passatelo con delicatezza. Avrete un effetto detergente, astringente e rinfrescante.

Antichissima è anche l’abitudine di usare la salvia, in foglie da sfregare sui denti o in infuso per gli sciacqui, come dentifricio naturale detergente e sbiancante. Una buona azione sbiancante la si ottiene anche con il bicarbonato (una punta sullo spazzolino), e se i denti sono macchiati si può aggiungere una goccia di acqua ossigenata.

La frutta può aiutare nella cura dei denti, certi frutti almeno. Il più conosciuto è la fragola, che aiuta a combattere il tartaro: passate sui denti un frutto tagliato a metà, fate agire il succo qualche minuto e sciacquate la bocca. Ovviamente funziona meglio se le fragole sono di stagione.

Anche la mela e la papaia sono utili nella cura dei denti perché entrambe esplicano un’azione detergente, astringente e rinvigorente sulle gengive e aiutano a eliminare l’alito cattivo. La papaia, non dimentichiamolo, ha anche tante altre proprietà terapeutiche.

Quale che sia il dentifricio, comprato in farmacia o fatto in casa, per una pulizia efficace e una buona cura dei denti sullo spazzolino ne basta mezzo centimetro. La quantità abbondante modello salsicciotto va bene per la pubblicità, il perché è facilmente intuibile. L’uso parsimonioso del dentifricio non ne diminuisce i benefici, ma ci aiuta a ingerire meno tensioattivi. Il che non guasta.

Dentifricio fai da te? Ecco come prepararlo con ingredienti naturali

Pubblicato da Michele Ciceri il 6 maggio 2015