Come appendere un quadro

Come appendere un quadro

Come appendere un quadro: tutte le soluzioni per appendere un quadro al muro o a una parete in cartongesso. Consigli utili per appendere un quadro ben dritto e senza rovinare il muro.

quadri sono un complemento d’arredo molto importante: riescono a impreziosire una stanza conferendo effetti diversi in base ai soggetti scelti.

Per appendere bene un quadro bisogna considerare diversi fattori quali: la dimensione della tela, la presenza o l’assenza della cornice, il peso del quadro, la quantità di illuminazione che vogliamo dedicarci e il tipo di supporto. Circa il supporto, è facile capire che un conto è appendere un quadro al muro e tutt’altra cosa è appendere il quadro su una parete di cartongesso.

In questa pagina vedremo come appendere un quadro dritto e lo faremo analizzando le più comuni esigenze. Per appendere un quadro perfettamente diritto avrete bisogno di una matita e una livella a bolla. Vediamo subito le varie circostanze.

Come appendere un quadro senza bucare il muro

E’ possibile appendere un quadro senza chiodi e quindi senza bucare il muro. In questo contesto dovrete utilizzare dei prodotti adesivi tipo millechiodi o pasta collante. Tra i prodotti presenti sul mercato vi segnaliamo le Power Strips di Tesa in grado di sostenere quadri o altri oggetti a muro fino a un peso massimo di 2 kg. Queste strips sono dei nastri biadesivi molto durevoli e facili da usare, nella confezione ne escono 10, nel dubbio potete usare due strips per lo stesso quadro.

In alternativa vi segnaliamo il classico Millechiodi Pattex, molto più economico. Chi non vuole rischiare di rovinare il muro può usare il millechiodi Pattex in pasta che risulta completamente trasparente e quindi più indicato per non lasciare sbavature.

Come appendere un quadro su una parete in cartongesso

La guida appena vista è utile per appendere quadri su pareti di cartongesso. Il cartongesso non è un supporto solido, quindi assicuratevi che il quadro sia abbastanza leggero.

Come appendere un quadro pesante

Altro fattore da considerare è il peso del quadro. Se il quadro è molto pesante (alcuni quadri sono impreziositi da cornice in argento, in ottone o in altri materiali piuttosto pesanti) dobbiamo prendere in considerazione l’impiego di trapano e tasselli.

Se il quadro non pesa più di 2 kg, vi basteranno dei chiodi da 1,5 cm di lunghezza da fissare al muro con un martello.

Per un quadro più pesante è opportuno impiegare dei tasselli in sostituzione dei chiodi. Un quadro di grande dimensione necessita di almeno due tasselli:

armatevi di metro e matita, i tasselli dovranno essere posti a una distanza ideale. Segnate, sul muro, il punto esatto dove pianterete il primo tassello e usando una livella a bolla potrete allineare perfettamente il secondo tassello al primo.

Per appendere al muro un quadro pesante è necessario praticare un foro con trapano elettrico. La punta del trapano va messa in posizione perpendicolare alla parete e va esercitata pressione al fine di praticare il buco per l’inserimento del tassello. Il tassello dovrà essere di dimensione compatibile a quello della punta da trapano usata. Potete trovare informazioni più dettagliate nell’articolo Come fare buchi nel muro.

Per appendere un quadro pesante al muro dovrete usare fisher (tasselli) per la muratura. I Fisher di tipo S4 G nascono per fissare quadri al muro e ogni fisher supporta fino a 7 kg di peso.

Appendere un quadro su una parete in legno

Se il vostro è un prefabbricato in legno, vi sconsigliamo di forare le pareti. Se il muro o il supporto è di legno molto spesso potete usare chiodi semenza in ferro brunito da 12 mm, indicati proprio per il legno. In alternativa vi consigliamo di seguire i suggerimenti visti nel paragrafo dedicato a come appendere un quadro senza chiodi (senza bucare la parete).

Pubblicato da Anna De Simone il 6 ottobre 2016