Come ridurre i consumi d’acqua

come ridurre consumi acqua

Sapere come ridurre i consumi d’acqua è il primo passo per rimboccarsi le maniche e cominciare a dare il nostro contributo per un presente, non solo per un futuro, migliore. Ci sono tanti piccoli gesti importanti che, giorno dopo giorno, fanno la differenza anche nel consumo di acqua e chi abita in luoghi dove essa non manca non è autorizzato a “fregarsene”. Oltre alle buone abitudini, come vedremo, è essenziale badare alla qualità dei propri dispositivi. Quando hanno le caratteristiche giuste sono degli alleati nella lotta contro lo spreco di risorse idriche.



Come ridurre i consumi d’acqua: doccia al posto che bagno

L’antica e annosa questione della scelta tra doccia e vasca bagno, così antica che si creano due schieramenti opposti quando se ne discute: quelli della doccia e quelli della vasca da bagno. Hanno ragione i primi se ci si chiede come ridurre i consumi d’acqua. A conti fatti, stime sulla media ma molto veritiere, ogni doccia “costa” 75-80 litri, con una media di 15 litri di acqua consumata al minuto, mentre ce ne vogliono circa il doppio per riempire una vasca da bagno. Se poi la doccia ha il frangigetto, vince con ancora maggior distacco.

Come ridurre i consumi d’acqua: valvole miscelatrici rompigetto

Esatto, se si hanno delle valvole miscelatrici rompigetto, come quelle proposte da VigorFluss, il problema di come ridurre i consumi d’acqua non è più un problema. Queste valvole hanno nella propria natura la mission di ridurre sia lo spreco di acqua che quello di denaro, riducendo i costi in bolletta.

Testate dal dipartimento di ingegneria idraulica sotto il coordinamento del professor Armando Carravetta, queste valvole, a parità di pressione, producono flussi molto inferiori rispetto ad altri prodotti. Questo si traduce in un risparmio di oltre 250 euro annui già sulla prima bolletta di acqua ed elettricità. Per una valvola rompigetto areato Vigorfluss 4l/min per rubinetti, il risparmio di acqua è del 70 %, per una valvola per doccia con erogatore a basso flusso 7l/min interno, è del 50%, rispetto alla situazione a tubo libero.

Assieme al risparmio di acqua c’è anche quello di energia, del 26% annuo per rubinetti e del 20% per la doccia, un altro vantaggio delle valvole VigorFluss sta nel fatto che non richiedono delle modifiche particolari e particolarmente onerose al sistema idraulico già presente a cui si adattano facilmente e rapidamente.

Altro vantaggio che nella quotidianità si rivelerà davvero prezioso è quello della costanza della fuoriuscita di acqua, indipendentemente dalla variazione di pressione. Sembra una inezia ma non lo è affatto, e lo dobbiamo al design unico e alla presenza di un regolatore di pressione ad hoc.

Dal punto di vista dell’igiene, le valvole VigorFluss, grazie ai loro profili geometrici lisci e anti-ristagno, prevengono la formazione di colonie di batteri patogeni, ad esempio la legionella. Il materiale utilizzato è “speciale”, si tratta di una ceramica sintetica con tanto di formula protetta da segreto industriale, termoresistente, idrorepellente e calcare repellente. Lunga vita, quindi, per queste valvole.

Come ridurre i consumi d’acqua: sistema a doppio pulsante per lo sciacquone del water

Non è la prima cosa a cui si bada quando si scelgono i sanitari e come ridurre i consumi d’acqua, ma è un elemento importante. Parlo dello sciacquone che, se a doppio pulsante, ci fa scegliere quanta acqua usare e quindi quando non sprecarla.

Lo scarico minore, circa 3-4 litri, e quello maggiore, 6-9 litri, circa, sono le due opzioni possono arrivare a farci ottenere una riduzione del consumo d’acqua del 40-50%.

Come ridurre i consumi d’acqua: annaffiare le piante con acqua utilizzata per lavare frutta e verdura

Altro interessante accorgimento su come ridurre i consumi d’acqua è quello che riguarda la nostra condotta in cucina. Quando laviamo frutta e verdura, dove gettiamo poi l’acqua? E soprattutto, perché la gettiamo quando possiamo usarla per bagnare le nostre piante? Va benissimo per piante da interno o da balcone.

Come ridurre i consumi d’acqua: chiudere mentre ci laviamo i denti, ci insaponiamo, ci facciamo lo shampoo o ci facciamo la barba

La distrazione non è una buona alleata se stiamo cercando di capire come ridurre i consumi d’acqua. Questo perché ogni volta che possiamo, dobbiamo chiudere il rubinetto, evitando che l’acqua scorra a vuoto. Se può sembrare un atteggiamento ossessivo, non lo è, tenendo conto delle volte che mentre ci insaponiamo i capelli oppure ci spazzoliamo i denti, l’acqua scorre a vuoto per minuti.

Ti potrebbe interessare

Pubblicato da Marta Abbà il 11 dicembre 2017