Compostaggio domestico sul terrazzo

compostaggio-in-casa

Con le opportune precauzioni è possibile fare un piccolo compostaggio domestico anche sul terrazzo, il che permetterà di eliminare una quota della frazione umida dei rifiuti e di disporre di un po’ di concime per le piante. Chi vuole cimentarsi nel compostaggio domestico sul terrazzo può iniziare con piccole quantità, sperimentando il sistema di raccolta più adatto al proprio spazio o in funzione del tempo a disposizione.

Se si decide di fare il compostaggio sul terrazzo è bene pensare esclusivamente agli scarti di frutta e verdura cruda e alle foglie secche raccolte durante la pulizia del terrazzo stesso; lasciate perdere gli avanzi umidi di carne, pesce o altri scarti a degradazione lenta, che possono essere gestiti solo in un orto o in giardino di discrete dimensioni.

Il contenitore (composter) per il compostaggio sul terrazzo può essere anche molto artigianale, per esempio un vecchio secchio di pittura da 15 litri ben lavato e munito di coperchio non ermetico; è importante il coperchio per riparare da eventuali piogge, ma non deve essere ermetico perché il processo di degradazione delle sostanze ha bisogno dell’aria. I rifiuti organici vanno posti nel composter a strati, alternandoli a terriccio nella proporzione di 3:1.

Per fare compostaggio sul terrazzo si possono usare anche una cassetta di legno sufficientemente alta da consentire una stratificazione degli scarti organici con abbondante terriccio, o un cilindro fatto con una rete a maglie non troppo larghe posto su una cassetta di quelle della frutta in cui vi sia uno strato di terra di 15 cm. Anche in questi casi va rispettata la proporzione di 3:1 tra rifiuti e terriccio.

Per accelerare il processo di degradazione (tenendo presente che esistono dei bioattivatori naturali perfettamente ecologici) al compost possono essere aggiunti dei lombrichi, una decina magari, avendo l’accortezza di tenere coperto il composter con uno straccio da pavimento sempre umido. Tra gli scarti più graditi dai lombrichi ci sono la pulitura delle carote, la buccia delle pere, la barba dei finocchi e tutta la verdura tenera sminuzzata.

Avvertezze per il compostaggio sul terrazzo. Con il caldo nascono numerosi moscerini della frutta, è quindi importante coprire gli scarti con uno strato di terriccio quando li si mette nel composter. Attenti anche all’eccesso di acqua che fa marcire il compost, motivo per cui deve essere sempre protetto dalla pioggia. Contemporaneamente però il compost deve essere sempre umido e, se troppo secco, umidificato con spruzzature d’acqua.

Pubblicato da Michele Ciceri il 13 agosto 2013