Alopecia della barba

alopecia della barba

Alopecia della barba: cause, cure e trattamenti efficaci. Tutte le informazioni sull’alopecia areata della barba.

Alopecia areata: che cos’è

Si ritiene che l’alopecia areata sia legata a una risposta del sistema immunitario che va ad aggredire i follicoli piliferi, alcuni tipi di linfociti (cellule del sistema immunitario) attaccano i follicoli piliferi causando infiammazione e perdita dei peli o capelli.

Si chiama Alopecia Barbae ed è un particolare tipo di alopecia areata. Può subentrare come disturbo a sé, localizzato esclusivamente a livello della barba oppure in concomitanza con l’alopecia areata del cuoio capelluto.

E’ stato stimato che nel 50% dei casi, dopo la comparsa dell’alopecia della barba, il disturbo va a colpire anche i capelli in un periodo compreso di 12 mesi.

Alopecia della barba: cause

L’Alopecia Barbae o alopecia areata della barba, si manifesta soprattutto tra i 30 e i 40 anni di età, anche se statistiche su campioni di popolazione statunitense riportano un esordio prima dei 30 anni. Il disturbo risulta più accentuato in chi ha peli scuri.

Come insorge?
Nella zona della barba, appaiono delle chiazze delineate dove non crescono più i peli.

Questa forma di alopecia può manifestarsi nella zona tipica della barba, vale a dire: guance, mento, collo e contorno labbra.

Esistono diverse manifestazioni di alopecia areata, il tipo comune si può curare e non è associato ad altre patologie. In ogni caso, se compare l’alopecia della barba è opportuno chiedere un consulto medico. In alcuni casi, l’alopecia della barba (così come quella che interessa il cuoio capelluto) può essere associata con malattie autoimmuni.

Se l’alopecia è associata a forte stress, stato di perenne stanchezza, irritabilità, ansia e tensione costante, si parla di alopecia di tipo ipertensivo. Questa non va confusa con l’alopecia da stress.

Nonostante la classificazione dei diversi tipi di alopecia, nella realtà dei fatti non è stata evidenziata ancora una causa esatta. I ricercatori suppongono che l’alopecia sia una malattia autoimmune e che anche lo stress estremo può innescare la perdita di peli (alopecia della barba) e capelli (alopecia del cuoio capelluto) in persone particolarmente predisposte. Lo stress, infatti, in qualsiasi tipo di alopecia, sembrerebbe un fattore che tende a peggiorare i sintomi.

Si ritiene che particolari predisposizione genetiche possano contribuire alla comparsa del disturbo. In alcuni casi, come premesso, l’alopecia della barba è associata a malattie autoimmuni (lupus, artrite reumatoide, artrite eritematosa…) e disfunzioni della tiroide. Per questo motivo è importante consultare il proprio medico di fiducia.

Tra le altre cause evidenziate vi è una forte carenza di ferro (anemia) anche se non vi sono studi che possano provare con certezza questa relazione.

Alopecia della barba: cura

Trovare una terapia efficace contro l’alopecia della barba non è facile. Questa patologia tende ad avere un andamento cronico, inoltre vi sono fattori soggettivi che possono incidere. In generale, non sono consigliate terapie a base di cortisone a uso topico.

Sempre in termini generici, si preferisce scegliere prodotti rubefacenti (in grado di richiamare il sangue negli starti più superficiali della pelle per stimolare la produzione di peli) o immunoterapia topica.

Alcuni farmaci a uso topico (creme e lozioni) possono mostrare dei benefici ma quando si interrompe la terapia, l’alopecia ricompare.

In alcuni casi, i dermatologi potrebbero optare per iniezioni di corticosteroidi nelle aree colpite dalla perdita di peli. Questo trattamento è piuttosto invasivo e molto dibattuto.

Chi cerca un trattamento definitivo ed efficace può sfruttare le moderne tecniche di trapianto (Follicular Unit Extraction, Advanced Micro-FUE…). Queste tecniche implicano il trapianto di singole unità follicolari prelevate da un’area di crescita stabile e impiantate nelle zone dove la barba non cresce. Tale procedura è usata anche per l’alopecia del cuoio capelluto. Questa procedura è indolore, non lascia cicatrici e non richiede più sedute, tuttavia un repellente a questa cura può essere il prezzo.

Alopecia della barba: rimedi naturali

Per far ricrescere la barba nelle zone in cui sono assenti i bulbi piliferi, è possibile sfruttare le proprietà rubefacenti di alcuni oli essenziali.

Un unguento fai da te si prepara con un cucchiaio di olio di jojoba e 4 gocce di olio essenziale di betulla, meglio acquistarne uno di grado terapeutico. Al contrario di altri oli essenziali, quello di betulla non si trova facilmente in erboristeria, se non avete un rivenditore di fiducia, ne potete trovare uno di grado terapeutico “a questo indirizzo Amazon“, proposto al prezzo di 16 euro compreso di spese di spedizione.

Una volta preparato l’unguento, questo va applicato nella zona della barba dove non crescono i peli. Il trattamento va eseguito per 2 volte al giorno.

Da non sottovalutare la salute psicologica: in assenza di cause fisiologiche (dove l’alopecia areata della barba è un sintomo di una malattia diagnosticata da un medico) è importante curare, con attenzione, il proprio benessere emotivo.

Può essere utile: dermatite seborroica 

Fonte foto: hishairclinic.com

Pubblicato da Anna De Simone il 23 agosto 2018