Come lavare i tessuti in lavatrice o a mano

Come lavare i tessuti

Come lavare i tessuti in lavatrice o a mano: consigli per impostare il lavaggio giusto in base al tessuto da lavare (lana, seta, cotone, piuma, spugna…). Temperatura, centrifuga e consigli sul detersivo da usare.

Innanzitutto, per lavare un capo in piena sicurezza, è sempre importante leggere l’etichetta e identificare i vari simboli di lavaggio presenti. Per alcuni capi, infatti, è possibile eseguire lavaggi solo a basse temperature (30 °C), senza centrifuga e senza la possibilità dell’ammollo. Nell’articolo dedicato ai “simboli in etichetta“, potrai capire come interpretare l’etichetta del capo che hai davanti. In questa pagina ti darò dei consigli universali in base al tipo di tessuto da lavare.

Come lavare i tessuti in lavatrice

E’ importante capire che non tutti i tessuti sono uguali anche se portano lo stesso nome. Per esempio, una cosa è la pelle naturale, tutt’altra cosa è la pelle alcantara. Stesso discorso vale per la lana naturale e lana alpaca.

Quando hai dei dubbi su come lavare il tessuto che hai di fronte, leggi l’etichetta. Per sicurezza ti fornirò consigli universali fornendoti i parametri per abbassare al massimo il rischio di rovinare quel particolare tessuto.

Come lavare la lana

Per i capi di lana più delicati o lana alpaca (una lana particolarmente pregiata che può perdere la sua lucentezza con un lavaggio sbagliato) puoi optare per il lavaggio a mano oppure usare un lavaggio extra-delicato in lavatrice disattivando la centrifuga.

Molte lavatrici offrono il “lavaggio a mano”, cioè un lavaggio così delicato da essere paragonato al classico lavaggio a mano. Se la tua lavatrice non ti offre programmi di lavaggio extra-delicati, a basse temperature, dovrai rassegnarti a lavare a mano. In ogni caso, ti consiglio di usare un detersivo naturale, biodegradabile, così da non aggredire i tessuti.

Come lavare il cotone

Il cotone bianco può sopportare lavaggi fino a 90 °C, al contrario, il cotone colorato non dovrebbe mai subire lavaggi con temperature superiori ai 60°C e sempre usando del detersivo delicato così da non rischiare di scolorire i capi.

Come lavare capi in piuma e imbottiti

Che sia piuma naturale (come la piuma d’oca) o piuma sintetica, dovrai prestare molta attenzione. Il motivo? Le piume occupano molto volume quando sono completamente disidratate e creano un effetto isolante. Per preservare giubbini imbottiti e l’imbottitura di qualsiasi capo, alcune lavatrici dispongono di un programma apposito, in assenza di questo, meglio affidarsi al lavaggio a mano. Anche in questo caso, è importante fare affidamento all’etichetta.

Come lavare asciugamani e spugne in lavatrice o a mano

tessuti in spugna come quello di asciugamani o accappatoi, possono infeltrirsi facilmente quindi evita la centrifuga e soprattutto evita di asciugarle in pieno sole. In genere è l’asciugatura con una disidratazione completa a rendere asciugamani dure. Per avere asciugamani morbide non lavare con temperature superiori ai 60° C e asciuga in zone a mezz’ombra.

Come lavare i jeans in lavatrice o a mano

La temperatura per il lavaggio dei jeans varia in base alla composizione del tessuto, si va dai 30°C ai 60°C. Per sicurezza, se non hai visto l’etichetta del capo, non superare i 30°C. Via libera alla centrifuga.

Gira al rovescio i jeans prima di lavarli così eviterai la comparsa di strisce bianche. Già, se i tuoi pantaloni o le tue maglie hanno strisce bianche, non è colpa del detersivo bensì delle centrifuga e del cestello, mettendo i capi al rovescio risolverai il problema.

Come lavare il cashmere in lavatrice o a mano

Il cashmere è tra i tessuti più delicati. Le maglie di cashmere non andrebbero lavate in lavatrice a meno che, come per la lana, non hai un programma dedicato e delicato quanto il lavaggio a mano.

Presta molta attenzione anche al detersivo che deve avere un pH neutro e non alcalino come quelli in commercio. Usa un detersivo dedicato alla lana e al cashmere come quelli che trovi a “questa pagina Amazon“.

Se le maglie in cashmere si sono infletrite, ristrette o deteriorate, quasi sicuramente non è stata colpa del lavaggio (che comunque dovrai fare a basse temperature, quindi a 30°C e solo con programma extra delicato o per lana) ma del detersivo.

Come lavare la pelle

Ogni tipo di pelle necessita di un trattamento diverso. Anche in questo caso, proprio come per il lavaggio di cashmere e lana, dovrai usare detersivi dedicati. I solventi e i detersivi che si trovano in commercio sono troppo alcalini e finiscono per deteriorare i capi o screpolarli. Assicurati di usare un detergente adatto come quelli che trovi a “questa pagina Amazon“. Note che alcuni saponi sono idonei al lavaggio a secco o funzionano come balsamo per ammorbidire e idratare le tue giacche di pelle!

Come lavare i tessuti senza scolorirli

Basse temperature e detersivi naturali sono la combinazione perfetta per non scolorire i tessuti. I capi che metti in lavatrice, in genere, si scoloriscono proprio a causa delle alte temperature raggiunte e soprattutto a causa dell’aggressività del detersivo.

Pubblicato da Anna De Simone il 19 giugno 2018