Scoliosi, esercizi utili

scoliosi esercizi
Scoliosi: esercizi utili per alleviare il disturbo e migliorare la postura. Dal metodo Mezieres agli esercizi fai da te da fare in piedi o seduti.

Come ben sanno tutte le persone che sono affette da questa condizione, esistono numerosi esercizi per la scoliosi che possono aiutare a contenere i problemi derivanti da essa.

Ma quali sono i migliori esercizi per scoliosi? Li abbiamo suddivisi a seconda della posizione di partenza, consigliandovi però – fin da questa fase introduttiva – di evitare gli esercizi fai-da-te se siete completamente a digiuno attività fisiche legato al mondo della fisioterapia. Sempre meglio parlarne con un bravo medico e/o un fisioterapista, per farvi suggerire il giusto modus operandi!

Gli esercizi fai da te che vedremo sono solo a scopo informativo. Non si propongono di sostituire il parere del medico o del fisioterapista. Anzi, per alleviare la scoliosi e i disturbi che ne derivano consigliamo fortemente di consultare un buon fisioterapista, magari che possa applicare il metodo mezieres.

Esercizi scoliosi da supini

Il primo gruppo di esercizi che vogliamo consigliarvi comincia da una posizione supina, ovvero distesi, con il volto verso il soffitto.

Cominciate da tale posizione e flettete delicatamente le ginocchia, per poi operare con una retroversione del bacino: fate cioè aderire la regione lombare al tappeto, ripetendo i movimenti.

Sempre da posizione supina, con le ginocchia flesse e piedi appoggiati al tappeto, sollevate i piedi mantenendo anche e ginocchia flesse a 90 gradi. Ritornate poi alla posizioni di partenza e, dopo qualche secondo di riposo, ripetete l’esercizio.

Ancora, da posizioni supina, con le ginocchia flesse e piedi appoggiati al tappeto, sollevate i piedi dal tappeto mantenendo le ginocchia flesse. Dalla posizione orizzontale, estendete poi le gambe verso l’alto, in verticale, per poi flettere nuovamente le ginocchia e riprendere l’esercizio.
Un’alternativa agli esercizi precedenti, ulteriormente con partenza supina, è quella di flettere le ginocchia con i piedi sempre ben piantati al tappeto. Spingete poi con la mano destra sul ginocchio dell’arto sinistro, staccando solamente la nuca. Quindi, fate la stessa cosa con la mano sinistra sul ginocchio opposto.

Come fare esercizi per la scoliosi da seduti

Il secondo gruppo di esercizi per la scoliosi può essere effettuato partendo da una posizione seduta. In ginocchio, seduti sui talloni, abbassate gradualmente il dorso scivolando in avanti con le mani, fino ad allineare il capo con il busto.

In alternativa, potete aiutarvi stando seduti su una sedia o su uno sgabello, con le braccia lungo i fianchi. Da questa posizione di partenza, provate a effettuare un auto-allungamento del rachide: basterà tenere il mento retratto, appiattire la curva lombare e stendere quella dorsale. In altri termini, la parte inferiore e superiore del corpo (lombare e mento) dovranno spingere all’indietro, mentre la regione dorsale dovrà spingere verso l’avanti.

Altro esercizio da compiere seduti su uno sgabello, con le braccia lungo i fianchi, ma con il busto inclinato in avanti è quello di porre le braccia a candeliere, mantenendo il rachide allineato e il mento retratto. All’inizio vi consigliamo di svolgere questo esercizio senza alcun peso: una volta che sarete sufficientemente a vostro agio e sarete in grado di sopportare dei carichi, potete altresì aggiungere del peso, con dei manubri molto leggeri.

Esercizi scoliosi da fare in piedi

Concludiamo con qualche esercizio per la scoliosi da compiersi in piedi. Con il dorso alla parete e con gli arti inferiori distanziati dal muro, cercate di appiattire e far aderire alla parete la regione lombare.
Un altro esercizio utile e molto semplice, sempre stando eretti, è quello di elevarsi sugli avampiedi. Provate a fare questo esercizi con due piccoli suggerimenti:

  1. partite sempre da una posizione nella quale avete un pieno controllo posturale, poiché altrimenti l’esercizio non funzionerà a dovere;
  2. fate qualche ripetizione con gli occhi aperti e, dopo che avete il pieno controllo del movimento, provate a ripeterlo a occhi chiusi.

Chiudiamo infine con un altro esercizio molto semplice, ma particolarmente efficace. In piedi, alzate l’arto inferiore insieme all’arto superiore controlaterale (ad esempio, la gamba destra e il braccio sinistro). Procedete poi nuovamente, alternando le gambe e le braccia.

A questo punto conclusivo del nostro breve approfondimento, non possiamo che consigliarvi, prima ancora di avviare qualsiasi esercizio che potrebbe risultare traumatico per le vostre condizioni mediche, è quello di parlarne con il vostro medico di riferimento, condividendo con lui il vostro stato di salute e, di conseguenza e dopo un’attenta diagnosi, una serie di esercizi di autogestione che vi aiuteranno a contenere eventuali fastidi determinati dalla scoliosi, e migliorare la postura.

Pubblicato da Anna De Simone il 24 Agosto 2019