Correre in inverno, tutti i consigli

correre in inverno

Correre in inverno: consigli su come correre con le basse temperature, abbigliamento, preparazione muscolare, riscaldamento e tutti i trucchi del perfect runner.


Con l’arrivo delle basse temperature molti corridori appendono le scarpe al muro ma non i più temerari, anzi, c’è chi proprio in questo periodo sta valutando di iniziare a correre.

Correre in inverno non fa male, a patto che si prendano le giuste precauzioni. I brividi di freddo e le contrazioni muscolari involontarie non aiutano la corsa, ed è per questo che bisogna indossare l’abbigliamento giusto così da correre in inverno prendere un malanno!

Se amate la corsa, altri buoni consigli sono reperibili nell’articolo dedicato alla corsa in cittàcorrere in città.

Correre in inverno senza ammalarsi

In primo luogo vedremo cosa succede all’organismo durante le corse invernali. Thomas Doubt del Naval Medical Research Institute ha studiato gli impatti sulla salute per chi decide di correre in inverno, le sue conclusioni hanno visto che:

  • Il consumo energetico si basa sui carboidrati e molto meno sui grassi. Per chi vuole imparare a iniziare a correre in inverno, significa che dovrà accontentarsi di percorrere solo brevi distanze. Il metabolismo basato principalmente sui carboidrati è un bel guaio per correre in inverno su lunghe distanza.
  • C’è una maggiore produzione di lattato quindi è più facile andare incontro a un debito di ossigeno. Per questo, per correre in inverno si consiglia di fare attività moderata come una corsa leggere (jogging).
  • Le contrazioni muscolari sono meno potenti, si sfrutta la fibra muscolare a contrazione rapida, questo potrebbe spiegare la maggiore produzione di lattato.

Per mitigare i danni delle basse temperature e per correre in inverno senza dover fare i conti con mal di gola e influenza, è possibile preparare adeguatamente i muscoli e indossare abbigliamento ad hoc.

Correre in inverno, il riscaldamento

In inverno il riscaldamento diventa ancora più importante. Attenzione però! Non devono aumentare i tempi di riscaldamento ma solo la qualità. Il riscaldamento è prezioso ma deve essere beve e piacevole: bastano 10 minuti di stretching dinamico e un po’ di salto con la fune per innalzare la temperatura del corpo e incrementare il battito cardiaco che a sua volta pomperà più ossigeno alle gambe preparando l’intero corpo alla corsa.

Correre in inverno, l’alimentazione 

La classica banana da mangiare prima dell’allenamento è ancora più indicata per correre con le basse temperature. Per affrontare al meglio la corsa invernale è bene alimentarsi nel modo giusto tutti i giorni: curate l’alimentazione! In una giornata fredda, per non ammalarsi, dopo la corsa è consigliata l’assimilazione di alimenti caldi, ottime sono le zuppe liquide e le vellutate.

Correre in inverno, l’abbigliamento giusto

Per quanto riguarda l’abbigliamento per correre con il freddo, non bisogna esagerare con gli strati! Bisogna coprirsi ma non troppo!

Vestitevi come se la temperatura esterna fosse di 5 – 6 °C superiore a quelle indicata dalla colonnina di mercurio. Correndo, la temperatura corporea aumenterà indicativamente di 5 – 6 °C, quindi queste è la strategia giusta.

Scegliete indumenti che non facciano ristagnare il sudore a contatto con la pelle: mentre correte al freddo, non dovete avere la sensazione di essere bagnati. I tessuti traspiranti sono i migliori per correre in inverno.

Correre in inverno con vento forte

Il vento può farci percepire la temperatura più bassa di ciò che è realmente. Nelle giornate ventose indossate una giacca antivento e cercate di iniziare a correre contro-corrente (contro vento) per poi finire la sessione di allenamento lasciando il vento alle spalle.

Se vi è piaciuto questo articolo su come correre in inverno potete seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Ti potrebbe interessare anche l’articolo sulla Pubalgia e  Calendario corse: maratone, mezze maratone, 10 km, 5 km e allenamenti di gruppo gratuiti.

Pubblicato da Anna De Simone il 12 ottobre 2015