Sapone alla lavanda fatto in casa

Sapone alla lavanda fatto in casa: ecco due ricette semplici per preparare in casa un sapone naturale dalle mille virtù terapeutiche. 

La lavanda è una pianta medicinale dalle numerose proprietà benefiche, che trova largo impiego nell’igiene personale: perché non sfruttare le sue virtù terapeutiche per realizzare un buon sapone naturale alla lavanda? Basta utilizzare i fiori freschi di lavanda o il suo olio essenziale.

Perché preparare un sapone alla lavanda?

Ecco alcuni dei motivi per cui è bene curare la propria igiene personale con un sapone alla lavanda:

  • Ha proprietà rilassanti
  • È antisettica, astringente, antivirale e antibatterica. E’, pertanto, in grado lenire alcune patologie della pelle come per esempio dermatiti, eczemi, acne, foruncoli e bruciature
  • Ha una buona fragranza
  • Non presenta effetti collaterali; è pertanto indicata anche per bambini e neonati
  • La sua preparazione non richiede doti particolari

Sapone alla lavanda fatto in casa

In questa pagina vi illustreremo come realizzare in casa un sapone naturale alla lavanda, suggerendovi due ricette, una più elaborata e l’altra più semplice. Potrete usarlo in modi diversi; può anche essere un regalo economico e molto originale.

Cosa ci occorre

  • 200 ml di olio d’oliva o di girasole
  • 25 grammidi soda caustica
  • 60 ml di acqua distillata
  • 30 gocce di olio essenziale di lavanda
  • Fiori di lavanda fresca o secca
  • Uno stampo con la forma che più gradite. Potete anche riciclare qualche piccolo contenitore di plastica, magari, tagliare la base di una bottiglia. In ogni cao, non utilizzare stampi di alluminio
  • Occhiali antinfortunistici, mascherina e guanti
  • Frusta
  • Pentola
  • Recipiente di vetro
  • Cucchiaio di legno

Come procedere

  1. Prendere lo stampo e adagiare sul fondo alcuni fiori di lavanda assicurandovi che siano visibili nella parte superiore quando il sapone verrà rimosso dallo stampo
  2. Indossare gli occhiali, la mascherina e i guanti. Non trascurate questo passaggio!
  3. Adagiare il recipiente di vetro nel lavandino e versare dentro la soda caustica facendo molta attenzione. Assicuratevi che non ci siano bambini e animali durante questa operazione inoltre tenete la finestra aperta
  4. Aggiungere l’acqua distillata
  5. Dato che si innesca una reazione che sprigiona vapori, lasciare riposare finché non è freddo
  6. Mettere l’olio nella pentola e lasciare scaldare a fuoco lento
  7. Appena è abbastanza caldo, circa 40 gradi, levare dal fuoco e mescolarlo con la soda caustica facendo molta attenzione
  8. Mescolare il tutto con una frusta evitando che fuoriesca il composto, fino a che l’impasto non sia denso. Deve acquisire una consistenza simile a un gel
  9. A questo punto, senza aspettare che si freddi, aggiungere l’olio essenziale di lavanda e altri fiori di lavanda, mescolando bene
  10. Trasferire il composto nello stampo e aggiungere altri fiori di lavanda in modo che siano visibili anche su questo lato
  11. Coprire con un panno e lasciare riposare fino a che non si freddi: occorreranno tra le dodici e le ventiquattro ore. Attenzione a non muoverlo né girarlo
  12. Una volta che si è freddato, rimuovere il sapone dallo stampo
  13. Conservare in un luogo fresco e asciutto per farlo indurire e “maturare” per circa un mese e mezzo o due mesi.

Raccomandazioni utili

Ricordatevi di maneggiare la soda caustica con molta cautela, evitando sempre che entri in contatto con bambini o animali. Usate sempre degli occhiali antinfortunistici e anche mascherina e guanti, dato che si tratta di una sostanza molto corrosiva. Se viene a contatto con la pelle, consultate il vostro medico curante.

Sapone alla lavanda fatto in casa, seconda ricetta

Per chi preferisce un procedimento meno complicato, vi è un’alternativa semplice sempre fatta in casa:

  1. Procurarsi una pastiglia di sapone di glicerina di colore trasparente o chiaro
  2. Metterla a bagnomaria finché non si scioglie poi aggiungere alcune gocce di olio essenziale di lavanda e qualche fiore di lavanda
  3. Ancora calda, versare la miscela in uno stampo dalla forma che preferite e aspettare che freddi.

Dove comprare l’olio essenziale di lavanda

Quando si parla di aromaterapia ed efficacia dei trattamenti con oli essenziali, è fondamentale accertarsi sulla qualità dell’olio essenziale scelto. I principi attivi degli oli essenziali vengono conservati solo se il processo produttivo è seguito con estrema attenzione così da rispettare le caratteristiche di ogni pianta. Per queste ragioni vi invitiamo a comprare (online o in botteghe di fiducia) solo oli essenziali di qualità comprovata.

Tra i prodotti consigliati, segnaliamo questo Olio essenziale di Lavanda Puro al 100%il prezzo è di 6,99 euro per un flacone da 30 ml.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 8 marzo 2017