TrenDevice Days: smartphone e tablet ricondizionati per salvaguardare l’ambiente

trendevice days

La produzione di nuovi smartphone e tablet prevede una serie di operazioni estremamente nocive per l’ambiente sotto diversi punti di vista e in particolare per le materie prime necessarie per produrre alcuni componenti elettronici e per le emissioni di CO2 che vengono prodotte nel corso dell’intero ciclo produttivo, logistico e di commercializzazione.



Smartphone e tablet ricondizionati: cosa significa

Gli smartphone e i tablet ricondizionati sono prodotti usati ma perfettamente funzionanti che al posto di essere smaltiti vengono rimessi a nuovo e rivenduti da società specializzate.

Il processo di ricondizionamento non è svolto con la stessa qualità e con le stesse regole da tutti i fornitori di questo servizio per cui è necessario affidarsi a realtà serie e professionali.

TrenDevice: re-commerce leader in Italia

 In Italia la realtà leader per il servizio di ricondizionamento professionale è sicuramente TrenDevice, sia per quanto riguarda il numero di dispositivi Apple e Samsung ritirati dal mercato a cui l’azienda ha dato nuova vita sia per il processo rigoroso dietro ogni singolo intervento di ricondizionamento.

A oggi sono oltre 130.000 i dispositivi ricondizionati da TrenDevice, un traguardo importante, soprattutto se si considerano i dati poco rassicuranti dello spreco delle materie prime nel Mondo e di conseguenza il continuo aumento delle emissioni di gas serra.

L’inquinamento generato dalla produzione e lavorazione delle materie prime

Ogni anno l’economia mondiale consuma circa 93 miliardi di tonnellate di materie prime, di queste solo il 9% sono riutilizzate. Così come il 62% delle emissioni di gas serra avviene durante il processo di estrazione e lavorazione delle materie prime.

Secondo uno studio del 2018 effettuato dall’università californiana McMaster, gli smartphone contribuiscono alle emissioni in maniera determinante, infatti queste nel giro di 10 anni passeranno dai 17 milioni di tonnellate di CO2 a 125 milioni nel 2020. Si parla quindi di un incremento del 730%. Preoccupante però è sapere che tra l’85% e il 95% di queste emissioni derivano dalla produzione dei dispositivi stessi, e non dal loro utilizzo.

E’ ormai evidente che non si potrà continuare a sfruttare il nostro pianeta in questo modo dissennato e che l’unica alternativa possibile è cambiare il modello di sviluppo, sviluppando meccanismi virtuosi come quello dell’economia circolare che per evitare gli sprechi e risparmiare energia rimette in circolo gli stessi prodotti o riutilizza gli stessi materiali di cui sono composti per crearne di nuovi.

In Italia, così come nel resto del Mondo, qualcosa si sta muovendo, ma non basta. TrenDevice è fra le poche aziende italiane attive nell’economia circolare, infatti a tutti i dispositivi ritirati (anche quelli danneggiati) viene donata nuova vita grazie al processo di ricondizionamento effettuato dai loro tecnici certificati.

In questo modo TrenDevice rimette in circolo gli stessi dispositivi evitando di acquistarne di nuovi, inviandoli nella scatola brandizzata riciclabile al 99%, contribuendo così ad azzerare il consumo di materie prime e salvaguardando l’ambiente.

Prendete per esempio un iPhone SE: acquistandolo ricondizionato, anziché nuovo, si risparmiano circa 75 kg di CO2, la stessa quantità di un viaggio in macchina di 3 ore, oppure con un iPad mini 4 ricondizionato si risparmiano 120 kg di CO2, la stessa quantità di una lampadina da 13 watt accesa per ben 385 giorni.

TrenDevice collabora anche con Treedom, una realtà tutta italiana che dal 2010 ha permesso a contadini locali di Africa, America Latina, Asia e Italia, di piantare più di 400.000 alberi, contribuendo così a produrre benefici ambientali, sociali ed economici.

Il processo di ricondizionamento di TrenDevice

L’attenzione all’ambiente non è però l’unica buona qualità di TrenDevice, perché la stessa cura e attenzione è rivolta anche al processo di ricondizionamento dei dispositivi, grazie al quale viene garantito il perfetto funzionamento degli stessi, pari ai nuovi. Stiamo parlando quindi di un Usato Premium, ovvero il Ricondizionato TrenDevice è un dispositivo usato che viene sottoposto a 37 test hardware e software, vengono sostituiti gli eventuali componenti danneggiati e, al termine dei test, il dispositivo viene accuratamente igienizzato con il risultato che ogni dispositivo in vendita sul sito TrenDevice è un Ricondizionato, funzionante al 100% e garantito 12 mesi.

I TrenDevice Days

Con i TrenDevice Days, avete l’occasione di fare anche voi del bene all’ambiente: dal 2 al 10 Aprile, sul sito ufficiale di TrenDevice troverete tantissime offerte su Smartphone e Tablet Ricondizionati con sconti fino al 50%.

Potrete quindi risparmiare sull’acquisto del vostro iPhone, iPad o Samsung Galaxy assicurando allo stesso tempo il vostro contributo concreto all’ambiente, acquistandolo ricondizionato, anziché nuovo.

Pubblicato da Matteo Di Felice il 3 Aprile 2019