Costruzione di un laghetto artificiale

costruzione

Un laghetto può conferire un aspetto magico al giardino. La costruzione di un laghetto artificiale non è affatto complicata. Per conferire al laghetto artificiale un aspetto quanto più naturale possibile, non deve avere una forma eccessivamente regolare e il contorno dovrà avere andamenti liberi. Nel costruire un laghetto artificiale ci si può avvalere di apposite vasche, pronte per essere interrate, oppure si può usare pala e vanga per realizzare un piccolo laghetto.

Per costruire un laghetto artificiale vi servirà: un telo impermeabile, una colla per teli, blocchi in calcestruzzo, mattoni o pietre, malta in cemento e calcestruzzo, oltre, ovviamente agli strumenti di lavoro come cazzuola, guanti e pale per la rimozione del terreno.

La prima cosa da fare è eseguire lo scavo con le pareti ad andamento verticale per consentirvi la costruzione del muro. Rimuovete dal fondo del laghetto tutti i detriti, pietre e altri elementi contundenti. Se preferite, dove dovrà sorgere il muretto potete creare un massetto con i blocchi in calcestruzzo. Stendete poi il telo nella vasca: acquistate un telo più grosso del perimetro da coprire e fate in modo che sbordi dal contorno di almeno 25 cm. Fissate il telo in eccesso con la colla (piegandolo su se stesso) e copritelo con pietre o mattoni.

Ricordate che il telo deve essere tagliato in corrispondenza dei bordi del laghetto: il taglio non deve essere mai eseguito al disotto del massimo livello dell’acqua. Fate in modo che negli angoli, il telo faccia solo una piega che verrà poi fissata con del mastice.

Per facilitare la pulizia del laghetto artificiale, al momento della costruzione, consigliamo di inserire un sistema di riciclo dell’acqua montando una pompa elettrica. Per conferirgli un aspetto più naturale, è possibile la costruzione di un laghetto artificiale con differenti profondità, a questo scopo sarà necessario scavare su più livelli e realizzare un muretto ad hoc magari combinandolo con delle resine impermeabili.

Pubblicato da Anna De Simone il 2 settembre 2013