Come fare la talea di garofano

talea di garofano

Come fare la talea di garofano: periodo giusto, coltivazione e consigli per una rapida radicazione. Consigli per ottenere tante talee di garofano forti e rigogliose e indicazioni per la coltivazione.

Iniziare a coltivare il garofano per talea è molto semplice. Le talee di garofano si possono usare per realizzare aiuole colorate, per la coltivazione in vaso oppure, ancora, per avere una riserva di fiori da recidere.

garofani appartengono al genere Dianthus della famiglia delle Caryophyllacee. Si tratta di piante erbacee perenni, biennali e annuali, apprezzate per l’abbondante fioritura che può spingersi fino ai quattro anni. Per ottenere abbondanti fioriture, nel periodo autunnale, è importante moltiplicare i garofani per talea. La talea è un metodo di moltiplicazione di facile attecchimento.

Come coltivare i garofani

Tra i garofani più apprezzati figurano quelli delle specie Dianthus caryophyllus, Dianthus barbatus dianthus chinensis.

Il garofano Dianthus caryophyllus è una specie perenne cespugliosa che raggiunge un’altezza di circa 70 -80 cm. Questo garofano fiorisce dalla fine della primavera fino all’autunno; per la coltivazione preferisce posizioni luminose e soleggiate. Si adatta bene a qualsiasi terreno purché ben drenato.

Anche il Dianthus chinensis (nella foto in basso) è un garofano perenne. I suoi fiori sono riuniti in piccoli mazzetti di tonalità che vanno dal rosa al rosso. I suoi fiori sbocciano per tutta l’estate. Non sopporta i ristagni idrici e per la coltivazione necessita di un luogo soleggiato.

coltivare garofani

Il Dianthus barbatus (nella prima foto in alto) è conosciuto come “il garofano dei poeti”, è un’erbacea perenne anche se molto spesso è coltivato come pianta annuale, rinnovato di anno in anno con moltiplicazione per talea. Raggiunge un’altezza massima di 30 cm e, grazie alle sue dimensioni, si presta particolarmente bene per la coltivazione di aiuole basse o bordure fiorite. I piccoli fiori sono molto vivaci e riuniti in mazzetti; sbocciano a partire dalla primavera e continuano fino al termine dell’estate, in condizioni favorevoli la fioritura si spinge fino all’autunno. Per la coltivazione, necessita di una posizione soleggiata. Come le specie precedenti, anche in questo caso non è necessaria nessuna accortezza per il suolo, purché si ben drenato.

Come fare la talea di garofano

Per ottenere talee forti e di facile attecchimento, è necessario prelevarle da piante sane. E’ altrettanto necessario proseguire nel modo giusto e porre le talee nel substrato adatto. Ecco come coltivare i garofani per talee.

Talea di garofano, il periodo: ottobre – novembre.
In generale, il periodo migliore per moltiplicare il garofano per talea è l’autunno.

  • 1). Scegliete una pianta di garofano sana, priva di parassiti. Prelevate gli steli fioriferi più forti che abbiano 4 o 5 paia di foglie. Le talee di garofano dovranno avere una lunghezza di circa 10 cm.
  • 2). Le talee vanno prelevate con un coltello ben affilato, il taglio deve essere longitudinale in modo da ottenere una maggiore superficie di callo per facilitare la radicazione.
  • 3). Eliminate le foglie basali appena sotto un nodo e tagliare a metà quelle rimanenti.
  • 4). Per stimolare la radicazione, usate un substrato composto da miscela data da sabbia e torba. Riempite un grosso vaso (un cassone o un contenitore) con il substrato e interrate le talee a una distanza di circa 4 cm l’una dall’altra.
  • 5). Sistemate le talee di garofano in un luogo ben illuminato. Nelle prime due settimane dovrete irrigarle ogni giorno. Solo dopo 3 – 4 settimane sarà possibile trapiantare le talee di garofano in vasi singoli dal diametro di 6 cm.
  • 6). I vasetti potranno essere riempiti con del terriccio comune. Fate crescere in un cassone vetrato oppure in serra fino al momento della messa a dimora.

Piccola curiosità: il significato del Garofano 

Cosa significa il garofano nel linguaggio dei fiori?
Il garofano è un fiore semplice che simboleggia dignità, virtù e nobiltà. In ogni modo il significato garofano può cambiare in base al colore. Con un garofano bianco si proclama fedeltà eterna, con un garofano giallo si esprimono dubbi e incertezze. Il garofano rosa è un messaggio di tenerezza e affetto mentre quello rosse esprime passione ardente.

Pubblicato da Anna De Simone il 21 novembre 2015