Come lavare il cane

Come lavare il cane

Come lavare il cane: consigli pratici e istruzioni su come fare il bagno al cane in casa e con prodotti in grado di rispettare la salute del nostro amico a quattro zampe.

In molte città d’Italia si sono diffusi dei veri centri estetici per cani: provvedono alla pulizia del pelo, alla pettinatura e a vere e proprie acconciature! Alcuni centri offrono anche massaggi canini… Certo, queste attività sono svolte da operatori esperti, tuttavia, per provvedere all’igiene del cane, a volte, le mani più premurose sono proprio quelle del padroncino. In questo articolo ti spiegheremo come fare il bagno al cane in casa, sfruttando prodotti ad hoc.

Come lavare il cane con prodotti naturali o prodotti casalinghi?

Iniziamo da questo: in molti blog consigliano l’uso del bicarbonato di sodio, sapone di Marsiglia, dell’amido di mais o degli oli essenziali per disinfettare. L’amido di mais, così come l’amido di riso (molto utili per l’uomo), tendono a seccare il pelo del cane e inoltre non hanno alcun reale potere pulente. Il sapone di Marsiglia, se preparato in casa o naturale, si presenta con un pH leggermente basico e adatto al pelo del cane, ma non è privo di controindicazioni.

Per quanto riguarda gli oli essenziali, possono essere utili ma bisogna considerare che anche i cani, come noi umani, possono essere soggetti ad allergie. Noi umani riusciamo a comunicare in modo efficace quando qualcosa non va. Per il cane non è proprio così… quindi prima di usare un qualsiasi olio essenziale (essendo queste sostanze molto concentrate) consulta il veterinario o quanto meno diluiscile in altri oli naturali. Gli oli essenziali non vanno mai usati puri, ne’ sulla pelle umana, ne’ sulla cute canina!

La cosa più saggia da fare per la salute del nostro amico a quattro zampe, è quella di scegliere un detergente neutro e in grado di rispettare la salute del cucciolo.

Si può lavare il cane con lo shampoo o il bagnoschiuma usato per gli umani?
NO! La cute del cane ha caratteristiche diverse e lo shampoo che usiamo noi umani è troppo acido e potrebbe causare problematiche a carico della cute e del pelo.

Ti prego di abbandonare la logica del “Se va bene per me… va bene anche per il cane”… Cani ed esseri umani hanno esigenze molto differenti, indotte da una fisiologia molto diversa.

Considera che il cane non va lavato molto spesso, quindi un flacone di detergente specifico ti durerà molto tempo!

Se sei un amante dei rimedi naturali, non mancano in commercio prodotti appositamente formulati: ti consigliamo di non improvvisare con il fai da te.

Tra i vari prodotti naturali per fare il bagno al cane, ti segnalo lo “Shampoo Naturale 6 in 1” che si compra su Amazon al prezzo di 21,99 euro con spese di spedizione gratuite. Questo shampoo lava e disinfetta ed è formulato con ingredienti naturali clinicamente testati, quindi sicuro per il tuo amico a quattro zampe.

Per tutte le informazioni ti rimando alla pagina Amazon: Shampoo Naturale 6 in 1. Se non sei interessato ai detergenti naturali, sappi che in commercio trovi molti prodotti per lavare i cani, anche più economici. Sono più o meno tutti validi. Un detergente naturale, certamente è più delicato e rispettoso dell’ambiente, ma comunque non dovrà entrare in contatto con parti del corpo delicate come le mucose della bocca, con gli occhi o l’interno delle orecchie.

Quando lavare il cane

Gli intervalli di tempo tra un lavaggio e l’altro dipendono molto dallo stile di vita che conduce il cane e dal suo pelo. In genere si consiglia di fare il bagno al cane almeno due volte all’anno per i cani di appartamento che frequentano ambienti puliti, fino a intervalli più brevi se il cane frequenza centri urbani molto inquinati o in caso di pelo sporco. In ogni caso, il cane non andrebbe mai lavato più di una volta ogni due mesi.

Come lavare il cane

Prima di procedere al lavaggio, dovrai provvedere a spazzolare il cane.

Per sicurezza, dovresti inserire dei batuffoli di cotone nelle orecchie del cane: l’acqua non deve entrare! Dovrai rimuovere i batuffoli dopo il bagnetto.

Se il cane fa i capricci e non accetta i batuffoli, presta molta attenzione quando lavi la zona del capo. Quando lavi la testa del cane, fai attenzione a:

  • L’acqua e il sapone non devono andare negli occhi
  • L’acqua non deve andare nelle orecchie
  • Insaponare e massaggiare il cane
  • Risciacquare il cane con acqua tiepida e, possibilmente, usando una caraffa anziché il soffione della doccia.

Il cane può essere lavato in grossi contenitori o in vasche simili a quelle usate per i bambini. Il cane va risciacquato possibilmente con delle caraffe, versando l’acqua in modo delicato su tutta la lunghezza del corpo, partendo dal capo. Il soffione della doccia potrebbe spaventare il cane rendendo l’esperienza del lavaggio pessima. Il cane deve sentirsi a suo agio in ogni fase così, bagnetto dopo bagnetto, non farà alcun capriccio.

Balsamo sì o balsamo no?
In realtà non si chiama “balsamo per cani” ma “lozione districante”. L’uso di questa sorta di balsamo è consigliata solo per i cani a pelo lungo: aiuta a sciogliere i nodi e rende il pelo più lucido.

Dopo il lavaggio, dovrai prima tamponare con degli asciugamani. Il cane va asciugato bene: tampona e strofina leggermente il pelo con asciugamani molto assorbenti, e poi lascia il cane al sole se sei in piena estate.

Se hai fatto il bagno al cane in inverno, è più opportuno usare un phon, ma prendine uno a bassa potenza e regolando il getto d’aria al minimo sia in termini di intensità che di temperatura. L’aria del phon dovrà essere tiepida e non calda.

Può essere utile: cattivo odore del cane

Pubblicato da Anna De Simone il 4 settembre 2018