Quali cibi non mettere nel microonde

Quali cibi non mettere nel microonde

Siete sicuri che mettere un alimento nel microonde “per scaldarlo un pochino” sia sempre una buona idea? Non lo è sempre, e la seconda domanda quindi che sorge di conseguenza spontanea è quali cibi non mettere nel microonde? Vi sorprenderete in certi casi e vi troverete disarmati all’idea di dover cambiare abitudini ma vi assicuro che una volta imparate le regole del gioco, è semplice e si guadagna in salute, Come vedremo, infatti, alcuni alimenti nel microonde perdono alcune proprietà preziose, magari quelle che motivano il nostro ingerirle.



Ci sono diverse ricerche effettuate sulla cucina a microonde che hanno evidenziato come in particolare alcuni alimenti non andrebbero mai scaldati nel microonde, in alcuni casi non si tratta di un semplice problema di gusto o di consistenza ma di sostanza e di salute. Può capitare infatti che la struttura degli alimenti sottoposti a riscaldamento venga alterata e che ci siano possibili ripercussioni sulla digeribilità, sui valori nutrizionali e sul possibile rilascio di sostanze pericolose per la salute. A questi effetti del microonde si sono interessati tra gli altri anche la Food Standards Agency e lo European Food Information Council, sentiamo cosa ci consigliano

Quali cibi non mettere nel microonde: verdure

Gli spinaci in particolare ma anche molte altre verdure a foglia verde possono contenere alte concentrazioni di nitrati che, se inseriti nel microonde, sono sostanze che possono mutare in nitrosammine, considerate cancerogene. Meglio evitare si sfidare la sorte in tal merito. Ciò non accade con la patate che hanno tutt’altra composizione ma anch’esse non sono da riscaldare nel microonde perché nel passaggio da una temperatura da frigo a una da forno si possono creare le giuste condizioni affinché cresca il Clostridium botulinum e “una passata al microonde” non basta per debellare i rischi legati a questo micro-organismo.

Passiamo alla frutta. C’è chi ha l’abitudine di comprare quella congelata, frutti di bosco soprattutto, e poi scongelarla nel forno a microonde: non è affatto una buona idea. Alcuni studi scientifici hanno mostrato che c’è la possibilità che si formino sostanze cancerogene, oltretutto il calore intenso farebbe perdere sapore e consistenza alla frutta e otterremmo una poltiglia al posto dei bei frutti che vediamo sulle confezioni di surgelato nei banconi dei supermercati, Meglio percorrere un’altra via per scongelarli.

Quali cibi non mettere nel microonde: primi

Se abbiamo del riso avanzato e lo abbiamo lasciato fuori dal frigo per un po’, potrebbero essersi creati dei batteri responsabili di vari disturbi gastrointestinali. A questo punto, senza gettare via tutto, si cerchi un modo per riscaldarlo che non sia il forno a microonde, non in grado di annientarli perché questi microrganismi rilasciano delle sostanze difficili da eliminare.

Un consiglio pratico, che riguarda i primi piatti, è quello sulle salse e i sughi, spesso utilizzati di giorno in giorno, cucchiaio per cucchiaio. Se ne scaldiamo una confezione non mettiamola nel microonde senza averla coperta altrimenti ci riempirà il forno si schizzi. Non fa male alla salute ma non è divertente dover ripulire tutto ogni volta soprattutto quando basta un coperchio per evitare una inutile fatica.

Quali cibi non mettere nel microonde: primi

Se amiamo i sughi piccanti, attenzione a maneggiare il peperoncino che, avendo una buccia molto resistente, nel microonde non va messo. Non solo non assumerebbe una corretta consistenza ma potrebbe diventare anche nocivo per via della sua composizione chimica alterata dalle onde.

Un’altra idea che vi potrebbe venire con davanti il microonde e un primo piatto da cucinare, è quella di accelerare il processo di essiccazione delle erbe aromatiche usando questo forno, Non provateci perché vi anticipo che i risultati sono pessimi e si finisce per rovinarle, seccandole completamente. Meglio metterle al sole oppure lasciare che secchino nel tempo che serve, rinunciando ad accelerare il processo.

Quali cibi non mettere nel microonde: secondi e contorni

Partiamo dai secondi vegetariani e quindi dai funghi che nel microonde, se non sono conservati in modo appropriato, possono deteriorarsi rapidamente. Mangiarli potrebbe causarci forti mal di stomaco. Anche le uova sode non sono il top al microonde ma per un diverso motivo: perché hanno la buccia. Gli alimenti con la buccia non vanno mai cotti così perché invece di diventare sode esploderanno. Vale lo stesso con le patate, ad esempio, che però al contrario delle uova possono essere bucherellate in superficie.

Passiamo alla carne. Quella di pollo è facilmente soggetta a contaminazioni batteriche come la Salmonella ed è per questo che va cotta in modo uniforme e ad alte temperature. Da alcuni studi emerge anche il fatto che le proteine presenti nella carne bianca sotto effetto di queste onde finiscano per scomporsi diventando causa di problemi di stomaco. Carne bianca o meno, può venire la tentazione di inserirla nel microonde per scongelarla velocemente.

Quali cibi non mettere nel microonde: secondi e contorni

Un errore da evitare anche se mi rendo conto che sia una idea facile a venire. Il problema è che si ottiene una carne parzialmente cotta sui bordi e ancora completamente congelata al centro, con in più il rischio di contaminazione da batteri. Non è necessario rinunciare del tutto ma basta scegliere un forno col piatto rotante in modo che il cibo giri all’interno e si scongeli in maniera uniforme.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 24 ottobre 2018