Come vedono i cani

come vedono in cani

Come vedono i cani i colori e le forme, cosa riescono a percepire al buio, come percepiscono i movimenti. Ci sono molte false leggende che fanno nascere anche equivoci tra noi e i nostri fedeli quattro zampe, meglio approfondire mettendosi nei loro occhi, anche per immaginare la vita che hanno e come è la nostra dal loro punto di vista.



 

 

 

Come vedono i cani di notte

Per capire Come vedono i cani di notte va fatto un passo indietro, ricordando che in generale, non solo bel cane, la retina risulta formata dai bastoncelli, per la visione crepuscolare, e dai coni, per la visione diurna. Nel caso del cane, allora, visto che i primi sono molto più numerosi dei secondi, allora la vista durante le ore del crepuscolo risulta molto più efficace rispetto a quando il sole splende alto in cielo, nel bel mezzo del giorno.

Similmente accade in altri mammiferi, siamo noi uomini che abbiamo più coni che bastoncelli, motivo per cui preferiamo agire alla luce del sole, piuttosto che in aree con luce scarsa.

Come vedono i cani i colori

Grazie agli studi di Gordon Walls, esperto di vista e di occhi, oggi possiamo sapere che tutti gli animali con bastoncelli in un ambiente semi-diurno riesce a vedere tutti quei colori presenti in natura. Ciò vale anche per il cane ma, a causa dello sbilanciamento tra coni e bastoncelli, va tenuto conto che quando la luce è molto forte, i colori gli risultano più sfuocati. Un po’ come quando alle fotografie mettiamo un filtro artificiale per ottenere un effetto pastello.

Questo è ben diverso da ciò che per anni molti hanno cercato di sostenere, vale a dire che i cani vedessero il mondo in bianco e in nero. Non è affatto così. Subiscono un effetto pastello nel periodo diurno a luce piena e non sempre scorgono le tinte in “alta definizione”, ma hanno molte capacità visive che sono da invidiare.

Grazie alla presenza di una pellicola posteriore, il “tapetum lucidum” , i cani sono in grado di mettere a fuoco le forme anche al buio, sfruttando al meglio la luce che riesce a raggiungerli. Meno dei gatti, ma ben guardando, lo si nota, i cani hanno una certa luminescenza negli occhi.

come vedono in cani

Come vedono i cani di razza

Come vedono i cani, dipende anche dalla razza. Non ci sono cani predisposti alla cecità, quello no, ma il parametro della vista che può cambiare passando da una razza ad un’altra, è quello che riguarda l’ampiezza del campo visivo, sempre in generale molto maggiore rispetto a quella degli umani.

Vediamo Come vedono i cani da caccia: molto bene, direi, o meglio hanno larghe vedute dato che segugi italiani o levrieri coprono circa 270° , altre razze con musi meno affinati, più adatti per essere animali da compagnia, si fermano a 250°, per poi passare ai 180° se si misura l’ampiezza di campo visiva di cani come i Carlini, con il muso estremamente schiacciato.

La “regola” su Come vedono i cani in gradi di ampiezza, è che più il muso è allungato e appiattito, più gradi vedono, sempre tenendo conto che la visione binoculare è meno sviluppata.

Come vedono i cani cuccioli

Il cane fin da piccolo vede piuttosto bene e, se abbiamo a che fare con un cucciolo, subito potremo accorgerci della sua speciale sensibilità nell’avvertire i movimenti. Infatti, anche se sono vicini ad una persona o ad una cosa immobile, può capitare che i cani non ci badino, finché non avvertono un moto. Al contrario, anche se posti molto lontani, se gli oggetti si muovono, i cani li percepiscono molto prima di noi.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Marta Abbà il 24 febbraio 2017