Asilo nel bosco: come aprirlo

Asilo nel bosco

Asilo nel bosco, non è il titolo di una favola ma una realtà che fortunatamente è sviluppata anche in Italia anche se non è nata qui. Se il clima mediterraneo fa immaginare più gradevole l’idea di un asilo nel bosco dalle nostre parti piuttosto che nel Nord Europa, è proprio nei paesi che stanno più a Nord di noi che troviamo le origini di questo progetto.



Lo scopo di un asilo nel bosco è quello di far crescere i bambini a stretto contatto con la natura, coltivando consapevolezza e fiducia in Sè stessi e nell’ambiente che li circonda. Tutto questo attraverso il gioco.

Asilo nel bosco: cosa è

E’ un asilo speciale, una alternativa alle tradizionali scuole dell’infanzia, Kindergarten, nata in Danimarca quasi mezzo secolo fa, che prevede che tutte le attività classiche e non, vengano svolte nel bosco. L’asilo nel bosco, quindi, non è un edificio situato in mezzo al verde, l’asilo è il verde in cui stanno i bambini.

Qui gli educatori possono svolgere attività ludiche ed educative, per socializzare e imparare come è fatta la natura e come conviverci serenamente e in armonia. E’ una scuola che insegna ad accorgersi delle piccole cose che ci stanno attorno, fin da piccoli.

Asilo nel bosco

Asilo nel bosco: come aprirlo  

La preziosa esperienza di “nuovo paradigma educativo” nata a Ostia, Roma, è un esempio di come è possibile anche in Italia realizzare concretamente quello che nei Paesi del Nord è realtà da decenni. Attraverso questo DVD, su Amazon acquistabile a 16,50 euro, ci può approfondire la fattibilità dell’asilo nel bosco e cosa realmente significa aprirne uno.

Il DVD è “firmato” Emilio Manes, ma si tratta di uno pseudonimo formato da “Emilio”, nome dell’asilo gestito da Paolo Mai e Giordana Ronci, da cui è nato il progetto Asilo nel Bosco di Ostia (Roma), e “Manes”, nome dell’associazione di Danilo Casertano

Asilo nel bosco in Italia

Il primo asilo nel bosco è nato in Italia circa 3 anni fa, nella campagna di Ostia Antica, alle porte di Roma. Aperto ai bambini dai 2 ai 6 anni, fin dall’inizio ha rotto gli schemi educativi proponendone altri alternativi e molto attraenti per chi sceglie di educare i propri figli al rispetto della natura e delle persone.

La quotidianità scolastica si svolge quasi interamente all’aria aperta in questo asilo che ha come classi la natura, come maestre, oltre alle educatrici, le esperienze naturali che stimolano la curiosità, l’immaginazione, l’autonomia e la creatività. E non sono mai programmate fino in fondo.

Asilo nel bosco

Asilo nel bosco: formazione

Il modello educativo che sorregge un’idea come quella dell’asilo nel bosco non è affatto improvvisato né banale, è nato in Danimarca negli anni ’50 e via con gli anni, visti i primi risultati, è stato adottato da molti altri paesi d’Europa, come la Svizzera, l’Austria, il Regno Unito. Si basa sulla naturalezza, sulla familiarità, sulla fisicità, lascia i bambini liberi di scoprire cosa gli sta attorno fornendo gli strumenti per poi indagare ed essere sempre più curiosi e desiderosi di imparare.

Le educatrici e gli educatori di un asilo nel bosco rispettano l’autonomia del bambino, lasciano che eserciti le proprie abilità interagendo con l’ambiente ma senza abbandonarlo in mezzo al bosco nel vero senso della parola come nelle più cupe favole.

Attraverso il gioco, si arriva a mostrare ai piccoli la bellezza della natura e le potenzialità che essa racchiude, l’importanza dell’osservazione e anche della progettazione. Un metodo scientifico e green.

Asilo nel bosco Roma

L’asilo nel bosco nei dintorni di Roma più noto è proprio quello di Ostia Antica anche se in seguito ne sono nati altri. La sua origine sta nel fortunato incontro tra due realtà educative del X municipio di Roma nella campagna di Ostia Antica. Il modello è proprio quello danese e nord europeo, trae tuttora ispirazione da queste esperienze e dalle teorie come quelle di Montessori, Steiner, Agazzi , Freire e Rousseau.

Asilo nel bosco

Asilo nel bosco Lombardia

Anche Milano ha il suo asilo nel bosco e non è vero che a Milano non ci sono boschi! All’interno di Cascinet, luogo storico di Milano nei pressi del parco Forlanini, c’è un bosco e anche un asilo, lo hanno desiderato e creato l’associazione Naturiamo e i volontari che animano Cascinet, e non è solo un asilo ma una vera e propria comunità educante con il falegname, la sarta, l’orto, le api, le piante officinali. Fioccano i progetti e le richieste di iscrizione.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 12 settembre 2017