Angoscia: cause, sintomi e come sconfiggerla

Angoscia

L’angoscia è una parola che io considero quasi onomatopeica, è una sensazione che si insinua in noi e che prende possesso non solo della nostra mente ma anche del nostro corpo. Chi l’ha mai provata almeno una volta in vita sua, tutti penso, sa bene che non è solo uno stato dell’umore ma si rispecchia in sensazioni anche fisiche. Auto condizionamento o meno, si può anche stare molto male. Vediamo assieme i sintomi più comuni di questa sensazione ma anche le possibili cure naturali, qualche consiglio per cercare di stare meglio e ridurre per lo meno un poco l’intensità di questa brutta sensazione.



Angoscia: cosa è

Tutti sanno che cosa è o ne hanno una vaga idea, ma spesso nel parlare si finisce per scambiarla con gli stati di ansia. C’è una bella differenza e chiariamola subito, La prima è un’emozione precisa e sopraggiunge sotto forma di crisi, mentre l’ansia è di natura più cronica.

Angoscia: sintomi

Può iniziare con una sensazione che sembra quella dell’ansia, poi però va oltre. Soffermiamoci su quella che ci potrebbe sembrare inizialmente una comune ansia passeggera. E’ una sensazione molto più comune dell’angoscia e può sopraggiungere in modo incontrollato o eccessivo.

Quando inizia, però, inizia anche senza motivo apparente oppure per un motivo scatenante minimo che, razionalmente, non dovrebbe dare luogo ad ansia e nemmeno a qualcosa d’altro. più grave. Dato che siamo esseri razionali fino ad un certo punto, dal nulla in crescendo l’ansia può arrivare a diventare incontrollata e scatenare stati di panico, più eclatanti.

Tuttavia, anche se non potente come l’angoscia, l’ansia viene comunque considerata una vera patologia con cause un po’ misteriose o per lo meno molto diverse da persona a persona. Ogni volta si deve indagare. Ci sono però in generale dei fattori che giocano un ruolo importante soprattutto quando l’ansia diventa cronica e sfocia in qualcosa di più.

Ci sono dei casi in cui l’ansia risale alla più tenera infanzia, magari viene ereditata da genitori iperansiosi che trasmettono le loro angosce ai figli. Può anche capitare il contrario, ovvero che dei genitori troppo esigenti arrivino a generare una mancanza di fiducia dando luogo ad ansia generalizzata e ad uno stato di angoscia che si protrae anche nell’età adulta.

Resta sempre molto difficile parlare della differenza tra le due sensazioni, è sottile, è un confine invisibile che ognuno di noi può porre dove ritiene in un certo qual modo. In medicina l’angoscia viene descritta e considerata come una forma esasperata di ansia. Le crisi d’angoscia, teoricamente, sono accompagnate da manifestazioni fisiche e anche neurologiche. Una persona angosciata nel vero senso della parola può anche arrivare a contrarre forzatamente e involontariamente i muscoli.

Angoscia: cause

Abbiamo già accennato alle possibili cause dell’angoscia, quando parte da delle piccole ansie passeggere che diventano croniche e sempre più calcate, con sintomi man mano più “pesanti” da tollerare. Ci sono anche casi in cui l’angoscia non è un crescendo di ansia ma spunta a seguito di uno shock. Voglio ricordare che per shock non si intende per forza un evento tragico a detta di tutti, ciascuno di noi può subire uno shock a seconda della propria sensibilità, per cose che altri nemmeno notano. Attenzione a non generalizzare troppo.

Angoscia: cause

Angoscia: cure naturali

Non è affatto facile gestire l’ansia e gli attacchi di panico, men che meno gli stati di angoscia che arrivano a farci “spegnere” il cervello facendoci smettere di ragionare. L’angoscia, più ancora dell’ansia, è spesso accompagnata anche da forti tensioni fisiche che arrivano a provocare dolore. Possiamo provare a sottoporci a delle sedute di massaggi o, ancora meglio, a di agopuntura o fitoterapia, per cercare di rilassarsi.

E’ importante, può diventarlo, il contributo di pratiche come la silvoterapia se non abbiamo un’angoscia legata alla solitudine o agli spazi aperti. Non dimentichiamoci che uno stile di vita sano, riposo e dieta sana, fanno molto contro l’ansia, come anche contro l’angoscia. Possono non essere l’unico rimedio, perché ci sono casi in cui è necessario ricorrere a dei farmaci, ma di certo aiutano a ristabilire un equilibrio psicofisico necessario per scacciare l’angoscia in modo definitivo.

Angoscia: libri

Tra i tanti libri “leggeri” e manualetti da autogrill, io vi consiglio un volume che invece va a fondo e scava. Vi ho avvisato. Si intitola “Aggressività, angoscia, senso di colpa”, scritto da Melanie Klein. Nel suo libro descrive l’angoscia, il senso di colpa e le influenze delle pulsioni nello sviluppo dell’io e dell’Es nello sviluppo infantile. Le sue descrizioni delle fantasie della primissima infanzia hanno squarciato un velo e contribuito a fondare una vera e propria scuola. Come Ernest Jones afferma non è azzardato dire che “la Klein è andata più in là di Freud.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su Twitter  e Facebook 

Pubblicato da Marta Abbà il 5 dicembre 2018