Sepiolite per sgrassare e smacchiare

Sepiolite

La sepiolite è un particolare tipo di argilla dal forte potere assorbente che la rende un ottimo smacchiatore ecologico in casa e in garage. In effetti la terra di Sommières, che è l’altro nome della sepiolite, è davvero efficace contro contro le macchie di olio lasciate dall’auto nel box. In casa invece risolve le macchie di burro, olio e sostanze unte su molti tipi di superfici, come pietra, marmo, piastrelle e parquet, ma anche su vestiti, tessuti, tappeti e pellami.

La sepiolite assorbente si acquista nei negozi specializzati in prodotti biologici, oppure su internet nei grandi shop o sui siti che propongono prodotti ecologici per la pulizia. È ecologica e non costa molto. Per una buona scorta (20kg) potete provare questa: Sepiolite assorbente in sacco

La sepiolite è stata scoperta all’inizio dell’Ottocento nel villaggio francese di Sommiéres, vicino a Montpellier. Da questo il nome di Terra di Sommières, anche se in Marocco la sepiolite è chiamata Sapone di fes.

Il punto di forza della sepiolite è, come dicevamo, il suo potere assorbente nei confronti delle macchie di unto. In origine era molto utilizzata per sgrassare la lana e ancora oggi è il rimedio naturale più efficace per neutralizzare le macchie gialle di urina su materassi e lenzuola, o quelle lasciate dagli animali domestici su piastrelle e tappeti.

Come usare la sepiolite contro le macchie

Per una buona azione assorbente e smacchiante, bisogna depositare una buona quantità di sepiolite a secco sulla macchia, lasciare agire per un’ora circa e quindi spazzolare o aspirare via i residui. Nel caso serva, soprattutto nel caso di macchie non più fresche, l’operazione va ripetuta una seconda volta.

La sepiolite è usata anche per le pulizie industriali contro le macchie di olio, benzina, lubrificanti e per asciugare gli sversamenti d’acqua. L’azione assorbente dipende dai ‘canali zeolitici’ interni che rendono la sepiolite porosa e particolarmente adatta ad assorbire liquidi.

Pubblicato da Michele Ciceri il 13 marzo 2015