Il riciclo creativo dei RAEE

riciclo creativo raee

Il riciclo creativo dei rifiuti RAEE è una pratica molto diffusa tra gli amanti del fai da te e tra i fan più sfegatati della sostenibilità ambientale. Tramite il riciclo creativo dei RAEE si può dare vita a una grande varietà di oggetti che possono avere un valore estetico o meglio, artistico oppure oggetti di utilità quotidiana. Il classico esempio è dato dal computer Apple esposto nella foto in alto: il case, svuotato di ogni suo componente (alimentatore, memorie, schede…), è stato riorganizzato per formare una casella di posta!

Se l’esempio del computer Apple è troppo banale, il progettista Brian Marshall ha creato diversi modellini di robot con i RAEE. Brian Marshall raccoglie pezzi di elettronica obsoleti che altrimenti sarebbero destinati ad arricchire le discariche.

GUARDA LE FOTO DEGLI OGGETTI REALIZZATI CON I RAEE

Anche l’Italia non è rimasta immune al fascino del riciclo creativo dei RAEE: si chiama Franco Recchia ed è un maestro del riciclo creativo. Utilizzando componenti di vecchi computer è riuscito a dare vita a impressionanti paesaggi urbani, ricchi di dettagli e grande bellezza. I paesaggi realizzati da Recchia hanno conquistato anche New York tanto che sono stati esposti all’Agora Gallery della Grande Mela. I suoi lavori possono essere definiti come un omaggio all’architettura urbana e all’ingegno dell’uomo moderno.

Più che oggetti, quelli realizzati da Franco Recchia sono dei modelli in scala; delle sculture dei più grandi centri newyorkesi: Central Park, Manhattan, Boston e Pittsburgh. Come è chiaro, i suoi lavori sono a impatto zero, non solo un esempio di riciclo creativo ma soprattutto buon gusto e rispetto ambientale.

GUARDA LE FOTO DEGLI OGGETTI REALIZZATI CON I RAEE

Il designer Shepard Spencer è riuscito a trasformare la sua vecchia xbox in un acquario marino. La console è stata aperta e privata di tutti i suoi componenti elettronici, ne è rimasto il guscio che si è trasformato in una vasca da circa mezzo litro d’acqua. La vasca è illuminata da un colore che varia grazie a illuminazione LED. Una parte della console è stata sostituita con un vetro che forma un “display” di circa largo 6″ e alto 8 pollici. Il cavo di alimentazione e di connessione dell’Xbox 360 sono stati sostituiti con gli appositi cavi per il cablaggio richiesto dal sistema di filtrazione e illuminazione del mini acquario marino.

Pubblicato da Anna De Simone