Pesci per acquario marino

pesci per acquario marino

Pesci per acquario marino: un elenco per chi inizia a popolare il suo primo acquario marino. Curiosità su polpi, cavallucci marini e pesci colorati.

Se stai pensando di allestire un acquario marino sappi che stai per incamminarti in un percorso fatto di infinite meraviglie! In questo articolo ti darò solo un piccolo assaggio delle infinite possibilità che hai. Parlerò soprattutto di pesci ma spenderò due parole su polpi e cavallucci marini.

Pesci per acquario marino

Se ami i nostri fondali puoi organizzare un bellissimo acquario mediterraneo. I pesci che elencherò qui, però, non sono tipici del nostro ambiente acquatico ma si ritrovano comunemente nell’Oceano Pacifico, Indiano o, in alcuni casi, nell’atlantico. Partiamo dai più popolari!

Pesce pagliaccio in acquario

Vi sono molte specie di pesci comunemente noti come “pesce pagliaccio”. Appartengono tutti alla sottofamiglia Amphiprioninae e sono originari dell’Oceano Indiano. Il pesce pagliaccio è divenuto popolare con il cartone animato Alla ricerca di Nemo e ormai tutti sanno che ama nascondersi nelle anemoni (meglio definite come attinie).

Attenzione! Non tutte le specie sono uguali! I pesci pagliaccio si possono differenziare per dimensioni, forme e colori. Il Pesce pagliaccio Sebae (Amphiprion sebae), per esempio, è bianco e nero e presenta solo la coda arancione.

Pesce chirurgo in acquario

Anche in questo caso si fa riferimento a un buon numero di specie. Il pesce chirurgo giallo (Zebrasoma flavescens) è tra i più comuni nell’acquario marino. Può raggiungere una lunghezza massima di 37 cm anche se in acquario, generalmente non superano i 20 cm.

Altrettanto popolare è il pesce chirurgo dalla gola bianca, può raggiungere una lunghezza di 25 cm e si trova bene in gruppo. Meno popolare ma comunque molto conosciuto, è il pesce chirurgo striato (Acanthurus lineatus), può raggiungere 38 cm di lunghezza e presentaaculei velenosi che possono rappresentare un pericolo anche per l’uomo.

Polpo in acquario

Partiamo da una notizia: non si dice “polipo” ma “polpo“… Non so perché nei ristoranti si ostinano a scrivere “polipo” nei menu ma ti assicuro, che il nome comune di Octopus vulgari è polpo e non polipo. Se stai pensando di introdurre un polpo nell’acquario, sappi che dovrai dedicargli una vasca molto grossa e non potrai allevare altro che lui. L’Octopus vulgari, infatti, si nutrirebbe di qualsiasi altro pesce e il cannibalismo è comune in questa specie, quindi dovrete dedicare una vasca a un unico esemplare.

Pesce scorpione in acquario

Il pesce scorpione, Pterois volitans è difficile da allevare in acquario con altri pesci. E’ un pesce predatore e si nutre principalmente di piccoli pesci, granchi, gamberi, cefalopodi…. Raggiunge una lunghezza massima di 35 cm ed è molto esigente: la vasca dovrà essere di almeno 500 litri. Il pesce scorpione è molto pericoloso anche per l’uomo, ne ho parlato qui: pesce scorpione in Italia.

Pesce farfalla in acquario

Il suo nome scientifico è Chaetodon xanthurus, originario del Mar Rosso e dell’Oceano Pacifico. Può raggiungere una lunghezza massima di 15 cm, necessita di una vasca grande e di qualche rifugio.

Gobbio bellissimo in acquario

Il suo nome scientifico è Amblyeleotris callopareia, raggiunge una lunghezza massima di 8 cm anche se in acquario difficilmente supera i 5 – 6 cm. E’ originario dell’Oceano Pacifico e necessita di un fondale ricco di coralli.

Damigella velluto in acquario

E’ un pesce marino molto resistente, robusto e vivace… purtroppo, è molto aggressivo e attacca pesci di tutte le dimensioni, anche suoi simili. Raggiunge una lunghezza di 10 cm.

Pesce angelo

Il suo nome scientifico è Pomacanthus asfur, in natura cresce fino a 40 cm e necessita di vasche molto grandi. La sua livrea è simile a quella del Pomacanthus maculosus, si distinguono soprattutto per la forma della macchia gialla centrale che nel Pomacanthus maculosus non arriva al dorso e per il colore azzurro più sbiadito di quest’ultimo.

Cavalluccio marino in acquario

cavallucci marini in acquario non sono facili da allevare e soprattutto non si possono inserire in vasche con coralli che necessitano di movimenti dell’acqua rapidi (soprattutto coralli duri). Necessitano di un movimento dell’acqua molto debole e la convivenza con gli altri pesci è possibile ma sconsigliata. Un acquario di invertebrati dell’ordine dei corallimorfari (a patto che possano adattarsi alla luce tenue) potrebbe ospitare un paio di esemplari di cavallucci marini a patto che abbiano a disposizione 150 – 200 litri. L’acquario per cavallucci marini dovrà disporre di luce crepuscolare (molto tenue) emessa da tubi fluorescenti attinici.

Pesci per acquario marino, elenco completo

Se sei alle prime armi e vuoi allestire il tuo primo acquario marino, ti consiglio di leggere un libro molto interessante. Non farti ingannare dal titolo banale, il libro contiene schede sui pesci e informazioni molto utili per accompagnarti in questo meraviglioso viaggio!

Libro consigliato: Acquario Marino, prezzo, 21.85 euro con spese di spedizione gratuite su Amazon. Per tutte le informazioni ti rimando alla sua “pagina ufficiale su Amazon“.

Pubblicato da Anna De Simone il 16 ottobre 2017