Linoleum, tutte le info

I pavimenti in linoleum, spesso confusi con i pavimenti in PVC e gomma ma non hanno nulla a che vedere con i materiali artificiali. I pavimenti in linoleum sono composti da materie prime di sola origine naturale, quali la farina di sughero, la farina di legno e l’olio di lino e da questo ingrediente si spiega anche il nome “linoleum“.

Il linoleum basa la sua produzione sullo sfruttamento di un fenomeno naturale, l’ossidazione dell’olio di lino. Questo processo crea una pellicola chiamata “cemento” in gergo che costituisce il legante di base per la produzione del linoleum.

Come si produce il linoleum
La produzione avviene attraverso l’ossidazione di grandi quantità di olio di lino. Si ottiene una sorte di cemento naturale che viene fatto riposare per un certo periodo, tagliato a pezzi e messo nell’impianto di miscelazione. Successivamente vengono aggiunti prodotti naturali quali farina di legno, sughero, carbonato di calcio, resine e pigmenti coloranti naturali. Si ottiene un’impasto che viene spalmato su un tessuto di iuta e calandrato. Infine, il linoleum viene sottoposto alla stagionatura mediante specifiche stufe a una temperatura di 60°C per circa 20/30 giorni. Ecco, ora le pellicole di linoleum sono pronte per essere avvolte e commercializzate.

Caratteristiche del linoleum
Il linoleum ha proprietà battericida che favorisce la riduzione di acari e batteri e grazie alla sua antistaticità naturale riduce la presenza di polvere e di sporcizia. Il pavimento in linoleum è disponibile in diversi colori e ha la caratteristica di rigenerarsi nel tempo. Tra gli altri vantaggi vediamo che non ha bisogno di manutenzione.

Quanto costa e dove si compra il linoleum
Il linoleum si acquista in rotoli di 200 cm. di altezza e di lunghezza fino a 30 mt. Gli spessori sono 2,0 – 2,5 – 3,2 mm. secondo il grado di usura a cui dovrà essere destinato. Più raramente viene prodotto anche in piastre da 60×60 cm. Costa circa dieci euro a metro quadro. Il linoleum si compra nei negozi specializzati nella vendita di pavimenti in gomma e PVC.

Come pulire il pavimento in linoleum
Per lavare il pavimento è sufficiente passare un panno inumidito con sola acqua e per ottenere una pulizia più profonda è possibile utilizzare anche un’apposita soluzione detergente. In entrambi i casi è importante ricordare che anche se il linoleum è un materiale impermeabile ma che può danneggiarsi se l’acqua ristagna per lungo tempo. Si consiglia quindi di utilizzare sempre una minima quantità di acqua e di asciugare subito gli eventuali eccessi.

Anche per rimuovere le macchie è sufficiente utilizzare un panno inumidito con acqua. Qualora le macchie fossero più resistenti, come per esempio le antiestetiche tracce nere lasciate dalle scarpe, esistono appositi dischi in nylon di colore bianco/rosso da strofinare sul pavimento in linoleum.

Photo Credits | archinfo.it

 

Pubblicato da Anna De Simone il 15 maggio 2012