Tecnologia Biodry contro l’umidità di risalita

sistema-prosciugamento-muri-con-biodry

L’umidità di risalita o umidità da risalita capillare è un problema grave che si presenta (spesso) negli edifici quando i muri sono a contatto diretto con il terreno. Il danno non è soltanto estetico perché il dilavamento provocato dall’umidità altera il ph del cemento e attiva un deterioramento delle armature in ferro, oltre che la formazione di muffe malsane e maleodoranti sulle pareti umide. Un edificio attaccato dall’umidità di risalita è un edificio a rischio.

La soluzione però esiste, è tecnologica, non è invasiva perché non comporta interventi edilizi, è economica, ecologica e a portata di mano. Niente paura allora, perché l’umidità da risalita capillare è un problema risolvibilissimo, con i giusti strumenti e l’assistenza corretta di personale specializzato. La tecnologia che va per la maggiore si chiama Biodry.

Biodry non è altro che un sistema di prosciugamento naturale delle murature con problemi  di umidità da risalita capillare. Nel concreto si tratta di un piccolo dispositivo che viene applicato negli ambienti in cui è presente l’umidità e che ha la capacità d’invertire il flusso delle molecole d’acqua verso il terreno, trasportando così verso il basso anche l’umidità.

Tecnicamente il sistema funziona così: applicando Biodry si genera una zona con polo positivo all’interno dei muri e una zona con polo negativo nel terreno sottostante la casa. I muri formano così il polo positivo (+), il pavimento forma il polo negativo (-) e la cosiddetta ‘linea di potenziale zero’ viene spostata nel terreno sotto al pavimento. Si crea così un movimento di corrente verso il basso che attira l’umidità verso il terreno in modo costante.

Il prosciugamento dei muri avviene in un tempo che varia mediamente da 6 mesi a 18 mesi. La quantità di umidità di risalita presente nel muro, i cristalli di sale disciolti nell’intonaco e l’eventuale presenza di rivestimenti o d’intonaci a base di cemento possono variarne i tempi. Basta la pazienza insomma, visto che Biodry non richiede interventi murari, né additivi chimici, né onde elettromagnetiche o elettricità.

Certo la lotta all’umidità da risalita capillare non è una cosa fai da te, non soltanto perché Biodry Technology necessita del dispositivo ma anche perché serve assistenza per una corretta installazione e durante il periodo di prosciugamento per la misurazione e il monitoraggio di alcuni parametri importanti: verifica delle cariche elettriche e del potenziale elettrico, controllo del punto di rugiada, analisi chimiche dei materiali che compongono il muro e altro ancora. Wall & Wall Sagl, la società svizzera che distribuisce Biodry, fornisce anche questo tipo di assistenza.

Ma come si misura l’umidità? Serve un igrometro e se non l’avete potete comprarne uno online.  Per avere sotto controllo anche la temperatura e la pressione dell’aria secondo me è perfetta questa Stazione metereologica con barometro, igrometro e termometro

Se invece preferite uno strumento digitale affidabile vi consiglio questo Termoigrometro elettronico

Per leggere il parere di un esperto ti consigliamo anche il nostro articolo: Umidità di risalita: come eliminarla per sempre

Altro articolo correlato che ti può interessare: Pittura antimuffa per interni

Pubblicato da Michele Ciceri il 19 settembre 2013