Speed-test ADSL: quanto è importante verificare la velocità

speed-test-adsl

Lo speed-test ADSL serve a verificare se si sta pagando una ADSL da 20 Megabit e magari ci si ritrova con una velocità di connessione effettiva che è appena superiore o uguale alla banda minima garantita imposta dall’Agcom: 2,1 Mbps per le offerte ADSL con velocità nominale di 7 Mega, 7,2 Mbps per la connessione nominale a 20 Mega.

Con lo speedometer, che è lo strumento dello speed-test per la misurazione della velocità ADSL, si può insomma evitare di pagare un servizio di cui non si fruisce. Ma la vera domanda è: come è possibile che ciò avvenga? Se acquisto una cosa, posso aspettarmi di averla come promesso oppure no? La risposta in Italia è: dipende.

L’ostacolo si chiama digital divide, cioè quel fenomeno che disegna un’Italia a macchia di leopardo sul fronte della connessione a Internet. Gli investimenti in infrastrutture di molti operatori e dei provider Internet (vedi quello di Vodafone da da 3,6 miliardi di euro in tre anni) fanno ben sperare in una maggiore diffusione della banda larga nel Paese, anche fuori dai grandi centri abitati, ma non è un segreto che spesso l’effettiva velocità delle connessioni sia tutt’altro che ottimale.

Molti rapporti internazionali (come quello del World Economic Forum) hanno più volte sottolineato la scarsa qualità delle connessioni ADSL in Italia. Un ritardo a cui si sta cercando di ovviare con interventi anche massicci in molti Comuni, ma che ancora costa molto al Paese in termini di competitività, di attrattività per le imprese, di facilità di accesso a servizi moderni come la telepresenza o lo streaming ad altissima definizione.

Digital divide a parte, se è facile comprendere come due abbonamenti di tipo diverso (ad esempio ADSL o fibra ottica, o ancora Internet satellitare o mobile) diano luogo a prestazioni diverse, meno intuitivo è accettare come anche due utenti con lo stesso abbonamento possano riscontrare grandi differenze nella velocità di connessione.

I motivi per cui una ADSL può risultare meno performante in una zona rispetto a un’altra sono vari: dal momento della giornata in cui ci si connette alle particolarità dell’area geografica in cui ci si trova (soprattutto in zone montuose o scarsamente servite dalle linee telefoniche), per non parlare dell’effettiva cablatura, delle tecnologie usate, della propria configurazione hardware. Ecco quindi l’importanza dello speed-test ADSL.

Grazie al comparatore di tariffe è possibile non soltanto paragonare tra loro i vari operatori alla ricerca delle migliori offerte ADSL, intese come le più adatte per il proprio profilo, ma anche scoprire, grazie appunto allo speed-test ADSL, la velocità reale del proprio attuale provider e quali sono le connessioni più veloci nel proprio comune.

Altri articoli correlati che ti possono interessare: Quale ADSL scegliere

Pubblicato da Matteo Di Felice il 9 luglio 2014