Rimedi contro il cattivo odore ascellare

rimedi cattivo odore ascellare

Rimedi contro il cattivo odore ascellare: dall’aceto di mele al bicarbonato, consigli e soluzioni naturali per combattere in maniera efficace il cattivo odore delle ascelle.

E’ facile pensare che il pungente odore delle ascelle sia causato da una cattiva igiene personale, in realtà ha più a che fare con fattori ormonali e ghiandolari che con l’igiene personale quotidiana. La sudorazione eccessiva comporta l’accumulo di batteri che producono il cattivo odore, di solito è fastidioso e sgradevole tanto per la persona che ne soffre quanto per chi le sta attorno.

Per chi ama le scelte naturali, esistono alcuni rimedi semplici e poco costosi che consentono di eliminare il cattivo odore senza ricorrere ai classici deodoranti che in genere contengono sostanze chimiche.

Consigli utili contro il cattivo odore ascellare

Per evitare questa scomoda condizione è bene rispettare alcune raccomandazioni che di seguito vi elencheremo

Scegliere il prodotto giusto contro le ascelle

Lavare per bene le ascelle con il sapone ma attenzione al tipo di saponetta che usate. Esistono alcuni saponi dall’aroma intenso che, invece di lasciare un gradevole odore, fanno sudare ancora più velocemente rendendo l’odore poco gradevole. Per questo motivo meglio optare per un sapone neutro.

Assicurarsi che non vi siano residui

Assicurarsi di eliminare i residui di deodorante dal giorno prima; per ovviare a ciò potete preparare un semplice rimedio. Mescolare aceto con alcol e applicare il composto con un panno dopo la doccia. Per renderlo più efficace ripetere il trattamento prima di mettersi a letto.

Usare il bicarbonato

Chi è soggetto al cattivo odore delle ascelle può applicare un pò polvere di bicarbonato con dell’ovatta senza toglierlo. Un altro trucco consiste nel mescolare un cucchiaio di bicarbonato con il succo di un limone da applicare dopo essersi lavati.

Se la sudorazione è eccessiva…

Preparare un infuso con foglie di timo o rosmarino e applicare il composto sulle ascelle. Anche l’aloe vera controlla la sudorazione eccessiva; basta applicare del gel, la notte perché abbia maggiore efficacia. In alternativa è possibile ricorrere al pomodoro; basta frullarlo, metterlo sulle ascelle e lasciarlo agire per qualche minuto.

Quando si indossano certi indumenti

Esistono alcuni tessuti che agevolano più velocemente il cattivo odore. Evitare i vestiti molto attillati perché impediscono alla pelle di respirare in modo adeguato, evitare i capi sintetici e preferire quelli prodotti con tessuti naturali.

Mangiare bene

Non tutti sanno che anche l’alimentazione ha a che fare con il cattivo odore delle ascelle. Se per esempio mangiamo molto spesso o in quantità eccessive cipolla, aglio, caffè e bevande alcoliche l’odore del sudore risulterà molto più pungente.

Depilare le ascelle

Un’ascella non depilata può essere la causa del cattivo odore in quanto si agevola la formazione di funghi e batteri, le principali cause del cattivo odore.

Rimedi contro il cattivo odore ascellare

Timo e rosmarino

Il decotto di timo e rosmarino è molto efficace nel controllare l’iperidrosi e il cattivo odore a cui di solito si accompagna.

  • Cosa ci occorre

-1 mazzetto di timo
-1 mazzetto di rosmarino
-2 litri di acqua

  • Come procedere

1) Far scaldare l’acqua in una pentola, quando giunge a ebollizione, aggiungere le erbe.

2) Lasciare bollire a fuoco basso per 10 minuti poi spegnere e attendere che raffreddi

3) Quando sarà a temperatura ambiente, usare il decotto sulle ascelle pulite con l’aiuto di una spugna o un panno.

Amido di mais

L’amido di mais è un valido alleato nel controllare l’eccessiva sudorazione e il cattivo odore.

  • Cosa ci occorre

-10 grammi di amido di mais
-5 grammi di bicarbonato di sodio

  • Come procedere

1) Mescolare i due ingredienti in una terrina; otterremo un deodorante in polvere

2) Applicare il deodorante sulle ascelle pulite e bene asciutte con l’aiuto di una spugnetta. Potete anche applicarlo la notte prima di mettersi a letto: la sua azione si sarà efficace anche il giorno successivo.

Pubblicato da Anna De Simone il 1 agosto 2016