Patina batterica nell’acquario marino

Patina batterica nell'acquario marino

Patina batterica nell’acquario marino: come eliminarla. Ti spiego come eliminare la patina bianca e oleosa che in genere resta sospesa sulla superficie dell’acquario marino. Consigli immediati e come prevenirne la formazione e abbassare, al contempo, i livelli di nitrati.

Patina sulla superficie dell’acquario, come si forma?

Si tratta di un film batterico creato dall’aggregazione di un buon numero di micorganismi e dalla sintesi del loro metabolismo. In sostanza si tratta di una pellicola quasi oleosa che spesso può intrrappolare delle bollicine d’aria e ricoprire la superficie dell’acquario. Questo fenomeno è molto comune nell’acquario dolce e nell’acquario marino. E’ assolutamente normale ed è generalmente la conseguenza di una cattiva circolazione dell’acqua.

La patina oleosa, meglio definito film batterico, è normale nella fase di maturazione di un acquario marino, quando i batteri ancora non hanno colonizzato le rocce vive e si aggregano sulla superficie dove l’acqua è più ferma.

Patina batterica nell’acquario marino, come eliminarla

Innanzitutto, devi assicurare all’acqua un buon movimento. In genere, nell’acquario marino, il movimento dell’acqua è assicurato da una o più ventole (pompa di movimento) e dall’output del filtro (la pompa in uscita dell’acqua proveniente dal filtro o dalla sump). La circolazione dell’acqua consente un miglior lavoro da parte dello schiumatoio ma assicurati di averne uno adeguato.

Munirsi di un ottimo schiumatoio è il primo passo per avere acqua limpida e pulita. Lo schiumatoio coadiuva il lavoro svolto dal filtro e dai batteri delle stesso rocce vive. Non tutti gli schiumatoi, però, sono in grado di eliminare la patina batterica dell’acquario.

Come eliminare la patina oleosa

Se il tuo acquario è in fase di maturazione, non eseguire alcun intervento, assicurati solo di avere un buon movimento dell’acqua, provvedi a eliminare la patina oleosa dalla superficie dell’acquario semplicemente poggiandoci sopra un foglio di carta e togliendolo subito: la patina aderirà al foglio di carta e verrà via con esso.

Con questo semplice trucchetto è possibile eliminare la patina oleosa dalla superficie dell’acquario.

Come evitare che si crei la patina batterica nell’acquario

Come premesso, creando un buon movimento dell’acqua eviterai le aggregazioni batteriche e darai la possibilità allo schiumatoio e al filtro di lavorare meglio, pescando più acqua, senza creare ristagni superficiali. Se non hai uno schiumatoio, ti consiglio fortemente di comprarlo!

Perché è importante lo schiumatoio nell’acquario marino

La seconda cosa da fare è adottare uno schiumatoio in grado di processare le proteine e anche la stessa patina batterica dispersa in acqua così da evitarne la formazione in superficie.

Quale schiumatoio comprare? Se con la qualità del vetro e con il filtro è possibile scendere a compromessi, non è affatto possibile scendere a compromessi con luce e schiumatoio. So che molti di voi non avranno lo schiumatoio in sump o nella vasca… ma so anche che questo vi costringe a molti ricambi d’acqua e pone l’equilibrio del vostro acquario appeso a un filo! Ogni acquario è un ecosistema a sé e crea il suo equilibrio in un modo unico e affascinante, tuttavia lo skimmer, secondo il mio parere, è un componente imprescindibile, proprio quanto le luci.

Il motivo? Scommetto che se provi a muovere un po’ il fondale della tua vasca si alzerà un buon numero di residui accumulati!

Un buon ricircolo dell’acqua, combinato a un buon filtraggio e soprattutto a un ottimo schiumatoio, ti toglierà questo problema e soprattutto eviterà la formazione di patine batteriche e filamenti antiestetici che sporgono da rocce.

Lo schiumatoio provvede alla purificazione dell’acqua eliminando tutti i composti derivanti dal degrado di materia organica e dal metabolismo di tutti gli organismi che popolano il tuo acquario. Lo schiumatoio elimina meccanicamente parte dei composti dispersi in acqua prima che entrino nel ciclo dell’azoto, prevenendo la formazione di nitriti e nitrati.

Quale skimmer scegliere? Tra i migliori del mercato, migliore inteso sia come rapporto qualità/prezzo che come capacità filtrante dell’acqua, ti segnalo il modello Tunze 9004 DC (con regolazione digitale della schiumazione). Si compra, su Amazon, al prezzo di 176,10 euro. Lo stesso modello, senza regolazione digitale della schiumazione (ma con la classica valvolina da girare) si compra con circa 140 euro. E’ ottimo per eliminare e prevenire la formazione della patina batterica e dei filamenti bianchi nell’acquario.

Per tutte le informazioni ti rimando “a questa pagina Amazon“.

Attento però a dimensionarlo in modo opportuno! Lo schiumatoio che ti ho segnalato è adatto ad acquari “nano reef” o “cube” (cioè molto piccoli) sia ad acquari più grandi e abbraccia una capcità che va dai 60 ai 300 litri. Stando al produttore (la Tunze) si può montare sia all’interno che all’esterno della vasca (nella confezione escono sia le calamite per il montaggio interno che uno stand per quello esterno), tuttavia ti sconsiglio di montarlo esternamente in quanto la sua efficacia diminuisce leggermente.

Sappi che non tutti gli schiumatoi sono in grado di processare la patina oleosa bianca che si forma sulla superficie dell’acquario marino, quindi controlla sempre le performance dello strumento che vuoi acquistare così da investire bene i tuoi soldini.

Pubblicato da Anna De Simone il 1 maggio 2018