Come coltivare il granturco

come coltivare il granturco

Esistono molte varietà di granturco, alcune delle quali particolarmente dolci e zuccherine. Ci sono poi varietà molto decorative e divertenti, come il mais ‘Arlecchino’ o il mais ‘Fragola’. Il primo ha la spiga tempestata di chicchi colorati che sembrano gemme preziose, mentre il secondo ha un piccola pannocchia rossa che assomiglia veramente molto ad una grossa fragola.

La coltivazione del granturco non richiede conoscenze particolari, bastano seguire alcune raccomandazioni. A tal proposito vi illustreremo come coltivare il granturco dandovi tutte le indicazioni necessarie.

Come coltivare il granturco, la semina
Il granturco o mais cresce bene ovunque, tuttavia preferisce terreni leggeri, fertili e ben drenati. Le pannocchie necessitano di sole per maturare, mentre le piante che si sviluppano in altezza preferiscono posizioni riparate dai venti forti.
Il granturco può essere seminato al coperto in semenzaio ad inizio primavera oppure direttamente nell’orto in aprile o addirittura in maggio a seconda della regione e dell’altitudine in cui viviamo.

  • In semenzaio

I semi vanno disposti in contenitori alveolati o in piccoli vasetti a 2,5-3 cm di profondità, facendo attenzione che le temperature del luogo non scendano sotto ai 20°. Per approfondimento sulla semina in semenzaio vi consigliamo la lettura dell’articolo “Semina in semenzaio”

  • In piena terra

Per la semina in piena terrapotrebbe essere utile riscaldare il terreno prima della semina, coprendolo per qualche giorno con un telo, se ancora le temperature non fossero abbastanza alte. I semi vanno disposti in aiuole quadrate, anziché su un’unica fila, perché il mais dolce si impollina con il vento e necessita della vicinanza di altre piante della stessa specie. Va messo un chicco ogni 30-40 cm a circa 2,5-3,5 cm di profondità. Tra fila e fila va lasciato almeno 60 cm di distanza. Il seme poi va ricoperto con poca terra.

Come coltivare il granturco, il trapianto
Le giovani piantine vanno trapiantate quando avranno raggiunto un’altezza di circa 8 cm. A questo punto si dovrà praticare l’acclimatazione, vale a dire tenere le piantine all’aperto per qualche giorno prima del trapianto per fare in modo che si adattino alle condizioni climatiche esterne. Fatto ciò sarà possibile trapiantare le piantine ad una distanza di circa 35-45 cm.

Come coltivare il granturco, irrigazioni e raccolto

  • Irrigazione

A meno che non si registrino periodi di siccità particolari, il mais va innaffiato quando le piante inizieranno a fiorire e soprattutto quando le pannocchie inizieranno a ingrossare.

  • Raccolto

Quando la pannocchia sarà grossa e turgida, incidete con un unghia i granelli che appaiono sotto le foglie, se il liquido che esce è acquoso significa che la pannocchia è ancora troppo acerba, se invece è biancastro significa che è pronta per essere cucinata. Se invece vogliamo raccoglierla per conservarne i chicchi secchi e ridurli in farina, dovremo aspettare che le barbe siano marroni e le foglie secche crepitino al solo toccarle!

Pubblicato da Anna De Simone il 1 aprile 2015