Professioni ecosostenibili: i nuovi corsi ITS

professioni ecosostenibili pale eoliche

Gli eventi di cronaca delle ultime settimane stanno confermando quanto sia importante per le nuove generazioni investire in una formazione tecnica e professionale capace di soddisfare le richieste del mercato del lavoro.

I modelli organizzativi delle aziende sono in continua evoluzione e un evento di portata globale come la pandemia del COVID-19 sta mettendo a durissima prova il sistema imprenditoriale del nostro paese.



Le figure professionali più richieste nel prossimo futuro dovranno avere una preparazione specialistica avanzata e mirata a soddisfare i requisiti delle aziende per quanto riguarda le conoscenze e le capacità necessarie a svolgere con successo le nuove professioni.

Finalmente le aziende iniziano a capire l’importanza di concentrarsi su tecnologie e processi ecosostenibili che possano coniugare efficienza ed economicità con la sicurezza e il rispetto per l’ambiente.

La collaborazione tra chi offre percorsi formativi mirati e aziende risulta sempre più imprescindibile ed è proprio in questa direzione che vanno i corsi ITS.

Cosa sono i corsi ITS

ITS è l’acronimo di Istituti Tecnici Superiori e i corsi ITS sono percorsi post diploma che offrono una formazione tecnica e altamente qualificata che consente di entrare rapidamente nel mondo del lavoro.

I corsi ITS sono realizzati in collaborazione con imprese, centri di ricerca ed enti locali con l’obiettivo di sviluppare nuove competenze in aree tecnologiche considerate prioritarie per le imprese e per lo sviluppo economico e la competitività del nostro Paese.

L’analisi dei bisogni delle competenze effettuata assieme alle imprese, ha portato alla creazione di 6 corsi dedicati a specifiche aree tecnologiche con percorsi di studio pensati per formare figure professionali altamente specializzate e richieste dal mercato.

I 6 corsi sono stati identificati come segue:

  1. IT’S GREEN: Efficienza energetica per chi ha a cuore l’ambiente e sogna un futuro eco-sostenibile
  2. IT’S MOTION: Mobilità sostenibile per chi crede che nella sostenibilità come motore del futuro
  3. IT’S TECH: Nuove tecnologie per la vita per chi è appassionato di scienza e innovazione
  4. IT’S ITALY: Nuove tecnologie per il Made in Italy per chi cerca un lavoro che unisca creatività, innovazione e internazionalizzazione
  5. IT’S CULTURE: Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali – Turismo per chi ha la passione per l’arte e i viaggi
  6. IT’S IT: Tecnologia dell’informazione e comunicazione per chi cerca un lavoro in grado di unire tradizione e innovazione

Efficienza energetica e Mobilità sostenibile

Due delle 6 aree tecnologiche ITS sono dedicate a tematiche che stanno particolarmente a cuore al nostro sito: l’efficienza energetica e la mobilità sostenibile.

L’area tecnologica dell’efficienza energetica presenta due diversi ambiti che danno spazio a differenti figure professionali.
Il primo ambito si focalizza sull’approvvigionamento e generazione di energia predisponendo un progetto formativo dedicato alla figura del “Tecnico superiore per l’approvvigionamento energetico e la costruzione di impianti”.

Questa figura professionale è attiva nell’approvvigionamento dell’energia, in particolare da fonti rinnovabili e nelle diverse fasi di costruzione di impianti per la produzione e la distribuzione dell’energia.

Le attività spaziano così dalla progettazione degli impianti, sia per quanto riguarda le necessarie verifiche di carattere tecnico e burocratico, sia per quanto riguarda l’installazione vera e propria, fino al supporto nei progetti di produzione e utilizzo delle diverse tecnologie.

Altre mansioni di questa figura professionale riguardano la capacità di effettuare una valutazione energetica degli impianti civili nel rispetto delle normative vigenti.

Il secondo ambito invece promuove processi e impianti a elevata efficienza e a risparmio energetico, predisponendo un progetto formativo dedicato alla figura di “Tecnico superiore per la gestione e verifica di impianti energetici” e di “Tecnico superiore per il risparmio energetico nell’edilizia sostenibile”.

Nel primo caso il corso si prefigge l’obiettivo di formare una figura professionale che possa essere impiegata nell’analisi e nella gestione di sistemi per la produzione, trasformazione e distribuzione dell’energia, svolgendo attività di:

  • Analisi e gestione di sistemi per la produzione
  • Applicazione delle procedure appropriate nei casi di anomalie
  • Gestione della manutenzione degli impianti
  • Verifica strumentale sull’efficienza e il risparmio energetico
  • Analisi delle prestazioni energetiche degli edifici
  • Controllo dell’applicazione della legislazione

Nel secondo caso lo sbocco professionale riguarderà attività di analisi, progettazione e realizzazione delle costruzioni applicando le metodiche e le tecnologie proprie dell’edilizia sostenibile e svolgerà azioni riguardanti:

  • La Gestione delle attività connesse a risparmio e valutazione energetica
  • La Gestione dell’integrazione delle diverse tecnologie nella realizzazione in cantiere
  • L’Ottimizzazione del processo costruttivo con criteri di efficienza, qualità, sicurezza, riduzione dell’impatto ambientale
  • Il Controllo dell’applicazione della legislazione

L’area tecnologica della mobilità sostenibile prevede invece 3 ambiti finalizzate a indirizzare i corsisti verso 3 corrispondenti figure professionali.

Il primo ambito è quello della Mobilità delle persone e delle merci per cui è stato predisposto un percorso formativo per la professione di Tecnico superiore per la mobilità delle persone e delle merci le cui attività saranno la gestione della conduzione del mezzo e l’organizzazione degli spostamenti nel rispetto dell’ambiente, della sicurezza, dell’ergonomicità, dell’economicità del trasporto e delle normative internazionali, nazionali e locali.

Il secondo ambito è quello della Produzione e manutenzione di mezzi di trasporto e/o relative infrastrutture finalizzato a formare la figura professionale del Tecnico superiore per la produzione e manutenzione di mezzi di trasporto e/o relative infrastrutture che troverà un impiego nel sistema di produzione, interscambio e manutenzione dei veicoli e relative infrastrutture.

Le sue attività comprenderanno: pianificazione delle diverse fasi della lavorazione, organizzazione delle risorse umane e materiali adottando provvedimenti per il miglior funzionamento di macchine e impianti, controllo dell’applicazione della normativa di settore, controllo delle innovazioni tecnologiche e assistenza nella loro applicazione nelle fasi di produzione ed esercizio.

Il terzo ambito è quello della Gestione infomobilità e infrastrutture logistiche con la corrispondente figura professionale del Tecnico superiore per l’infomobilità e le infrastrutture logistiche che lavorerà nei diversi cicli di trasporto intermodale, dei grandi sistemi infrastrutturali e dei connessi applicativi informatici.

Le sue attività comprenderanno la gestione dei rapporti e delle relazioni con gli attori che agiscono nella filiera del sistema logistico nei flussi di entrata/uscita di mezzi, persone, merci, la gestione delle pratiche doganali e della documentazione di accompagnamento merci e la gestione dell’erogazione dei servizi nelle diverse fasi del processo nel rispetto dei sistemi qualità.

Punti di forza dei corsi ITS

Tra i punti di forza dei corsi ITS riteniamo importante il fatto che il 50% dei docenti provenga da realtà imprenditoriali, permettendo agli studenti un confronto su temi pratici e concreti che dovranno poi affrontare sul lavoro.

Inoltre ben il 30% del corso è svolto tramite uno stage in azienda così da stabilire un legame immediato e reale con il mondo produttivo.

Significativa anche la presenza di un Tutor formativo e di un Tutor aziendale che supportano gli studenti durante tutto il corso.

Il dato più importante è però quello relativo alle statistiche del tasso di occupazione dei diplomati: oltre l’80% di chi consegue un Diploma ITC trova un lavoro entro 12 mesi dal completamento.

Quale certificazione si consegue con i corsi ITS

Completando con profitto uno dei corsi ITS, mediante la frequenza ad almeno l’80% della durata complessiva e previo superamento della verifica finale delle competenze acquisite, si consegue il “Diploma di Tecnico Superiore” con la certificazione delle competenze corrispondenti al V livello del Quadro europeo delle qualifiche.

Per agevolare la circolazione in ambito nazionale ed europeo, il titolo è corredato dall’EUROPASS diploma supplement.

sedi its nelle regioni d'Italia

Dove è possibile frequentare un corso ITS

In Italia esistono ben 104 Istituti Tecnici Superiori in cui è possibile frequentare i nuovi corsi.

Per individuare la sede più vicina e per scoprire altre informazioni sui corsi ITS vi consiglio di visitare il sito ufficiale: https://www.sistemaits.it

occupati its dopo un anno

Pubblicato da Matteo Di Felice il 28 Aprile 2020