Coltivare il ciliegio

ciliegio

Avete mai pensato di adibire una parte del vostro spazio verde a frutteto. Tra gli alberi e gli arbusti che si prestano ad essere coltivati senza grosse difficoltà troviamo il ciliegio; può raggiungere i 30 metri di altezza, è molto resistente al freddo ma teme il caldo eccessivo. In questo periodo possiamo anche provvedere alla messa a dimora delle piante, reperibili nei vivai. Ma vediamo nel dettaglio come coltivare il ciliegio seguendo alcune indicazioni utili.

Coltivare il ciliegio, le indicazioni

  • Al momento dell’impianto prediligere una zona abbastanza soleggiata su un terreno fresco e ben drenato a medio impasto: è preferibile mescolare il terriccio con una parte di torba, sabbia e letame, lavorando bene il terreno in profondità già qualche settimana prima dell’impianto: il periodo migliore per praticare l’impianto del ciliegio va da ottobre ad aprile
  • Innaffiare regolarmente gli esemplari giovani, facendo attenzione a non creare dannosi ristagni idrici; i ciliegi adulti si accontenteranno dell’acqua piovana.
  • Durante il periodo autunnale e al termine dell’inverno, concimare le piante con dello stallatico maturo o del concime granulare a lenta cessione con una buona percentuale di azoto.
  • Provvedere alla potatura periodicamente, affidandosi ad esperti dato che si tratta di un’operazione piuttosto delicata: nel frattempo limitarsi ad eliminare i rami vecchi o danneggiati, utilizzando una lama ben affilata e disinfettata.
  • Se è il caso provvedere a eliminare i polloni che crescono alla base della pianta: sottraggono preziose energie ai frutti.

Coltivare il ciliegio, i parassiti
Fortunatamente il ciliegio non richiede particolari trattamenti nella prevenzione di parassiti e malattie.
L’unico problema maggiore può essere rappresentato dall’attacco della mosca del ciliegio, un insetto che depone le proprie uova nei frutti del ciliegio per permettere alle larve di nutrirsi delle sostanze in essi contenute. Il danno è notevole, consiste nella perdita del raccolto, dato che le ciliegie attaccate non sono più commestibili.: la mosca del ciliegio si presenta con delle striature sulle ali e una macchia gialla al centro del corpo. La prevenzione consiste nel compiere periodiche sarchiature del terreno attorno al ciliegio per portare alla luce le pupe che stanno svernando: senza la protezione del terreno, vengono esposte agli agenti atmosferici e moriranno. La sarchiatura va fatta con un rastrello per smuovere il terreno attorno al ciliegio.

Altro nostro articolo correlato che potrebbe interessarti: Innesto del ciliegio

Pubblicato da Anna De Simone il 6 gennaio 2014