Pianeta Saturno: caratteristiche, anelli, temperatura e atmosfera

Pianeta Saturno

Il pianeta Saturno è noto quasi solo per i suoi anelli, proviamo a dargli la possibilità di raccontarci qualcosa in più di sé, in fondo è un pianeta importante e nemmeno troppo piccolo, ha delle caratteristiche peculiari interessanti. Impareremo a conoscere meglio anche i suoi anelli soffermandoci sulla loro essenza senza scordarci di dare una occhiata a come il pianeta Saturno viene visto dagli astrologi.



Pianeta Saturno : caratteristiche

Non solo ha delle dimensioni considerevoli: questo pianeta è di fatto il secondo per grandezza dopo Giove e oltretutto gli assomiglia per molti aspetti. Abbiamo detto che è uno dei pianeti più noti per via del suo singolare sistema di anelli ma andiamo oltre e scopriamo ad esempio che la sua superficie ha un colore giallastro per via delle nubi che lo ricoprono. Quando abbiamo parlato di Giove abbiamo accennato alla presenza di vortici e tempeste, analogamente possiamo citarle per Saturno sulla cui superficie soffiano venti fortissimi, con velocità anche di 1.800 Km all’ora!

Gli anni di Saturno sono molto più lunghi di quelli terrestri e tutto dipende dal suo moto intorno al Sole. Teniamo conto che esso si trova ad una distanza di un miliardo e 429 milioni di Km quindi riesce a completare una rivoluzione in 29 anni terrestri e mezzo. Facendo quattro conti, ogni stagione dura 7 anni terrestri. Curioso come invece i giorni di Saturno siano molto più brevi di quelli terrestri, questo accade perché il pianeta ruota rapidamente attorno al suo asse, ci mette solo 10 ore e 39 minuti per compiere un giro, meno di mezza giornata.

Un’altra caratteristica di Saturno è la sua leggerezza: è un pianeta gassoso, ed è il più “leggero” di tutti visto che la sua densità è di appena 0.7, addirittura minore di quella dell’acqua. Per assurdo se potesse trovarsi ad essere “gettato” in un immenso oceano, Saturno galleggerebbe per via della sua bassa densità e anche per via della sua rapida rotazione su sé stesso.

Sempre per via della densità e della velocità di rotazione, accade anche che questo pianeta abbia una forma un po’ schiacciato. Cosa succede? E’ piuttosto semplice, la forza centrifuga dovuta alla rotazione spinge verso l’esterno le regioni del pianeta che ruotano più velocemente, cioè quelle più vicine all’equatore. Ecco che si ha quindi un pianeta schiacciato sui poli.

Pianeta Saturno: temperatura

La temperatura nel centro del pianeta Saturno è di 12.000 gradi. Ha una massa pari a 95 volte quella della Terra e si sta contraendo lentamente, ecco perché riesce a genere energia, proprio come accadeva anche son Giove. Inoltre anche Saturno possiede un campo magnetico molto intenso, con le polarità invertite rispetto a quelle del campo magnetico terrestre.

Pianeta Saturno: temperatura

Pianeta Saturno: atmosfera

Non è certo molto respirabile l’atmosfera di Saturno visto che è composta soprattutto di idrogeno ed elio, con un po’ di metano, ammoniaca e vapore acqueo. Sotto l’atmosfera troviamo un grande strato di idrogeno liquido, come quello di Giove, e un piccolo nucleo solido al centro quindi si può tranquillamente dire che Saturno non possiede una vera e propria superficie. Non esiste di fatto, una separazione tra atmosfera e interno del pianeta ma man mano che si scende verso il centro, si incontra gas sempre più denso e caldo.

Oltre agli anelli che fra poco andiamo a raccontare, Saturno possiede anche numerosi satelliti, ben 18, tra cui il più grande è Titano. Dopo Ganimede, è il secondo più grande satellite del Sistema Solare, ma è l’unico satellite a possedere un’atmosfera piuttosto densa ricca di azoto e composti del carbonio, uno degli elementi che costituiscono le cellule degli esseri viventi. La pressione in questa atmosfera si rivela simile a quella dell’atmosfera terrestre.

Gli anelli di Saturno

Non è una novità il fatto che Saturno abbia degli anelli, anzi, lo si sa da parecchio tempo, dai tempi di Galileo Galilei che li ha osservati con i mezzi del tempo, con il suo semplice cannocchiale. E’ stato un avvistamento fugace, è poi arrivato molto dopo Christian Huygens a identificarli nel 1655, con uno strumento più potente. Un po’per via dei colori, un po’ per via della loro ampiezza, sono anelli molto luminosi anche se va detto che quelli più grossi sono in realtà costituiti da migliaia di anelli più sottili.

Non è una impressione, però: il sistema di anelli di Saturno è enorme. I vari anelli si dispongono in un disco sottile, del diametro di circa 275.000 Km ma spesso soltanto 3 Km. Di che cosa son fatti questi anelli? Curiosità lecita. Sono costituiti da una miriade di particelle di roccia, polvere e ghiaccio: silicati, materiali ferrosi e anidride carbonica ghiacciata.

Saturno in astrologia

Il pianeta Saturno è molto legato alla terra e alla vita pratica, rappresenta la vecchiaia e le persone anziane e quelle sagge ed è anche è il simbolo della vecchiaia. E’ un pianeta che ha a che fare con il senso del dovere, la correttezza, l’ordine, la coerenza. Lo si associa anche alla parsimonia che può tramutarsi nel suo opposto: l’avarizia, ma ci insegna a vivere bene nelle situazioni di solitudine. Quando funziona bene ci rende imparziali nel giudicare e obiettivi, quando funziona “male” ci può render cinici, freddi, impersonali, rigidi.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 7 dicembre 2018