Biometano da biogas

 

Biometano da biogas

Biometano da biogas, biometano dai rifiuti organici, ecco cosa accade nell’innovativo impianto realizzato a Cavenago Brianza (MB) dal tandem di ricerca e applicazione sul campo composto da Cem Ambiente e Università di Milano-Bicocca.




Biometano dai rifiuti organici

A otto mesi dalla prima sperimentazione, a dicembre 2015 è stato inaugurato il prototipo di impianto industriale che vede come protagonista una tecnologia nuova, tutta da testare e verificare sul campo, che ottiene biometano da biogas. Si chiama Smart upgrading e “lava” il biogas eliminando la CO2 per ottenere metano.

Detto, sì, perchè la tecnologia ha dato ottimi risultati ai ricercatori del Dipartimento di Scienza dei Materiali dell’Università di Milano-Bicocca, ora tocca vedere se saranno confermati, in condizioni reali di lavoro. Ecco perché questo prototipo e il ruolo di CEM Ambiente che lo ospita nella sua ex discarica a Cavenago Brianza per sperimentare come sia possibile avere biometano da biogas con lo smart upgrading suggerito dagli scienziati.

Cosa succede in questo impianto? Vengono utilizzati i rifiuti della discarica CEM Ambiente per produrre Biometano da biogas. Con questa mossa, oltretutto, si “ubbidisce” alla specifica legge che chiede espressamente biometano da biogas, dato che il primo ha già una sua rete e può essere utilizzato più e meglio e del biogas.

Biogas da biometano Cem Ambiente

 

Biometano da biogas: vantaggi

Come modalità per ottenere biometano da biogas, la tecnologia Smart Upgrading è del tutto innovativa e ha diversi vantaggi che, verificati, farebbero una bella differenza nel settore. Abbiamo detto che ciò che fa è “lavare”, eliminare la CO2. 

Ad un primo confronto con le sue competitor, le tecnologie tedesche e statunitensi, saltano agli occhi due principali vantaggi da attribuire a ciò che si applica a Cavenago Brianza. Innanzitutto si lavora con una sostanza di trasformazione biodegradabile e dal costo contenuto, e poi produce un gas made in Italy con un processo che richiede una quantità di energia molto bassa.

Oltre a richiedere poca energia, in confronto, anche i costi sono ridotti rispetto a quelli di tecnologie simili, quindi si può attribuire una certa economicità a Smart Upgrading, sia nel passo dell’investimento iniziale, sia nei successivi di gestione. Un altro vantaggio semplice ed evidente è che se otteniamo biometano da biogas, poi ciò che abbiamo è di facile utilizzo esistendo già una rete per la sua immissione.

Biometano da biogas: sostenibilità

Ottenendo biometano da biogas con smart upgrading, si ha anche il vantaggio della sostenibilità, perché le perdite di biometano risultano inferiori allo 0.05%. -un ottimo risultato al momento, guardandosi attorno, a cui aggiungere il fatto che i solventi usati sono completamente eco-compatibili quindi si opera nel pieno rispetto per la Salute e l’Ambiente.

biometano da biogas

Biometano da biogas: un progetto in linea con la normativa UE

L’impianto di Cavenago Brianza, per avere biometano da biogas, risulta in linea con le politiche comunitarie e nazionali che spingono sulla diffusione dei biocarburanti puntando sull’implementazione e sull’ottimizzazione delle tecnologie e dei processi.

Lavorando su questo aspetto, si potrebbe avere biometano da biogas, prodotto quindi dal trattamento di tutti i rifiuti organici e scarti vegetali, in quantità da coprire più del 20% del fabbisogno nazionale. Sarebbe anche un notevole risparmio per lo Stato e l’Italia risulterebbe anche un buon esempio rispettando gli impegni per la riduzione del gas serra.

Biometano da biogas: cos’è il biogas

Un piccolo ripasso di cos’è il biogas, dato che abbiamo parlato di biometano da biogas. Torniamo un passo indietro. Il biogas, prodotto attraverso processi di digestione anaerobica, è un vettore energetico con un contenuto di gas metano che può arrivare fino al 65% del contenuto in volume. Ad oggi questo non rende biogas utilizzabile come vettore energetico di grande diffusione, inoltre l’elevato contenuto di CO2 ostacola la sua introduzione nella rete pubblica del metano o l’utilizzo come metano da autotrazione.

Oggi le ricerche e le evoluzioni tecnologiche hanno fatto ci che economicamente vantaggioso il ricorso al processi che ottengono biometano da biogas. Il processo detto “upgrading”, serve per produrre un vettore energetico da fonte rinnovabile che abbia le stesse caratteristiche del gas naturale che possa essere utilizzato ed immesso in rete con la stessa efficienza energetica dagli attuali utenti di questo combustibile. Qui, qui in Italia, qui a Cavenago, siamo andati oltre, allo smart upgrading.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

Altri articoli che ti possono interessare

Pubblicato da Marta Abbà il 28 dicembre 2015