Manutenzione depuratori acqua domestica

manutenzione depuratori d'acqua

Siamo in assoluto il popolo che consuma più acqua minerale in bottiglia al mondo; colpa del luogo comune che l’acqua del rubinetto fa male e non è controllata adeguatamente. L’acqua che arriva nelle nostre case attraverso acquedotto subisce controlli ciclici tuttavia potrebbe essere una buona idea avvalersi di un sistema di purificazione domestica: quando apriamo il rubinetto possono infatti presentarsi sedimenti e residui nelle tubature … in pratica non sempre l’acqua che esce dal rubinetto è nelle stesse condizioni in cui è partita.

Questo non vuol dire che l’acqua non sia bevibile; è solo che durante il percorso, ha trascinato con se un numero di minerali o di sostanze inorganiche a causa dell’usura della rete idrica e delle operazioni di pompaggio. Una volta acquistato e installato l’impianto di depurazione idrica domestica dobbiamo assicurarci che esso sia sempre efficiente. Al fine di un corretto funzionamento dei depuratori dell’acqua domestica, a prescindere dal modello che sia stato scelto, è bene effettuare una ciclica manutenzione dei componenti.

Oggi si presta molta attenzione a ciò che mangiamo, per mantenere una buona salute. Eppure è sorprendente osservare quanto questa attenzione non venga altrettanto considerata nei confronti di ciò che si beve, e nello specifico, verso l’acqua.

Manutenzione depuratori acqua domestica
La manutenzione è un’operazione semplice, che non necessariamente richiede l’intervento di un tecnico esperto; in ogni caso potete chiedere assistenza a chi vi ha montato l’impianto.
Perché è necessario eseguire una manutenzione periodica dell’impianto di depurazione dell’acqua?
Questa operazione garantisce una sempre costante qualità dell’acqua che andate a bere e una maggiore durata ed efficienza del vostro sistema di depurazione.

  • Gli addolcitori d’acqua

Controllate sempre lo stato dell’acqua; se non risulta più abbastanza dolce può dipendere dalla qualità del sale usato, ma anche da eventuali disfunzioni delle componenti dell’apparecchio in questione.
Anche l’usura della resina può determinare il cattivo addolcimento dell’acqua. Considerate che le resine durano circa 10/15 anni, passato questo periodo, è bene sostituirle.

  • Gli ionizzatori

Effettuate una pulizia periodica della cella elettrolitica con una soluzione di acido citrico ogni 4/6 mesi circa, in base alla durezza dell’acqua. Sostituite il filtro almeno una volta l’anno.
Considerate che con l’utilizzo quotidiano dello ionizzatore, l’apparecchio non avrà il tempo di “sporcarsi” con l’acqua che potrebbe ristagnare al suo interno. In caso invece di mancato utilizzo quotidiano, prima di utilizzare l’acqua, dovrete farla scorrere per qualche minuto, al fine di “pulire” gli eventuali residui accumulati.

  • Impianto ad osmosi inversa

Anche in questo caso è bene effettuare una periodica manutenzione che consiste nel sostituire i filtri una volta l’anno anche se molti impianti moderni, per adeguarsi alle normative di legge, dovrebbero possedere un sistema di auto disinfezione delle componenti attive.

Per approfondimento, leggi “Come depurare l’acqua del rubinetto”

Pubblicato da Anna De Simone il 21 luglio 2015