Isavetheplant: app per aspiranti pollici verdi

Stefano Benetti e Alessandra Balzani

Una pianta alla volta, rende il mondo migliore, con una app. E’ l’idea di Stefano e Alessandra che, da ansie, delusioni e soddisfazioni legate alla salute delle proprie piante domestiche hanno deciso di creare una community a cui tutti possono chiedere aiuto per ottenere foglie verdi e fiori. Basta foglioline ingiallite che reclamano aiuto dai vasi, inascoltate. Isavetheplant è’ una app gratuita e sempre più popolare.

1) Come funziona la vostra Community di giardinaggio?

Chiunque abbia una pianta in casa bisognosa d’aiuto, può scattarle una foto e postarla sulla community, gli esperti della stessa aiuteranno a curare la pianta.

L’app è scaricabile gratuitamente dall’Apple Store da chiunque abbia un iPhone o un iPad, per tutti gli altri è disponibile la community web iSaveThePlant.com.

2) Come e quando è nata l’idea ? Con che obiettivo?

L’idea è nata a dicembre dell’anno scorso da un’esigenza di Alessandra, le morivano le piante. Abbiamo quindi pensato di creare una community che permettesse anche alle persone comuni di apprendere dagli esperti come curare al meglio le proprie piante e che fosse anche semplice da utilizzare.

3) Ad oggi quanti “pollici verdi o aspiranti tali” avete coinvolto?

Ad oggi si sono iscritte quasi 1500 persone, l’andamento è stato costante, si iscrivono in media 5 persone al giorno tramite passaparola.

4) Quali sono le problematiche più segnalate?

Le problematiche postate sono molte: ingiallimento delle foglie, parassiti, foglie secche, il non saper riconoscere la pianta e non sapere come curarla. Le persone tuttavia postano spesso le proprie piante anche per avere il piacere di condividere la bellezza delle stesse.

5) Qual è il vostro utente tipo?

L’utente attualmente non è monitorato per rispettare la sua privacy, tuttavia dal contenuto dei posts, abbiamo utenti di tutte le età e tipologia: dal giardiniere all’uomo d’affari che vuole ugualmente avere cura delle proprie piante e del proprio giardino. La maggior parte sono utenti giovani, che hanno dimestichezza con le nuove tecnologie.

6) Con “Riproduci la tua pianta” cosa suggerite? Che vantaggi comporta per l’ambiente e per le persone?

Riprodurre la piante significa creare un nuovo esemplare da una pianta che si possiede, per talea o per semi. Le persone risparmiano perché non devono comprare nuove piante, inoltre riprodurre una pianta da molte soddisfazioni. Tanto per dirne una, si può regalare una pianta “riprodotta” a parenti o amici, senza privarsene.

7) Costi e guadagni della vostra App e orizzonti futuri? 

I costi di tale iniziativa attualmente vengono sostenuti da noi. Non è un’iniziativa a scopo di lucro, quindi attualmente abbiamo preferito non inserire pubblicità di nessun tipo.

Pubblicato da Marta Abbà il 31 dicembre 2012