Amaryllis non fiorisce

amaryllis non fiorisce

Amaryllis non fiorisce: istruzioni per far fiorire l’amarillo. Dai concimi per stimolare la fioritura alle cure da dedicare alla pianta.

Amaryllis, pianta e cure

Amaryllis è un genere di piante originario del Sudafrica. Parliamo di bulbose che nel loro habitat naturale raggiungono un’altezza di circa 70 cm e che producono un buon numero di fiori profumati e grossi.

In genere, compriamo gli amarilli quando sono già in piena fioritura, tra gennaio e febbraio. Quello che portiamo in casa nostra è l’Amaryllis belladona comunemente noto come amarillide.

Questa pianta si sviluppa fino a 60-90 cm di altezza, produce fiori profumati riuniti in numero di 6 – 10. L’Amarillide vede foglie nastriformi, molto ornamentali, di un bel colore verde vivo che si sviluppano per 45 cm di altezza.

Di questa specie esistono molti ibridi. In ogni modo, a prescindere dalla specie di Amaryllis che avete in casa, se non fiorisce potete adottare strategie affini che descriveremo nel paragrafo successivo.

Amaryllis non fiorisce

Cosa fare se l’amarillide non fa fiori? I casi sono diversi e li analizzeremo tutti.

Se avete comprato la pianta solo lo scorso anno ed era in fiore tra gennaio e febbraio, sappiate che l’amaryllis in casa subisce un ritardo nella fioritura. Quando coltivata in casa, la pianta potrebbe fiorire in ritardo, quindi vi toccherà aspettare fino alla primavera.

Se avete acquistato la pianta molti anni fa, sappiate che l’amarillide fa fiori solo per i primi 4 – 5 anni, per questo motivo, i bulbi andrebbero rinnovati. Se avete una pianta, potete provvedere alla moltiplicazione dei bulbi in piena autonomia, agendo nel mese di luglio.

Se avete iniziato la coltivazione a partire dal seme, la prima fioritura si potrà manifestare dopo 3 o addirittura 6 anni.

Il genere Amaryllis non ha particolari esigenze, tuttavia è necessario che alla pianta sia fornita una posizione ben arieggiata (qualora fosse coltivata in casa). Per gli amarilli coltivati in giardino, dovete metterlo al riparo, magari adiacente a un muretto esposto a Sud così da garantirgli una buona esposizione solare e riparo dai venti.

Chi abita nel meridione d’Italia può mantenere la pianta a mezz’ombra ma sempre al riparo dal vento.

Per proteggere il bulbo, è buona pratica ricoprire il suolo con della pacciamatura (corteccia, foglie secche…).

Se lo scorso anno avete comprato un Amaryllis in vaso presso un vivaio, è opportuno eseguire un rinvaso così da fornire nuovo substrato alla pianta.

Cosa fare quando l’Amaryllis non fiorisce

In inverno si può fare ben poco, per l’azione dovrete aspettare l’autunno successivo così da rinvasare i bulbi. Meglio non scomodare i bulbi mentre sono in piena vegetazione.

Se l’Amaryllis fa foglie ma non fiori, attendete che le foglie ingialliscano completamente per poi tagliarle via.

In realtà, dopo ogni fioritura, le foglie gialle andrebbero tagliate e andrebbero rimossi anche i fiori ormai secchi.

Per far rifiorire l’amarillis è opportuno eseguire un rinvaso in autunno e, in questo periodo, aggiungere del concime. Se per il rinvaso vi consigliamo di attendere in autunno, per la concimazione c’è spazio anche in inverno.

Concime per stimolare la fioritura nell’Amaryllis

Per la concimazione dell’amaryllis potete usare concimi liquidi per piante da fiore. Se in casa avete un concime per piante fiorite, usatelo. Non è adatto il concime per orchidee o per gerani.

Il concime va somministrato ogni dieci giorni, dall’inverno (il presunto momento della fioritura) fino alla primavera.

Nell’ideale dovreste impiegare un concime in grado di apportare un rapporto bilanciato tra azoto (N), fosforo (P) e potassio (K) e in più che possa apportare boro (B), rame (Cu), manganese (Mn) e zinco (Zn), nutrienti essenziali per stimolare la fioritura delle bulbose e delle altre piante da fiore.

I concimi universali, in genere, apportano questi nutrienti ma è sempre opportuno leggere la scheda del prodotto prima dell’acquisto. Un concime universale che apporta i nutrienti citati è lo “Sprint”. Si compra su Amazon al prezzo di 11,49 euro con spese di spedizione gratuite. Per tutte le informazioni vi rimando alla pagina del prodotto: Sprint concime universale, flacone da un litro.

I concimi liquidi sono sempre concentrati, in questo caso, con un litro di prodotto riuscirete a ottenere 50.000 litri di liquido per le concimazioni. Vi basterà diluire mezzo tappo dosatore per ogni litro d’acqua.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 15 settembre 2017