Come correggere il compost

Compost

Come correggere il compost: il compost non è tutto uguale, dipende dal materiale di origine, e la differenza consiste essenzialmente nel rapporto tra carbonio (C) e azoto (N), cioè i due elementi chimici più importanti per le piante, della massa compostata. I rifiuti organici hanno tutti una composizione chimica diversa e il risultato non può che essere un compost più o meno a base carboniosa o azotata.

Se non avete il kit del chimico fai da te per le analisi (fare analizzare in laboratorio il contenuto della compostiera mi sembra eccessivo) potete farvi un’idea della composizione del vostro compost in base a quello che ci mette. Ecco per esempio alcuni ‘ingredienti’ suddivisi nelle due famiglie degli ‘azotati’ e dei ‘carboniosi’ con (tra parentesi) il relativo rapporto C/N.

Rifiuti organici ricchi di azoto: liquame (2-3:1), escrementi di polli o pollina (10:1), erba tagliata (12:1), rifiuti di verdura (13:1), rifiuti di cucina (23:1), piante di patata (25:1), sterco di cavallo 25:1), foglie di ontano, frassino e carpino (25:1), letame bovino (30:1).

Rifiuti organici ricchi di carbonio: foglie di tiglio, quercia e betulla, pioppo, faggio (40-60:1), torba (30-50:1), frutta (35:1), aghifoglie (30-100:1), paglia di orzo/legumino (40-50:1), paglia di segale/frumento (100:1), corteccia (100-130:1), arbusti (100-150:1), segatura di puro legno (100-500:1).

Indicativamente un buon compost utilizzabile come concime naturale ha un rapporto C/N compreso tra 25:1 e 30:1 ma le vostre piante potrebbero necessitare anche di altri elementi chimici. In questo caso è potete aggiungere sostanze addizionali (oltre che bioattivatori naturali)alla miscela del compostaggio. Ecco per esempio quali.

Diversi tipi di letame (contengono azoto ma anche potassio e fosforo, oltre a batteri e funghi che aiutano la decomposizione), scaglie di corno (azoto che viene liberato lentamente), farina di sangue (come il corno ma più veloce), farina d’ossa (fosforo e calcio), cenere di legna (potassio), farina calcarea di alghe (calcio, oligoelementi, silice), farina di roccia (silice, calcio e oligoelementi, è anche un bioattivatore e favorisce la formazione di humus stabile), farina di argilla (assorbe umidità e odori, favorisce la capacità di immagazzinare sostanze nutritive).

Ti serve una compostiera capiente? Ecco (acquistabile online con consegna a domicilio) una compostiera da 600 litri pronta per l’uso

Se acquisti la compostiera ti consiglio anche la base per compostiera

Può servirti anche una confezione (abbondante) di bioattivatore per compostaggio

 

 

Pubblicato da Michele Ciceri il 31 luglio 2014