Tipi di legno: categorie e caratteristiche

Tipi di legno

Spesso si parla di legno come di una materia preziosa, in effetti lo è, per certi aspetti, ed è per questo che sono spuntati sul mercato numerosi materiali che puntano a sostituirlo in certi campi come ad esempio l’edilizia. Prima di farne un discorso di prezzo e di caratteristiche, è però essenziale fare un passo indietro e prendersi il tempo per approfondire le varie tipologie di legno che esistono. Ci sono molte differenze tra il legno di Acero e quelli di Ciliegio, tra quello di Rovere e quello di Noce, come vedremo tra poco. Da albero ad albero varia il prezzo ma non solo. Quelle che cambiano sono le caratteristiche del legno, la sua durezza, la sua resistenza e quindi la possibilità di utilizzarlo nell’uno o nell’altro ambito.



Ecco perché è molto utile saper distinguere le varie tipologie di legno. Noi vedremo le più utilizzate e significative di quella che è una lunga lista.

Tipi di legno: categorie

Esistono lunghi elenchi dei legni utilizzati comunemente o che sono stati usati in passato dall’uomo per le sue attività. Parliamo di legno per definire in generale quel materiale che si può ricavare dai fusti delle piante, un materiale che l’uomo ha utilizzato per millenni non solo per costruire case e ponti ma anche come combustibile, ad esempio.

Possiamo dividere i tipi di legno in alcune categorie. Ci sono infatti i legni dolci e i legni duri tanto per cominciare. I legni dolci sono quelli delle conifere, sono così chiamati perché, indipendentemente dalla loro reale durezza, sono legni ricavati dalle gimnosperme. I legni duri non è detto che siano duri, sono così denominati perché derivano dalle angiosperme, ne esistono due sottocategorie: i legni duri delle Magnoliopsida (dicotiledoni) e i legni duri delle Liliopsida (monocotiledoni). In quest’ultima sezione troviamo ad esempio il legno di Bamboo e quello della Cocos nucifera.

Tipi di legno: ciliegio

Iniziamo dai legni più pregiati a noi noti e per noi raggiungibili. Partiamo con quello di ciliegio, legno molto diffuso, anche nel nostro Paese, e che è molto apprezzato in tutto il mondo. Ha un colore molto particolare e facile da riconoscere anche per i non esperti: tende al rosa. Ha un aspetto lucido, motivo per cui spesso lo troviamo utilizzato per la realizzazione di mobili di lusso o di lavori di fino. E’ difficile non notare e riconoscere il legno di ciliegio, legno bello e molto costoso anche se la sua durata è media.

Tipi di legno: noce

Anche quello di noce è un tipo di legno molto apprezzato e che possiede delle caratteristiche che lo rendono unico nel suo genere. Possiede e sfoggia delle venature peculiari che altri legni non hanno, il suo colore è tendente allo scuro e compaiono delle sfumature violacee. Troviamo questo tipo di legno utilizzato per la realizzazione di mobili e di pavimenti, spesso anche per i rivestimenti. Oltre ad essere un legno bello da vedere è anche duro e decisamente resistente, per cui lo si trova impiegato nei campi più svariati.

Tipi di legno: rovere

Il rovere è un tipo di legno molto diffuso anche in Italia e particolarmente amato perchè tra i più resistenti che si possano trovare. Difficile da lavorare proprio per la sua durezza, il rovere è piuttosto costoso ma molto bello e dal grande impatto estetico. Impiegato per la realizzazione di pavimenti e rivestimenti vari, ma anche mobili di lusso.

Tipi di legno: abete bianco

Molto diffuso in Italia come lo è in tutta l’Europa Centrale e Orientale. Questo tipo di legno ha delle tinte chiare, il suo colore può variare dal bianco al giallognolo. Essendo facile da lavorare, viene impiegato per realizzare di tutto: mobili, strumenti musicali, pavimenti ma anche serramenti. Tra le sue caratteristiche più pregiate c’è anche la grande resistenza all’umidità, motivo per cui viene molto utilizzato nel settore delle costruzioni.

Tipi di legno

Tipi di legno: faggio

Altrettanto diffuso di quello abete bianco, anche il legno di faggio è molto facile da trovare dalle nostre parti come in tutta l’Europa. Il suo colore è diverso però, perché tende al rossiccio e diventa sempre più scuro man mano che “invecchia”. Ha una buona resistenza, è un legno duro ma allo stesso tempo facile da lavorare, lo troviamo utilizzato per mobili e strumenti musicali.

Tipi di legno: acero

L’acero è un legno che possiamo davvero trovare in tutto il mondo. E’ particolare per il suo colore sempre molto chiaro ma che può tendere al giallo o al rosa, oppure solo al bianco. L’acero ha un legno mediamente duro e non particolarmente resistente, per cui non è considerato molto pregiato, viene però lo stesso utilizzato per costruire sia mobili che strumenti musicali.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche suTwitter,FacebookeInstagram

Pubblicato da Marta Abbà il 3 Marzo 2019