Mastino Inglese: caratteristiche della razza e prezzo

Mastino Inglese
Il Mastino Inglese, chiamato anche Mastiff, è un molossoide appartenente al Gruppo 2, classificazione creata dalla Fédération Cynologique Internationale.

Mastiff deriva dall’antico termine sassone “Masty” che significa potente. Famoso per la sua enorme stazza, questo molossoide è un esemplare docile ma coraggioso ed è considerato da sempre un ottimo cane da guardia.

Origine del Mastino Inglese

Il Mastino Inglese ha origini molto antiche, si hanno notizie della sua presenza nelle isole della Gran Bretagna già a partire dal VI secolo a.C., ma solo intorno al 1400 questo esemplare è diventato una razza famosa e ricercata.

In passato, veniva impiegato sia nella caccia alla selvaggina in special modo i cinghiali e gli orsi, sia in battaglia. Nel periodo medievale era uno dei cani più apprezzati dai nobili: difendeva Castelli e possedimenti nobiliari e proteggeva i Cavalieri.

In epoca romana, svolgeva essenzialmente un compito di cane da guardia e lo si faceva combattere nei giochi organizzati nei circhi e negli anfiteatri. Ecco perché fu soprannominato “cane leone”.

Nel 1833 venne fondato il più antico Club d’Inghilterra, l’Old English Mastiff Club, grazie al quale la razza iniziò a essere tutelata.

Sull’orlo dell’estinzione nel ‘900, il Mastiff tornò a essere allevato dopo la Seconda Guerra Mondiale, anche in America.

Caratteristiche Mastino Inglese

Il Mastino Inglese è un cane dall’aspetto imponente, muscoloso ma nel complesso armonioso. Ha una testa quadrata e massiccia, una mascella possente e ben sviluppata, un torace ampio e pelle abbondante sotto il collo che forma delle pieghe.

A un primo impatto potrebbe incutere un po’ di terrore, più che altro per le sue dimensioni, ma se lo si guarda bene non si può che provare tenerezza di fronte ai suoi occhi piccoli color nocciola o comunque scuri, al tartufo largo e nero, alle labbra cadenti e alle orecchie piccole e fini.

Il pelo è corto, di colore fulvo, argentato o tigrato, mentre il muso, le orecchie, le orbite e il naso sono sempre neri.

Il Mastiff è un ottimo cane da guardia, ma è anche molto calmo, affettuoso e paziente. Sopporta anche qualche scherzetto dei bambini. Sviluppa un forte legame con il suo proprietario che tenderà a proteggere e difendere.

Mastiff

Si adatta a vivere sia una vita sedentaria da appartamento, anche se è consigliabile una lunga passeggiata tutti i giorni per mantenerlo in buona salute, garantendogli una vita più attiva.

Soffre di solitudine se viene lasciato spesso solo per molto tempo.

Non è un cane pericoloso, anzi è molto equilibrato, ma date le sue dimensioni, in caso di reazioni inaspettate potrebbe essere difficile da gestire.

Per instaurare una serena convivenza, è importante addestrarlo fin da cucciolo e abituarlo a socializzare. Se si notano comportamenti anomali, consigliamo vivamente di affidarsi un addestratore canino esperto.

Potrebbe interessarti il nostro articolo correlato: Nomi per cani femmina, oltre 1.500 idee

Quanto pesa il Mastino Inglese e quanto è alto

Il Mastino Inglese è un cane di taglia molto grande. Ha un’altezza al garrese tra i 70 e gli 83 cm e un peso compreso tra i 70 e i 110 Kg per i maschi e tra i 55 e gli 80 Kg per le femmine.

Esiste anche la versione gigante: questi esemplari arrivano a pesare oltre i 120 Kg.

Allevamenti di Mastino Inglese in Italia

Il Mastino Inglese non è tra le razze che vanno più di moda. Questo perché, date le sue dimensioni, è difficile per molte famiglie che vivono in appartamento prendersi l’impegno di portare a casa un cane appartenente a questa razza.

Nel nostro Paese, si sono comunque diffusi molti allevamenti sia professionali che amatoriali.

A Formello, in via delle Stagioni, 8, un comune situato a pochi chilometri da Roma trovate ad esempio l’allevamento Antica Mola, specializzato in Mastiff.

A Campiglia Marittima, nei pressi di Livorno, in Via di Citerna, 17, vi segnaliamo l’Azienda Agricola Talia Althea.

Un altro allevamento di Mastino Inglese, riconosciuto da ENCI e FCI, è “I Mastiff della Bella Favorita”, a Palermo, gestito da Rosa Ignazia Sennato. Sito web: www.imastiffdellafavorita.com

Alimentazione del Mastino Inglese

L’alimentazione del Mastino Inglese deve adattarsi alla sua stazza, alla sua età e alla sue condizioni fisiche.

Ha un metabolismo lento, quindi sin dal primo anno di età è importante porre estrema cura a ciò che mangia: durante la crescita si può utilizzare del mangime secco di qualità che possa offrire il giusto apporto nutrizionale. Una volta che l’esemplare è ormai adulto, è preferibile passare a mangimi per cani senior che forniscono un giusto bilanciamento di grassi, di proteine e di vitamine per quella specifica età.

Il Mastiff apprezza anche il cibo casalingo suddiviso in due pasti al giorno, da somministrare mattina e sera. Tra i cibi adatti a questa razza canina ci sono ad esempio frattaglie, pesce e verdure.

Potrebbe interessarti il nostro articolo correlato: Alano Arlecchino

Cuccioli di Mastino Inglese

I cuccioli del Mastino inglese alla nascita pesano circa 450 grammi e in un solo anno di vita arrivano a pesare tra i 50 e i 68 kg.

Nei primi tempi i cuccioli di mastino inglese richiedono di essere nutriti ogni 2 ore pertanto sarebbe importante vigilare che la madre provveda alle esigenze di tutti i piccoli, soprattutto nel caso di grandi cucciolate, intervenendo con un’integrazione nel caso si noti qualche cucciolo in difficoltà.

In questi casi è purtroppo capitato che alcuni cuccioli siano rimasti “schiacciati” dal peso della madre in occasione di un movimento maldestro.

Un biberon con latte potrebbe quindi essere decisamente utile per aiutare i cuccioli che potrebbero essere in difficoltà a ricevere il latte dalla madre in autonomia.

Nel caso di cucciolate meno numerose non ci saranno ovviamente problemi di questo tipo.

Qui di seguito una mamma English Mastiff con il suo cucciolo.

Prezzo del Mastino Inglese

Il costo di un cucciolo di Mastino Inglese varia a seconda della genealogia e del Pedigree, attestandosi tra i 1.500 e i 1.800 euro, mentre per un esemplare di uno o due anni è inferiore, avendo un mercato meno diffuso.

Nel momento in cui si decide di accoglierlo in casa, è bene tenere in considerazione anche il costo di mantenimento. A parte le spese veterinarie, la cifra che incide maggiormente è quella dell’alimentazione: un cane adulto arriva anche a mangiare circa 1 Kg di cibo al giorno.

[Fonte Immagini Wikipedia]

Pubblicato da Evelyn Baleani il 19 Novembre 2022