Cibi surgelati: come gestire il freezer

Surgelati

Per i cibi surgelati esistono precise regole di conservazione necessarie per mantenere la qualità originaria del prodotto. Fondamentale è la gestione del freezer, il posto dove di solito conserviamo i surgelati (a meno che non si disponga il un congelatore-surgelatore dedicato) ma prima ancora viene l’attenzione in fase di acquisto.

Quando si acquistano cibi surgelati bisogna fare attenzione che non sia stata interrotta la ‘catena del freddo’. Per verificarlo basta guardare la confezione: una confezione molle, deformata e brinata in superficie indica che il prodotto ha già superato una fase di parziale scongelamento e non più possibile ricongelarlo. Importante è sapere che il cibo, una volta riportato a temperatura ambiente,  non può più essere ricongelato.

È utile conoscere la differenza tra surgelazione e congelamento,  che sono due cose diverse. Il congelamento domestico, in particolare, serve per conservare il cibo ma non permette di bloccare  completamente l’attività degli enzimi che provocano il deterioramento del cibo. Questo sarebbe possibile solo se il freezer operasse a temperature bassissime, ma non è mai il caso dei dispositivi incorporati nei frigoriferi. Servirebbe un congelatore dedicato.

Poi attenzione al freezer. La temperatura potrebbe essere più alta di quella che si crede di avere impostato, e di conseguenza inadatta alla conservazione dei surgelati, se le pareti sono incrostate di ghiaccio oppure se lo scomparto freezer è troppo pieno (leggi l’articolo Conservazione dei cibi in frigorifero). Ghiaccio sulle pareti e freezer troppo pieno queste due situazione sono negative anche dal punto di vista energetico perché fanno aumentare il consumo di elettricità.

Se poi siete degli utenti tecnologici e oltre che alla corretta conservazione del cibo in freezer siete attenti a eliminare gli sprechi di cibo legati alle scadenze dimenticate, potete ricorrere a un’App che consente di gestire la spesa prendendo nota di tutte le date di scadenza.

L’applicazione si chiama FrigOK, l’ha lanciata l’azienda di cibi surgelati Bofrost ed è scaricabile gratuitamente su smartphone con sistema operativo iOS e Android. Consente di inserire nella memoria dello smartphone le foto dei singoli prodotti con le relative date di scadenza e di tenerli sotto controllo tramite un semplice cruscotto a luci verde (scadenza lontana), gialla (scadenza vicina) e rossa (cibo scaduto).

Pubblicato da Michele Ciceri il 21 agosto 2014