La Biodiversità si impara nel Giardino Incantato della scuola

Bruco

Questo bruco abita nel Giardino Incantato

Tutela della biodiversità locale è anche la creazione di un habitat boschivo e di un orto didattico per far comprendere ai bambini l’importanza di questo argomento. L’idea è sponsorizzata da Ricoh Italia e si è concretizzata a Vimodrone (Mi) negli spazi della scuola d’infanzia e primaria di Via Fiume.

Il progetto si chiama Giardino Incantato ed è stato realizzato in collaborazione con gli esperti in biodiversità di Ecos Studio Associato. Nella porzione di habitat boschivo ricreata con cura sono state piantumate essenze vegetali tipiche del territorio per formare una siepe ed è stato realizzato un orto pensato per accogliere piante, animali, fiori e insetti. Inoltre, sono state installate cassette nido e mangiatoie che attireranno uccelli e insetti nei pressi dell’edificio scolastico.

l progetto Giardino Incantato – per il quale Ricoh ha ricevuto dalla Provincia di Milano la menzione speciale Impresa Responsabile – si amplierà nel tempo contribuendo alla nascita di una porzione di verde preziosa nel contesto urbano a tutela della biodiversità locale.

Oltre che alla conservazione della biodiversità, questa iniziativa punta a sviluppare la consapevolezza dell’importanza della tutela dell’ambiente anche nelle generazioni future, mediante momenti di formazione per gli insegnati e il coinvolgimento dei bambini in varie attività. Il Giardino Incantato diventerà infatti uno strumento di gioco e di apprendimento in cui gli alunni potranno osservare i cambiamenti stagionali e le abitudini degli animali.

“Ricoh Italia – spiega Roberto Ghibaudo Direttore Assistenza Tecnica, Qualità e Ambiente di Ricoh Italia – vuole dare un contributo positivo promuovendo la biodiversità per prevenire l’impoverimento ambientale derivante dalla distruzione degli ecosistemi. Il Giardino Incantato coniuga un’azione diretta sul territorio e sulle risorse locali a una componente di sensibilizzazione e di formazione che è indispensabile per ottenere risultati duraturi nel tempo. Dare ai bambini la possibilità di entrare in contatto con le piante e gli animali del nostro territorio significa far nascere il rispetto verso l’ambiente che ci circonda, a beneficio di tutta la comunità”.

 

 

Pubblicato da Michele Ciceri il 12 luglio 2012